Newsletter del 09.12.2015

Notizie di attualità del 09.12.2015

Formazione professionale di base

09.12.2015

Progetti di ricerca allo IUFFP

Un elenco aggiornato presenta 16 progetti di ricerca in corso allo IUFFP. Le relative informazioni sono riportate nelle tre lingue nazionali. I progetti riguardano un vasto campo di ricerca nell'ambito della formazione professionale.

09.12.2015

Decoratori d'interni: formazione ancora possibile nel 2016

Con lettera del 23 febbraio 2015, la SEFRI aveva comunicato di abrogare i regolamenti concernenti la formazione di decoratore d'interni entro il 1° gennaio 2016. Nel frattempo la SEFRI ha discusso a fondo una possibile soluzione con i rappresentanti del settore provenienti da tutta la Svizzera e ha deciso di concedere ancora un anno per permettere ai responsabili di istituire una struttura stabile e un organo responsabile per avviare i lavori di riforma entro la fine del 2016. Di conseguenza il regolamento concernente la formazione di decoratore d'interni non sarà abrogato. Pertanto, sarà ancora possibile stipulare contratti di tirocinio.
Decisione della SEFRI per il 2016

09.12.2015

Addetto di cucina CFP: modifica del piano di formazione

D'intesa con la Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale, la SEFRI ha emanato una modifica del piano di formazione di addetto di cucina CFP, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2016. La modifica concerne l'arrotondamento della nota relativa all'insegnamento professionale nella parte C "Organizzazione della procedura finale". Il piano di formazione modificato sarà pubblicato sul sito Internet (francese/tedesco) di Hotel & Gastro formation.

09.12.2015

Logistica: revisione totale di ordinanze sulla formazione professionale

La SEFRI ha emanato le ordinanze sulla formazione professionale di impiegato in logistica AFC e le misure di accompagnamento in materia di sicurezza sul lavoro e di protezione della salute. Le ordinanze entreranno in vigore il 1° gennaio 2016, mentre le procedure di qualificazione rispettivamente il 1° gennaio 2019 e il 1° gennaio 2018. Le versioni stampate potranno essere ordinate nelle prossime settimane presso l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) e saranno disponibili sul sito della SEFRI. I piani di formazioni saranno pubblicati nel mese di dicembre 2015 sul sito dell'Associazione Svizzera per la formazione professionale in logistica.

09.12.2015

Professioni MEM: nuove ordinanze

La SEFRI ha approvato le ordinanze rivedute delle seguenti professioni: operatore in automazione AFC, montatore in automazione AFC, elettronico AFC, progettista meccanico AFC, aiuto meccanico CFP, polimeccanico AFC e meccanico di produzione AFC. Queste ordinanze entreranno in vigore il 1° gennaio 2016. Le modifiche principali si trovano in una tabella riassuntiva. Le versioni cartacee potranno essere ordinate presso l'UFCL e saranno disponibili online sul sito della SEFRI. I piani di formazione saranno pubblicati sul sito di Swissmem e Swissmechanic.

09.12.2015

Cercasi OSS con AFC conseguito nel 2011

Per la terza parte dello studio sulla carriera degli operatori sociosanitari (OSS) di OdASanté e dello IUFFP, gli addetti ai lavori stanno cercando tutti i diplomati del 2011, che, cinque anni dopo aver concluso la formazione, raccontino dei loro percorsi professionali e della loro soddisfazione nella vita lavorativa. Chi conosce OSS con AFC conseguito nel 2011 o è interessato ai risultati può saperne di più consultando l'apposita pagina web fage-career.ch.

09.12.2015

UST: panoramica sulle persone in formazione

Nell'anno scolastico 2013/2014, il livello secondario II contava 361'737 persone in formazione, ovvero il 23% di tutti gli allievi e gli studenti presenti in Svizzera (un totale di 1,5 milioni). Il 64% seguiva una formazione professionale di base e il 26% una formazione di cultura generale per conseguire la maturità liceale, un certificato di cultura generale o una maturità specializzata. Il 10% rimanente seguiva una maturità professionale post AFC, una formazione transitoria o una formazione complementare. Queste sono cifre tratte dalla pubblicazione "Persone in formazione – Edizione 2015" dell'UST.

