Newsletter del 13.05.2015

Notizie di attualità del 13.05.2015

Formazione professionale di base

13.05.2015

Primo convegno nazionale sul tema dell'insegnamento bilingue nella formazione professionale

Al primo convegno nazionale sul bilinguismo "Bili-Tagung", tenutosi a Lucerna il 7 maggio scorso, hanno partecipato 130 interessati. Gli esperti hanno sottolineato l'importanza dell'insegnamento bilingue illustrando i ruoli dei diversi operatori, le possibilità e le sfide. Durante i numerosi workshop sono state scambiate esperienze pratiche. Il simposio è stato organizzato dallo IUFFP in collaborazione con le alte scuole pedagogiche di Lucerna e Zurigo, e finanziato dalla SEFRI.
Documentazione del convegno (tedesco)
Si veda anche l'articolo alla pagina 8 della Schweiz. Gewerbezeitung dell'8 maggio 2015.

13.05.2015

Aggiornata la Guida sulla qualifica dei docenti della maturità professionale

Con la "Guida sulla qualifica dei docenti di materie della maturità professionale" si garantisce un'applicazione uniforme dei requisiti di qualificazione dei docenti nel riconoscimento dei cicli di studio degli operatori di una maturità professionale federale. Inoltre la guida aiuta i Cantoni nella selezione del corpo docente. La nuova tabella inserita al punto 2.2 offre un sostegno nella valutazione della qualifica specialistica degli insegnanti.
Guida

13.05.2015

La SEFRI in breve

Un nuovo opuscolo propone in dodici pagine una panoramica sulla struttura, le attività e i compiti della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI).

13.05.2015

Elettricità: ordinanze emanate

La SEFRI ha emanato le ordinanze per le professioni di installatore elettricista AFC, elettricista di montaggio AFC, pianificatore elettricista AFC e telematico AFC. Le disposizioni rivedute entreranno in vigore il 1°giugno 2015, mentre la procedura di qualificazione il 1° gennaio 2018. Le versioni stampate potranno essere ordinate nelle prossime settimane presso l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) e saranno accessibili sul sito della SEFRI.

13.05.2015

Trasporti pubblici: revisione parziale del piano di formazione

Il piano di formazione relativo alla professione di agente dei trasporti pubblici AFC, entrato in vigore il 1° gennaio 2015, è stato leggermente modificato in base all'attribuzione degli obiettivi di valutazione alle competenze operative. Le modifiche mirano a facilitare l'applicazione nelle scuole professionali e sono entrate in vigore il 1° maggio 2015. Il piano di formazione riveduto sarà pubblicato nell'elenco delle professioni e sul sito dell'Unione dei trasporti pubblici.

13.05.2015

UST: statistica 2014 della formazione professionale di base

Secondo le cifre (francese/tedesco) dell'UST, nel 2014 290'000 giovani hanno seguito una formazione professionale di base in Svizzera. Di questi, 80'000 hanno iniziato la formazione e 68'000 l'hanno conclusa. Le tabelle base dell'UST offrono inoltre una panoramica generale della maturità professionale (14'000 attestati rilasciati), della maturità specializzata (2300 attestati rilasciati) e della maturità liceale (18'400 attestati rilasciati).

13.05.2015

Guida per la formazione pratica FPra

L'Ufficio federale delle assicurazioni sociali ha pubblicato delle raccomandazioni relative al miglioramento della prima formazione professionale. Un gruppo di lavoro ha quindi elaborato una proposta di ottimizzazione sotto forma di aiuto all'orientamento per lo svolgimento di formazioni professionali semplici. La guida (francese/tedesco) per la consulenza e l'accompagnamento dei giovani nella formazione pratica FPra è rivolta in particolare agli uffici AI e alle istituzioni INSOS. Si veda anche la risposta del Consiglio federale (tedesco) alla Petizione "Formazione professionale per tutti".

