Newsletter del 27.05.2015

Notizie di attualità del 27.05.2015

Formazione professionale di base

27.05.2015

News SEFRI: campionati svizzeri delle professioni 2018 ancora in sede unica

Visto il grande successo degli SwissSkills Berna 2014, la SEFRI e la fondazione SwissSkills hanno condotto una consultazione presso le organizzazioni del mondo del lavoro in vista di una replica della manifestazione. Dal momento che la stragrande maggioranza degli interpellati si è pronunciata a favore di un evento centralizzato in una sede unica, anche nel 2018, la manifestazione avrà luogo con le stesse modalità della prima edizione. Con questo le autorità competenti si ripromettono di contribuire, come in passato, a far conoscere la formazione professionale al grande pubblico nonché di sostenere nuove leve e talenti.
News SEFRI di maggio

27.05.2015

Ordinanze in consultazione

Le ordinanze e i piani di formazione di impiegato in logistica CFP e di addetto alla logistica AFC sono stati sottoposti a revisione totale nel quadro della verifica quinquennale. La SEFRI pone i progetti in consultazione fino al 15 luglio 2015. Conformemente alle nuove disposizioni dell'Ordinanza sulla protezione dei giovani lavoratori (OLL 5), la SEFRI propone inoltre modifiche delle ordinanze sulla formazione professionale di base di selvicoltore AFC e di addetto selvicoltore CFP, che saranno applicate per tutte le persone in formazione. La stessa prenderà nota delle osservazioni fino al 3 luglio 2015. I documenti possono essere consultati qui.

27.05.2015
27.05.2015

CSRE: progetti di ricerca nell'ambito della formazione professionale

La Newsletter (francese/tedesco) "Informazione sulla ricerca educativa 2/2015" del Centro svizzero di coordinamento della ricerca educativa (CSRE) informa sulle ultime pubblicazioni relative ai progetti di ricerca attuali. L'edizione attuale parla di un progetto concernente la formazione professionale:
- progetto "A proposito della socializzazione politica delle persone in formazione nella Svizzera tedesca" (francese/tedesco).

27.05.2015

IUFFP: panoramica sulle tesi di master concluse

Gli studenti del ciclo di studio "Master of Science in formazione professionale" concludono il loro percorso accademico presentando una tesi di master. L'Istituto universitario federale per la formazione professionale (IUFFP) propone una panoramica sulle tesi concluse redatte in una delle tre lingue nazionali e sulle attività professionali dei diplomati. Il "Master of Science in formazione professionale" è offerto a livello nazionale e rappresenta un'esclusiva in Svizzera.

27.05.2015

Convegno SRFP: promozione dei talenti nella formazione professionale

L'evento è stato intitolato: Formazione professionale per talenti – Talenti per la formazione professionale. Come possiamo sostenerli? ("Berufsbildung für Talente – Talente für die Berufsbildung. Wie können wir sie fördern?"). Prima conclusione: i talenti non spuntano dal nulla, ma occorre assisterli e sostenerli. Seconda conclusione: nell'ambito della promozione dei talenti la formazione professionale sta facendo ancora poco di sistematico, ma grazie alle competizioni dei mestieri o alla maturità professionale è sulla strada giusta. Margrit Stamm ha tenuto una relazione e sono stati presentati progetti dai Cantoni Lucerna e Zurigo.
Documentazione del convegno

27.05.2015

Intervista a 16 specialisti della formazione professionale

La pubblicazione "Berufsbildung in der Schweiz – Gesichter und Geschichten" (Formazione professionale in Svizzera – Volti e storie) dà voce ai protagonisti del campo: i responsabili della formazione professionale. Nel corso di interviste private, 16 formatori in azienda e docenti di scuola professionale raccontano il loro percorso, la loro formazione quotidiana, la loro posizione, le loro opinioni e i loro sogni. Sono rappresentati tutti e tre i luoghi di formazione: le aziende formatrici – dalle piccole imprese ai gruppi internazionali – le scuole professionali (fino alle scuole universitarie professionali) e i centri dei corsi interaziendali, distribuiti su un ampio ventaglio di settori e professioni.