09.12.2015

L'educazione allo sviluppo sostenibile nella formazione professionale

La fondazione éducation21 propone una nuova piattaforma (francese/tedesco) sull'educazione allo sviluppo sostenibile nella formazione professionale. La piattaforma contiene idee per l'introduzione dell'educazione allo sviluppo sostenibile nell'insegnamento, informazioni, offerte ed esempi tratti dall'esperienza nelle scuole professionali.

09.12.2015

ZH: formazione professionale a favore di una migliore qualifica delle leve

Alla settima conferenza sulla formazione professionale si è discusso in che modo la permeabilità del sistema educativo può essere meglio sfruttata al fine di ottenere giovani leve qualificate. È stato approvato un pacchetto di misure con tre campi d'azione:
- promozione dei passaggi e del collegamento nella formazione professionale, nella formazione di cultura generale e nella formazione accademica;
- sfruttamento delle riserve di talento nella formazione professionale;
- definizione e promozione dell'offerta per persone con qualifiche inferiori e superiori.
Comunicato stampa

09.12.2015

Germania: esame in due parti e "passaggio intermedio" largamente accettati

Dal 2009, nella formazione di impiegato del "commercio al dettaglio" viene sperimentato l'esame finale suddiviso in parti. La prima parte dell'esame si svolge dopo la prima metà della formazione e viene calcolata proporzionalmente nel quadro dell'esame finale al termine della formazione. Secondo una valutazione, questo tipo di esame è largamente accettato nel settore. Altri risultati: un piano con qualifiche obbligatorie e facoltative ha dato buona prova di sé. Benvisto dai giovani è il cosiddetto "passaggio intermedio" (Durchstieg) da una formazione commerciale di due anni al terzo anno di impiegato del commercio al dettaglio.
Ulteriori informazioni

Formazione professionale superiore e continua

09.12.2015

News SEFRI: nuove denominazioni inglesi dei titoli

Tra le News SEFRI di novembre 2015 un articolo concernente le nuove denominazioni inglesi dei titoli, fondamentali per il riconoscimento della formazione professionale sia all'estero che in Svizzera. Nel quadro del progetto strategico formazione professionale superiore, la SEFRI ha elaborato, unitamente ai partner della formazione professionale, efficaci definizioni per la formazione professionale di base e la formazione professionale superiore (diploma SSS, diploma federale e attestato federale). Altri temi: valutazione dell'iniziativa "Nuovo futuro" e studio sul rafforzamento della maturità professionale.

09.12.2015

Formazione generale e scuole universitarie

09.12.2015

UST: situazione professionale dei diplomati in scienze umane e sociali

Con il 30% del totale dei diplomati universitari nel 2012, le scienze umane e sociali rappresentano il gruppo più importante di laureati. Per misurare il potenziale d'assorbimento di questi diplomi da parte del mercato dei posti di lavoro, un nuovo rapporto (francese/tedesco) dell'UST paragona la situazione dei diplomati in scienze umane e sociali alla situazione dei laureati in scienze economiche. Il rapporto analizza la loro integrazione professionale, le loro difficoltà nella ricerca d'impiego, i loro principali settori di lavoro, il loro reddito, la loro situazione professionale e le loro condizioni di lavoro.

09.12.2015

FR: nuovo CAS in consulenza psicologica e della salute

L'Università di Friburgo propone una nuova formazione continua rivolta agli psicologi e ai professionisti della salute. Questa formazione permette di acquisire tecniche di consulenza psicologica individuale, di coppia e di famiglia atte a migliorare la situazione dei malati. La formazione avrà inizio a febbraio 2016 e porterà a un titolo CAS in consulenza psicologica, salute, famiglia e malattia.