13.05.2015

Le scuole svizzere all'estero possono offrire la formazione professionale

La nuova Legge federale sulla diffusione della formazione svizzera all'estero ha gettato le basi per allargare l'offerta sovvenzionata dalla Confederazione. È prevista la creazione di un piano d'insegnamento. Il sistema di formazione duale riscontra un crescente interesse all'estero e presso la Confederazione gode dello status di priorità strategica nella collaborazione internazionale nel campo dell'educazione.
swissinfo.ch (tedesco)

13.05.2015

Qualità e feedback sono i temi della nuova edizione di Folio

Il tema dell'edizione di aprile della rivista per gli insegnanti della scuola professionale "Folio" (tedesco), pubblicata da BCH/FPS, sono la qualità e il feedback. Gli autori si confrontano con le seguenti questioni:
- Che senso hanno i label di qualità?
- In che modo la scuola professionale e le oml organizzano e valorizzano i feedback interni ed esterni?
- Cosa significa la qualità nella formazione professionale per la persona in formazione?

13.05.2015

ASP Zurigo: nuova pubblicazione

La sezione livello secondario II / formazione professionale dell'ASP di Zurigo ha pubblicato in collaborazione con la casa editrice hep-Verlag la serie "Didaktische Hausapotheke" (farmacia didattica). Recentemente è apparso il volume "Sprache und Kommunikation an der Berufsfachschule" (Lingua e comunicazione alla scuola professionale). Il primo volume "eLehrmittel im Unterricht an Berufsfachschulen" (eDidattica alla scuola professionale) illustra cosa significa insegnare e imparare con l'aiuto di materiali digitali e mostra le molteplici funzionalità di questi mezzi. La guida è dedicata all'inserimento, ai vantaggi didattici, ai problemi di insegnanti e allievi e agli esami nel mondo digitale.

13.05.2015

Campagna per i diritti delle persone in formazione

La Gioventù socialista (GS) ha lanciato una campagna nazionale (francese/tedesco) per i diritti delle persone in formazione. La GS richiede una maggiore protezione e condizioni di lavoro migliori per le persone in formazione nonché la possibilità per le stesse di partecipare attivamente alle decisioni.

13.05.2015

BE: compensazione degli svantaggi alla scuola d'arti e mestieri GIBB

La pubblicazione "Education 2.15" del Canton Berna dedica un articolo alla compensazione degli svantaggi (pagg. 38-40). La scuola d'arti e mestieri GIBB di Berna offre da anni percorsi mirati a giovani portatori di handicap. In base alle esperienze fatte, la GIBB ha recentemente approvato una strategia e nuove direttive relative alla compensazione degli svantaggi dovuti agli handicap.

Formazione professionale superiore e continua

13.05.2015

Regolamenti d'esame in consultazione

Le organizzazioni del mondo del lavoro competenti hanno sottoposto alla SEFRI i disegni dei regolamenti concernenti l'esame di professione di specialista in cinestetica applicata con attestato professionale federale e l'esame professionale superiore di maestro spazzacamino.
Foglio federale del 12 maggio 2015.

13.05.2015

Il ruolo dell'UE nella formazione continua: delegazione svizzera a Bruxelles

Una delegazione composta da rappresentanti della Federazione svizzera per la formazione continua e della Conferenza intercantonale per la formazione continua ha visitato Bruxelles per meglio comprendere la politica europea della formazione continua e meglio conoscere i diversi programmi, progetti e attori attivi a livello europeo. Florence Balthasar, consulente europea di SwissCore, sottolinea nella sua presentazione la necessità di collaborare con le reti europee.
Comunicato stampa (tedesco)