27.05.2015

IDES: tematiche in ambito educativo nei Cantoni nel maggio 2015

Il centro informazioni e documentazione IDES della CDPE pubblica l'elenco completo "Documentation parlementaire" (Documentazione parlamentare), nel quale figurano le tematiche attualmente trattate nel campo dell'educazione. A seconda dello stato (presentazione della mozione, risposta o messaggio del Consiglio federale, rapporto della commissione, ecc.), una tematica può articolarsi in più capitoli. Oltre alle tematiche della formazione professionale / del livello secondario II, della formazione continua e delle università, l'elenco contiene anche le tematiche concernenti la scuola dell'obbligo.
Documentazione parlamentare relativa alla politica formativa 5/2015 (francese/tedesco)

27.05.2015

GE: film dedicato alla sorveglianza delle formazioni professionali di base

Un film dal titolo "Les commissaires, les experts: au cœur de l'apprentissage" (Gli ispettori, i periti: al cuore della formazione professionale) presenta le persone che operano al fine di garantire la qualità dell'inserimento e della formazione in azienda. Due ispettori e una consulente dell'Ufficio per l'orientamento, la formazione professionale e continua di Ginevra (OFPC) racconta l'esperienza dell'accompagnamento di una persona in formazione. Il cortometraggio, della durata di dieci minuti, può essere visionato sul sito Internet della Cité des métiers. Una versione sottotitolata per audiolesi è disponibile presso Cloé Bui all'OFPC.

27.05.2015
27.05.2015

Germania: guida sulla qualità della formazione in azienda

L'Istituto federale della formazione professionale (BIBB) ha elaborato delle raccomandazioni che permettono alle PMI di affrontare in modo sistematico e continuativo questioni legate alla qualità. La guida "Qualität der betrieblichen Berufsausbildung", ora disponibile anche in inglese, offre un pratico sostegno tale da permettere anche alle PMI di attuare i complessi standard di garanzia e sviluppo della qualità.
Compendium "Quality of In-Company Vocational Education and Training"
Leitfaden "Qualität der betrieblichen Berufsausbildung"

27.05.2015

Austria: miglioramenti alla legge sulla formazione professionale

L'emendamento "Neue Chancen für Jugendliche – Qualitätsmanagement Lehre" (Nuove opportunità per i giovani – Gestione della qualità come materia d'insegnamento) sarà introdotto nella legge sulla formazione professionale austriaca. L'intervento renderà il sistema formativo più permeabile migliorando le opportunità per i giovani. La formazione diventerà più attrattiva sia per le aziende che per gli apprendisti soprattutto grazie alla possibilità di conseguire anche un diploma di maturità. Una migliore preparazione con più tempo a disposizione facilita l'accesso a studi superiori. Nuove competenze o competenze parziali agevolano l'accesso alla formazione duale. Infine il sistema "Gestione della qualità come materia d'insegnamento" è riconosciuto a livello giuridico.

Formazione professionale superiore e continua

27.05.2015

Regolamenti d'esame in consultazione

Le associazioni competenti hanno presentato un disegno di modifica concernente i seguenti regolamenti d'esame: specialista nel campo delle privazioni di libertà con diploma federale e fiduciario immobiliare diplomato.
Prima e seconda pubblicazione nel Foglio federale del 20 maggio 2015

27.05.2015

Formazioni sanitarie: continua la tendenza alla crescita

Da una panoramica della situazione nel 2014, l'organizzazione mantello del mondo del lavoro per il settore sanitario OdASanté rileva un netto aumento dei nuovi iscritti al livello secondario II e al livello terziario. Le cifre pubblicate testimoniano il crescente interesse per una formazione (CFP, AFC, SSS e SUP) nel settore sanitario. La tendenza è al rialzo anche per quanto riguarda i titoli rilasciati. 
Comunicato stampa (francese/tedesco)

Formazione generale e scuole universitarie

27.05.2015

Bachelor "Sport Management" per sportivi d'élite

A partire dall'autunno prossimo gli sportivi d'élite, gli allenatori, ma anche persone che non appartengono al mondo dello sport potranno seguire il nuovo ciclo di studio "Sport Management" presso la HTW di Coira. Il bachelor SUP può essere abbinato a una carriera sportiva o professionale. Il ciclo di studio si compone per il 30% di attività in loco e per il 70% di studio autonomo con mezzi ausiliari.
Comunicato stampa