09.12.2015

ZH: nuovo ciclo di formazione per musica attuale

L'istituto WIAM (Winterthurer Institut für aktuelle Musik) propone un "Bachelor of Arts (Hons) Music" con successivo diploma di musicista professionista. Gli studi di musica possono essere frequentati facoltativamente negli ambiti Rock/Pop o Jazz. Il ciclo di formazione è stato convalidato dall'Università Middlesex di Londra, riconosciuta a livello nazionale. Il diploma finale è riconosciuto dall'associazione Zürcher Musikschulen.

09.12.2015

OCSE: la riduzione delle disuguaglianze e il finanziamento dell'educazione rimangono tra le maggiori sfide

Nei Paesi dell'OCSE circa il 41% dei giovani tra i 25 e i 34 anni ha concluso una formazione universitaria. I diplomati della formazione superiore hanno anche maggiori probabilità di accedere a posti di lavoro ben remunerati. La pubblicazione (francese/inglese) "Regards sur l'éducation 2015" mette in luce i programmi realizzati nel corso degli ultimi 25 anni, nonché il perdurare delle disuguaglianze e le difficoltà nel finanziamento dell'educazione. Tra il 2010 e il 2012, le spese pubbliche attribuite a tutti i livelli dell'insegnamento sono diminuite in oltre un paese su tre.

Orientamento

09.12.2015

UST: analisi longitudinale sulle transizioni e i percorsi

Grazie a nuovi strumenti d'analisi, l'UST mette a disposizione informazioni dettagliate sul riorientamento e i rientri di 530'000 giovani in tutti i livelli di formazione. Questi dati sono raggruppati in due pubblicazioni, una relativa al livello terziario (francese/tedesco) e l'altra al livello secondario II (francese/tedesco). Quest'ultima presenta il tasso di promozione dopo il primo anno, le bocciature e analizza il riorientamento. Il rapporto mostra inoltre che l'origine sociale influenza la formazione seguita a tutti i livelli.

09.12.2015

Decisione del Tribunale federale: il docente di scuola elementare è un mestiere tipicamente femminile

Stando a un rapporto della NZZ, la quota di donne docenti di scuola elementare si pone al di sopra dell'80%. Il Tribunale federale ha pertanto deciso che si tratta di una professione tipicamente femminile. Secondo la legge sulla parità dei sessi e il principio delle pari opportunità, con questa decisione si attua una discriminazione indiretta: in futuro, l'inserimento quale docente di scuola elementare in una determinata classe di stipendio rispetto ad altri dipendenti statali con formazione terziaria equivalente potrebbe comportare una discriminazione sessuale o salariale.

09.12.2015

TI: la SUPSI pubblica un rapporto sulla transizione 1 in Ticino

Il 24 novembre scorso, nel corso della mattinata di studio "Percorsi scolastici e professionali dopo la Scuola media" organizzata dalla Divisione della formazione professionale e dalla Divisione della scuola, sono stati presentati i risultati della ricerca SNODO che analizza la situazione della transizione 1 in Ticino e propone una trentina di misure di sostegno. Il 13% di chi si è iscritto al liceo nel corso dei quattro anni passa alla formazione professionale. Il 36% di chi aveva iniziato una formazione professionale a impostazione scolastica passa al sistema duale. Questi e altri risultati si trovano nel Rapporto finale.

Mercato del lavoro

09.12.2015

Nuovo portale del lavoro vuole superare tutti gli altri

Il portale annunciato lo scorso agosto da swissstaffing e jobchannel è ora online. 100000jobs.ch intende offrire un'alternativa alle borse di posti di lavoro affermate grazie a un posting automatizzato e prezzi bassi. L'idea: gli inserti vengono ripresi direttamente dai siti aziendali e pubblicati sul nuovo portale. 100000jobs.ch dichiara di voler offrire più del triplo di posti vacanti attualmente pubblicati su jobs.ch, portale in vetta alla classifica. 100000jobs.ch fa inoltre parte di una rete di oltre 50 piattaforme specializzate nella ricerca di lavoro come java-jobs.ch o bauingenieur-jobs.ch.