13.05.2015

Formazione generale e scuole universitarie

13.05.2015

Fatti e discussioni sugli studi di medicina

Le iscrizioni per l'anno accademico 2015/16 ai cicli di studio della facoltà di medicina dell'Università di Basilea superano del 391% la disponibilità di posti di studio. Il Consiglio di Stato ha pertanto approvato l'applicazione del numerus clausus. Entro il 2017 la Conferenza svizzera delle scuole universitarie (CSSU) vuole definire in un rapporto i costi degli studi di medicina. Il rilevamento è complesso dal momento che il calcolo deve includere teoria, formazione clinica in ospedale e ricerca. Quale misura contro la carenza di medici, il Canton San Gallo sta valutando l'introduzione di un ciclo di studio master rispettivamente di una facoltà di medicina propria.
Comunicato stampa SG

13.05.2015

Più studenti all'ETHZ e all'EPFL

Secondo un rapporto del Consiglio dei PF, gli studenti e i dottorandi iscritti presso i due politecnici federali nel 2014 erano 28'537 (2013: 28'046), il che corrisponde a un nuovo valore massimo. Nel giro di dieci anni il numero di studenti e dottoranti è aumentato oltre il 50%. L'aumento del 2014, pari all'1,8%, è stato però minore rispetto a quello registrato negli anni precedenti.
Comunicato stampa

13.05.2015
13.05.2015

ZH: più studenti all'alta scuola pedagogica

Nell'autunno 2015 saranno 769 le matricole iscritte all'Alta scuola pedagogica di Zurigo. La domanda è forte soprattutto per il livello elementare / prescolastico (34% in più rispetto all'anno scorso); al livello secondario II si registra un aumento del 18%. Si aggiungeranno 40 nuovi studenti provenienti da altri settori, che hanno già iniziato gli studi; altri 60 cominceranno l'autunno successivo.
Comunicato stampa

Orientamento

13.05.2015

Opuscoli sulla promozione accademica

Due nuove pubblicazioni (tedesco) forniscono informazioni e suggerimenti su importanti fasi del percorso accademico e del passaggio dal periodo di studio al dottorato, fino al postdottorato e alla cattedra. Gli opuscoli sono pubblicati dall'organizzazione Mentoring Deutschschweiz, finanziata dalle Università dei Cantoni BE, BS, FR, LU, TI, SG e ZH.

13.05.2015

Edizioni CSFO: guida al riconoscimento dei diplomi

Le procedure per il riconoscimento di un titolo estero in Svizzera sono complesse e differiscono in base al tipo di diploma, al paese d'origine e alla professione scelta. La guida "Faire reconnaître son diplôme" spiega il funzionamento della procedura di riconoscimento e i passi da compiere. Questi ultimi sono illustrati dalle testimonianze di tre persone che descrivono i loro percorsi e raccontano come hanno ottenuto l'equipollenza. Rivolto ai migranti, l'opuscolo può rivelarsi uno strumento utile anche per i professionisti dell'orientamento e dell'integrazione, in quanto regolarmente confrontati a questa realtà. La nuova pubblicazione è disponibile in francese e può essere ordinata tramite il web shop del CSFO.

13.05.2015

BE: nuova struttura per il BSLB

Il Servizio di orientamento professionale, universitario e di carriera (BSLB) del Canton Berna ha una nuova struttura, una nuova immagine e un nuovo nome: BIZ Berufsberatungs- und Informationszentren Kanton Bern (Centri di orientamento professionale d'informazione del Canton Berna). Questi centri si articolano in una struttura a matrice: i responsabili dell'esercizio degli otto BIZ e dei loro dipendenti sono tuttora i direttori regionali. I responsabili degli ambiti di competenza Orientamento professionale (Berufsberatung), Organizzazione della carriera (Laufbahngestaltung) e Infoteche (Infotheke), sono in parte competenti per lo sviluppo contenutistico dei prodotti in tutto il Cantone. Le direzioni regionali e i responsabili degli ambiti di competenza sono rappresentati nella direzione generale.