27.05.2015

UST: differenze del tasso di maturità liceale

Il nuovo atlante (francese/tedesco) statistico dell'UST illustra la distribuzione dei diversi tassi di maturità nei Cantoni per mezzo di una cartina interattiva. Già da tempo il Canton San Gallo presenta il tasso di maturità liceale più basso di tutta la Svizzera. Nel 2014 il 14,2% dei 19enni aveva conseguito un attestato di maturità liceale, mentre in Ticino il tasso ammontava al 29%. La media svizzera si pone al 20,2%. Entro il 2016, il Consiglio di Stato sangallese analizzerà il tasso di maturità in un rapporto. Nel 2015 l'82% dei candidati nel Canton San Gallo ha superato l'esame d'ammissione al liceo (2014: 83%).

27.05.2015

FNS: promozione delle nuove leve

Il Fondo nazionale svizzero (FNS) sostiene progetti di ricerca, intende creare prospettive di carriera più trasparenti ed attrattive per giovani talenti della ricerca e velocizzare il trasferimento delle conoscenze. Nel "Mehrjahresprogramm 2017-2020" (Programma pluriennale 2017-2020), il FNS descrive i provvedimenti con cui vuole affrontare tali sfide. Il presidente del Fondo Martin Vetterli evidenzia la preoccupazione destata dalla mancata partecipazione della Svizzera al programma quadro di ricerca europeo "Horizon 2020".

Orientamento

27.05.2015

boostbox.ch con modulo per competenze interculturali

Microsoft e infoklick.ch gestiscono la piattaforma online boostbox.ch (francese/tedesco), che si propone di aiutare i giovani a scoprire e sviluppare il proprio potenziale. In collaborazione con Intermundo è stato inoltre pubblicato un modulo interculturale che consente ai giovani di stabilire e denominare – prima, durante e dopo il loro soggiorno all'estero – le competenze acquisite.
Comunicato stampa

27.05.2015

Accordo tra yousty.ch e orientamento.ch

A inizio maggio il CSFO e Yousty AG (francese/tedesco) hanno concluso un accordo che regola l'utilizzo dei dati di orientamento.ch da parte di yousty.ch. yousty.ch potrà accedere, dietro compenso, alle informazioni e ai posti di tirocinio vacanti pubblicati su orientamento.ch.

Mercato del lavoro

27.05.2015

Nuova piattaforma di reclutamento online

In aprile 2015 è stato lanciato un nuovo sito svizzero per il reclutamento. Si tratta di www.jobies.ch, una piattaforma in lingua francese, tedesca e inglese gratuita ispirata alle reti sociali 2.0. Il sito conta già più di 3000 annunci e partner come Michael Page e Interiman. Orientato alle necessità dei candidati, jobies.ch permette soprattutto di anonimizzare il proprio profilo e di chattare con le imprese che reclutano personale.

27.05.2015

UST: tasso di disoccupazione ai sensi dell'ILO al 4,4%

Secondo la rilevazione dell'UST, il primo trimestre 2015 ha visto un aumento dell'occupazione pari al 2,8% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. Il tasso di disoccupazione, secondo la definizione dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), è diminuito passando dal 4,8% al 4,4%. La SECO, basandosi sulle iscrizioni agli URC, parla di un tasso di disoccupazione del 3,4% (marzo 2015). In diminuzione è anche il tasso di disoccupazione dell'UE, che passa dall'11,0% al 10,2%.

27.05.2015

I servizi sociali vanno informati su chi lavora in nero

L'economia sommersa ammonta all'8% del prodotto interno lordo. Ne conseguono distorsione della concorrenza, danni alle assicurazioni sociali e perdite fiscali. La revisione della Legge federale concernente i provvedimenti in materia di lotta contro il lavoro nero, in consultazione fino al 1° agosto 2015, ha lo scopo di porre le basi per contrastare il fenomeno in maniera più efficace. In questo modo si vuole mettere le autorità di controllo nelle condizioni di segnalare i casi di lavoro nero ai servizi di assistenza sociale e viceversa. Un articolo di approfondimento pubblicato su "La vie économique" / "Die Volkswirtschaft" fornisce i dettagli.