09.12.2015

UST: le disparità salariali sembrano diminuire

Nel 2014 il salario mediano per un impiego a tempo pieno era di 6189 franchi lordi per l'insieme dell'economia privata svizzera (donne 5548, uomini 6536). Tra il 2012 e il 2014, i salari sono aumentati dell'1,2%. Le disparità salariali generali sembrano diminuire. Il divario salariale generale, ovvero lo scarto tra i salari più elevati e quelli più bassi, si è ridotto, passando da un fattore 2,8 a 2,6. I salari del 10% degli occupati meno retribuiti sono aumentati del 9,1%. Questi sono i primi risultati della rilevazione della struttura dei salari dell'UST. Ma come commenta la NZZ, non si sa in quale misura questi dati siano dovuti alla soppressione di posti di lavoro a bassissimo reddito in seguito alla disoccupazione.

09.12.2015

Industria orologiera: aumenta la domanda di posti di lavoro

Fino a questo momento risparmiata dalla crisi, l'industria orologiera svizzera comincia ad accusare i primi colpi. "Dal punto di vista della disoccupazione, notiamo effettivamente un aumento dei lavoratori in cerca di impiego nel settore dell'orologeria nel Canton Neuchâtel, soprattutto dalla fine del 2014", dichiara Sandra Zumsteg, responsabile del servizio dell'impiego intervistata dal quotidiano Le Matin. Nonostante le aziende non abbiano ancora proceduto a licenziamenti collettivi, il fenomeno sembra avere avuto inizio prima che la BNS decidesse di abolire il tasso di cambio minimo.

09.12.2015

Previsioni: quasi un posto di lavoro su due sarà automatizzato

Nei prossimi decenni quasi il 50% degli occupati potrebbero essere sostituiti dalle macchine. Questa è la tesi principale dell'analisi dell'impresa di consulenza e valutazione economica Deloitte basata sullo studio dell'Università di Oxford per il mercato del lavoro americano e su dati dell'UST. Lo studio è stato effettuato su mandato della radio televisione SRF. La ricerca considera questa evoluzione un'opportunità: in questo modo, negli ultimi anni, sono stati creati più posti di lavoro di quanti ne siano stati soppressi.

Integrazione professionale

09.12.2015

COSAS per un'integrazione rapida dei rifugiati

Considerato il crescente numero di richiedenti l'asilo, la Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale (COSAS) ha pubblicato alcune proposte per un'integrazione nel mondo del lavoro dei rifugiati rapida e duratura. Il documento di discussione (francese/tedesco) raccomanda delle misure per quanto concerne la qualifica professionale, la partecipazione attiva da parte dell'economia e la riduzione degli ostacoli amministrativi. La misura più importante è l'introduzione di corsi d'integrazione professionale sull'esempio dei corsi "Riesco" dei settori gastronomico, edile e automobilistico. Contemporaneamente al documento di discussione, la COSAS pubblica una serie di documenti (francese/tedesco) relativi alla migrazione. Questa serie sarà costantemente aggiornata e ampliata.

09.12.2015

SECO interviene nei programmi occupazionali ginevrini

Nel Canton Ginevra alcune aziende private normalmente non attive nell'integrazione professionale hanno offerto programmi di occupazione temporanea (POT). Questa pratica dell'Ufficio cantonale del lavoro si rivela problematica per altri operatori POT: gli operatori privati non devono rispettare il divieto di concorrenza. Su intervento di Inserimento Svizzera, la SECO ha deciso che questi programmi non vanno considerati POT ma stage di formazione. Pertanto, a partire dalla fine del 2015 M-Defi e Manor Envol di Ginevra non potranno più offrire posti POT.

Varie

09.12.2015

Bollettino dell'Associazione svizzera dei diplomati SSS

Nel suo numero (francese/tedesco) di dicembre 2015, il bollettino dell'Associazione svizzera dei diplomati SSS affronta i seguenti temi:
- lealtà verso le aziende;
- mancanza di talenti in Svizzera;
- profilo e valutazione delle competenze dei diplomati SSS;
- orientamento professionale e di carriera.