13.05.2015

ZH: nuovo servizio e progetto sulla comprensione della consulenza

Un gruppo di progetto del Centro d'orientamento di Zurigo (LBZ) ha elaborato il documento "Beratugsversändnis und -gestaltung" (Organizzazione e comprensione della consulenza). Il documento tratta basi legali, norme deontologiche, la concezione dell'uomo, l'approccio alla consulenza e il processo di consulenza. Nel nuovo servizio interno "Beratung und Diagnostik" (Consulenza e diagnostica) del LBZ vengono curati e sviluppati strumenti e capacità di diagnosi e di consulenza. Con questo si vuole migliorare e garantire la qualità della consulenza.

Mercato del lavoro

13.05.2015

Rapporto SECO sulle misure collaterali

Secondo l'ultimo rapporto della SECO sulle misure collaterali, le commissioni tripartite hanno segnalato infrazioni presso i datori di lavoro svizzeri nel 10% dei controlli alle aziende e nel 7% dei controlli alle persone. "Questo dimostra che la protezione delle condizioni salariali e lavorative funziona", commentano i direttori dell'economia pubblica e le autorità del mercato del lavoro. Nel rapporto, Travail.Suisse vede la conferma che in Svizzera il dumping salariale è una realtà; l'Unione sindacale svizzera parla di "molti casi di dumping". Complessivamente sono state controllate le condizioni salariali e lavorative di più di 40'000 imprese e 159'000 persone.

13.05.2015

Conferenza nazionale dedicata ai lavoratori in età avanzata: le misure adottate

La conferenza nazionale dedicata ai "lavoratori in età avanzata" si è svolta il 27 aprile scorso in presenza delle parti sociali e dei Cantoni. Nel corso della giornata, la SECO ha ribadito che in Svizzera la quota di persone attive fra i 55 e i 64 anni è del 74%, vale a dire ai vertici della classifica internazionale. I disoccupati in età avanzata trovano però un nuovo posto di lavoro molto meno rapidamente degli altri. Le misure convenute in quest'occasione concernono in particolare l'ulteriore ottimizzazione degli URC, il proseguimento dei programmi di integrazione più efficaci e il rafforzamento della formazione continua.
Comunicato stampa

13.05.2015

Nuovo CCL per il settore del lavoro temporaneo

A partire dal 2016, per il settore del lavoro temporaneo è previsto un nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL). È quanto comunica l'associazione Swissstaffing. Per i prossimi tre anni, le parti sociali hanno convenuto di aumentare gradualmente i salari minimi. In futuro le aziende che collocano e quelle che impiegano manodopera temporanea avranno più margine di manovra nella pianificazione degli impieghi. Le parti sociali richiedono al Consiglio federale la dichiarazione di obbligatorietà generale affinché il CCL possa entrare in vigore il 1° aprile 2016 nel quadro di una regolare procedura di approvazione.

Integrazione professionale

13.05.2015

sozialinfo.ch porta avanti il servizio media "Hälfte / Moitié"

Il servizio media "Hälfte / Moitié" viene ora pubblicato dalla segreteria di sozialinfo.ch. sozialinfo.ch è anche responsabile dell'amministrazione dei membri dell'Associazione per la giustizia sociale (Association pour la justice sociale), la cura del sito web haelfte.ch e i compiti di segretariato. L'associazione sozialinfo.ch esiste da 12 anni e gestisce un portale Internet dedicato al settore sociale svizzero, che fornisce informazioni e conoscenze tecniche per organizzazioni e professionisti del settore. Negli ultimi anni si è costantemente lavorato alla programmazione di uno strumento di ricerca e di un indice analitico che oggi permette ai membri la ricerca con parole chiave tra le innumerevoli informazioni.

13.05.2015

Manifestazioni: giovani beneficiari AI, "modello f", COSAS

Ogni anno l'AI versa circa 1,2 miliardi di franchi per assicurati al di sotto dei 20 anni. "Giovani: formazione anziché rendita" ("Jugendliche: Ausbildung statt Rente"), questo il titolo della Conferenza degli uffici AI (francese/tedesco) che si terrà il prossimo 22 maggio presso l'albergo NH di Friburgo.
Un altro evento relativo al tema della carenza di personale specializzato tratta i tipi di formazione continua mirati secondo il "modello f" e "Informa". L'evento avrà luogo a Berna il 20 maggio 2015 dalle 14.15 alle 16.45.
"Aiuto sociale: quo vadis?" è invece il titolo dell'Assemblea dei membri (francese/tedesco) della Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale (COSAS), il cui invito è però rivolto a tutti.