27.05.2015

SECO: lavoro parziale e franco forte

Secondo i dati della SECO il ricorso alle indennità a causa di lavoro ridotto è fortemente aumentato nel febbraio 2015. L'aumento è seguito alla decisione del consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann del 27 gennaio scorso di autorizzare il versamento di indennità in caso di lavoro ridotto dovuto alla situazione creatasi con il franco forte. Nel febbraio 2015 hanno optato per questa soluzione 400 aziende (contro le 277 dell'anno precedente). Il numero degli impiegati interessati è passato da 2220 a quasi 3600 rispetto all'anno precedente.

Integrazione professionale

27.05.2015

Progetto pilota per rifugiati nell'agricoltura

Ogni anno l'agricoltura occupa tra i 25'000 e i 35'000 lavoratori stranieri, di solito con un contratto a tempo determinato. Ora si vogliono occupare più rifugiati, ad esempio come aiuto durante il raccolto. L'Unione Svizzera dei Contadini e la Segreteria di Stato della migrazione vogliono stabilire le condizioni quadro e i fattori di successo di questo tipo d'integrazione nel quadro di un progetto pilota che durerà tre anni. Attualmente partecipano al progetto dieci aziende. Il salario lordo del primo mese ammonta a 2300 franchi. A partire dal secondo mese ammonta invece a 3200 franchi (salario minimo CCL).
Comunicato stampa

27.05.2015

Fatti e cifre 2014 sull'AI

L'Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) comunica fatti e cifre 2014 relativi all'AI. Negli ultimi dieci anni il numero delle rendite concesse annualmente si è dimezzato e si è stabilizzato a 14'000 unità. In base a un'analisi dei dati non si può constatare alcun travaso sostanziale dall'AI all'aiuto sociale. Inoltre le misure di reinserimento professionale sono fortemente aumentate.

27.05.2015

"Aumento drammatico" dei giovani beneficiari AI

Ogni anno l'assicurazione invalidità ha spese complessive per 9 miliardi di franchi. All'incirca 1,2 miliardi sono versati per assicurati sotto i 20 anni. Dal 1995 il numero dei giovani beneficiari AI con problemi psichici si è praticamente triplicato. Un "aumento drammatico", come è stato definito in tre conferenze tenutesi in occasione di una giornata (francese/tedesco) organizzata dalla Conferenza degli uffici AI. Non si richiede un maggiore impegno solo agli uffici AI, ma anche a medici, scuole e operatori della formazione professionale: "Tutti dovrebbero tirare nella stessa direzione".

Varie

27.05.2015

Obiettivi politici concernenti lo spazio svizzero della formazione

Il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca e i Cantoni confermano gli obiettivi (francese/tedesco) politici concernenti lo spazio svizzero della formazione fissati per la prima volta nel 2011. Gran parte degli obiettivi a lungo termine fissati nel 2011 sono tuttora attuali, in particolare quello che mira a raggiungere il tasso del 95% di giovani titolari di un diploma del livello secondario II. Una delle nuove priorità concerne il livello terziario, dove è riservata particolare attenzione al rafforzamento della formazione professionale superiore.

27.05.2015

Studio WEF sulla formazione e la promozione dei lavoratori

Uno studio del World Economic Forum (WEF), intitolato "Human Capital Report 2015", dichiara che il sistema svizzero dell'educazione è di alta qualità. Dei 124 paesi valutati, la Svizzera offre alla sua manodopera la formazione migliore. Nonostante la buona reputazione di cui gode il sistema duale all'estero, vengono fatti notare anche alcuni punti deboli: uno di questi è il fatto che in alcuni settori è difficile trovare un numero sufficiente di nuove leve.

27.05.2015

Formazione professionale e mutamenti nel mondo del lavoro

Uno studio dell'Istituto universitario federale per la formazione professionale (IUFFP) ha analizzato la domanda a sapere se la formazione professionale trasmetta agli allievi le competenze necessarie per far fronte a un mondo del lavoro in costante evoluzione anche a medio e a lungo termine. Nell'intervista (tedesco) concessa a "educa", gli autori Jürg Schweri e Annina Eymann esprimono anche quelle che secondo loro sono le maggiori sfide per il sistema svizzero della formazione professionale.