13.03.2019

Mercato del lavoro

Studio: conseguenze della libera circolazione delle persone sul mercato del lavoro

Una riduzione dell'immigrazione in Svizzera non è possibile senza recare danno alla crescita dell'occupazione nelle imprese, né senza ostacolare lo sviluppo economico. Questa è la conclusione di alcuni ricercatori del KOF nell'ambito di uno studio (francese/tedesco/inglese) concernente le conseguenze della libera circolazione delle persone sul mercato del lavoro. Lo studio ha dimostrato che la pressione sui salari era quasi nulla. Anzi, i salari dei residenti svizzeri altamente qualificati sarebbero aumentati maggiormente nelle regioni di confine – nonostante la maggiore pressione migratoria – che nelle zone più lontane dalla frontiera.