13.05.2015

GE: valutazione della reintegrazione dei disoccupati che hanno esaurito il diritto alle indennità

La Corte dei conti di Ginevra ha valutato la politica di integrazione dei disoccupati che hanno esaurito il diritto alle indennità, il cui dispositivo è stato recentemente riformato. Il bilancio è modesto. Il rapporto dimostra che l'aumento della reintegrazione nel mercato del lavoro è maggiormente legato al miglioramento del profilo dei disoccupati che alle riforme intraprese. La Corte dei conti di Ginevra nota inoltre che troppo poche persone (un quinto) che hanno esaurito il diritto alle indennità hanno accesso a misure di integrazione, mentre è raddoppiato il numero delle persone che fa ricorso all'aiuto sociale e di quelle che esercitano impieghi poco remunerati.
Comunicato stampa

13.05.2015

ZH: il Cantone si attiene alle direttive COSAS

Il Canton Zurigo organizza l'aiuto sociale sempre in base alle raccomandazioni delle direttive COSAS (Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale). Il Consiglio di Stato ha respinto una mozione che aveva richiesto l'abrogazione delle direttive e la creazione di calcoli dell'aiuto sociale propri. Il Consiglio di Stato zurighese aveva messo in guardia contro una concorrenza negativa tra i Cantoni nell'ambito dell'aiuto sociale. Nel settembre 2015 la COSAS approverà direttive parzialmente rivedute e raccomanderà ai Cantoni di attuarle a partire dal 1° gennaio 2016.
Comunicato stampa della COSAS (francese/tedesco)

Varie

13.05.2015

CSSI: raccomandazioni per il livello terziario

Nella sua pubblicazione "Die Tertiärstufe des Schweizer Bildungssystems" (Il livello terziario del sistema educativo svizzero), il Consiglio svizzero della scienza e dell'innovazione (CSSI) ha formulato considerazioni e raccomandazioni concernenti il settore universitario (livello terziario A) e quello della formazione professionale superiore (livello terziario B). Avendo constatato che i compiti e i profili dei diversi istituti di formazione al livello terziario si uniformano sempre di più, il CSSI sottolinea che è importante mantenere le differenziazioni tra livello terziario A e B e tra i diversi tipi di scuola universitaria.

13.05.2015

UST: formazioni cantonali e spesa pubblica

L'UST pubblica un inventario delle formazioni cantonali per l'anno 2014. Si tratta di una guida (francese/tedesco) alla ripartizione della spesa pubblica per l'educazione, dal livello prescolastico alle scuole universitarie. L'opera cataloga le formazioni pubbliche e private sovvenzionate impartite in ogni Cantone allo scopo di garantire la comparabilità delle spese di formazione sia a livello nazionale che internazionale.

13.05.2015

GE: constatazioni, cifre e statistiche sull'educazione

Due recenti pubblicazioni permettono di misurare l'evoluzione della situazione nel campo dell'educazione nel Canton Ginevra. l'Ufficio per l'orientamento, la formazione professionale e continua di Ginevra ha appena pubblicato il documento "Constats et données chiffrées 2015" (Constatazioni e cifre 2015). Tra le novità di questa edizione, si trova una tavola sull'evoluzione dei contratti di tirocinio nell'arco di 25 anni. Il documento "Mémento statistique de l'éducation à Genève" (Riassunto statistico dell'educazione a Ginevra; edizione 2014) offre invece una panoramica sull'insegnamento pubblico: allievi, evoluzione degli effettivi, insegnanti, strutture, titoli rilasciati, costi per allievo e per livello d'insegnamento.