Newsletter del 13.06.2012

Notizie di attualità del 13.06.2012

Formazione professionale di base

13.06.2012

Costi e benefici della formazione professionale di base

La formazione professionale di base è mediamente interessante per le aziende formatrici già durante il periodo di formazione. Questo è quanto rivela uno studio del centro di ricerca per l'economia della formazione dell'Università di Berna. Questo conferma i risultati tratti da due indagini precedenti. Oltre alle informazioni ricevute da 2500 aziende formatrici sono state valutate anche 10 000 aziende non formatrici. Confrontando le aziende formatrici a quelle non formatrici, è stato possibile definire i punti a favore e quelli a sfavore della formazione professionale di base. Le conclusioni tratte dallo studio potranno contribuire a rafforzare la formazione svizzera duale orientata alla pratica e al mercato del lavoro. Studio Stefan Wolter, uno degli autori dello studio, pubblicherà un articolo in merito nella prossima edizione della rivista PANORAMA (francese/tedesco) del 22 giugno.

13.06.2012

UST: statistica sulla formazione professionale

L'Ufficio federale di statistica (UST) ha pubblicato la statistica sulla formazione professionale di base 2011. L'anno scorso 71 787 giovani hanno concluso la formazione professionale; di 66 473 persone in formazione triennale o quadriennale, 60 279 hanno ottenuto l'AFC (tasso di riuscita 91%). Nel corso dell'anno scorso il numero di persone in formazione CFP è passato da 3690 a 4026 unità, di cui quasi il 40% lavora nel commercio al dettaglio.
News Mail Formazione e scienza

13.06.2012

Ordinanze: consultazione e indagine conoscitiva

Le prescrizioni per la formazione di falegname CFP entrate in vigore nel 2006 dovranno essere aggiornate. Ora si vuole offrire la formazione con gli indirizzi "falegnameria" e "costruzione di finestre". L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha aperto l'indagine conoscitiva per la modifica dell'ordinanza sulla formazione professionale e del piano di formazione. Se non vi sarà alcuna reazione contraria entro il 6 luglio 2012, l'UFFT riterrà che le modifiche siano state approvate. L'UFFT ha inoltre aperto la consultazione dell'ordinanza sulla formazione professionale di micromeccanico AFC. La consultazione dura fino al 31 agosto 2012.
Ulteriori informazioni

13.06.2012

Modifiche di due piani di formazione

Durante la preparazione della procedura di qualificazione per gli assistenti dentali AFC si è constatato che l'impiego della documentazione dell'apprendimento e delle prestazioni nell'ordinanza e nel piano di formazione è stato regolamentato in due modi diversi. Si è quindi rivelato necessario l'adattamento del piano di formazione per garantire un impiego della documentazione degli apprendimenti e delle prestazioni uguale per tutti durante il lavoro pratico della procedura di qualificazione. La modifica è entrata in vigore il 1° giugno 2012 e vale per la procedura di qualificazione a partire dal 1° gennaio 2013. Il nuovo piano di formazione sostituisce quello del 20 agosto 2009 e sarà presto disponibile sul sito della Società svizzera odontoiatri SSO. Inoltre è stato aggiornato il piano di formazione per la professione di operatore in automazione AFC nell'ambito dell'esame parziale. La modifica vale per coloro che hanno iniziato la formazione dopo il 1° gennaio 2010. Il piano di formazione aggiornato sarà disponibile fra qualche settimana sul sito di Swissmem.

13.06.2012

Si è spento Otto Ineichen, promotore della formazione professionale

L'imprenditore Otto Ineichen (1941-2012), nella sua funzione di Consigliere nazionale ha promosso la formazione professionale con grande impegno. Con la creazione della Fondazione Speranza (francese/tedesco) ha voluto dare un'opportunità ai giovani svantaggiati permettendo loro l'accesso alla formazione professionale. Negli ultimi tempi, Otto Ineichen si impegnava per la creazione di asili nido e per i lavoratori over 50. Otto Ineichen si è spento lo scorso 6 giugno.

13.06.2012

Uscita della Guide romand de la formation professionnelle

Dalla primavera dell'anno scorso la borsa del lavoro losannese Jobtic pubblica regolarmente una guida della formazione professionale Guide romand de la formation professionnelle che risponde a domande fondamentali concernenti la formazione professionale e continua. Ora è uscito il 4° numero. La guida è pubblicata in una tiratura di 100 000 esemplari e distribuita gratuitamente. Alcuni articoli vengono approfonditi nella rivista Jobticmag. La gamma delle pubblicazioni è completata da una Newsletter.

13.06.2012

GE: parità per i liceali e le persone in formazione professionale

Il Consiglio di Stato ginevrino ha approvato all'intenzione del Gran Consiglio un progetto di legge sulle borse e i prestiti di studio. Il progetto di legge elimina la disuguaglianza che c'era nel trattamento tra i liceali e le persone in formazione professionale introducendo il concetto di parità. Inoltre, il progetto di legge promuove l'armonizzazione intercantonale riprendendo un sistema applicato anche in altri Cantoni.
Comunicato stampa

13.06.2012

JU: nuova piattaforma Formation-Emploi

Per accordare meglio i bisogni delle imprese al sistema della formazione, il Canton Giura ha creato una piattaforma per la formazione, l'economia e l'impiego che ha il triplo obiettivo di garantire un cambio generazionale di qualità sul mercato del lavoro, sostenere le persona già formate e creare una strategia regionale per valorizzare le professioni tecniche. Il governo giurassiano ha recentemente designato responsabile della piattaforma Jean-Frédéric Anker.
Comunicato stampa

13.06.2012

JU: Novità per il fondo di sostegno alle formazioni professionali

Nel suo rapporto d'attività per il 2011, il Fondo di sostegno alle formazioni professionali del Canton Giura (FSFP) enumera le prestazioni versate d'ufficio e le prestazioni assegnate su domanda. Visto l'esito dei primi esercizi e del capitale disponibile, il Consiglio di direzione dell'FSFP ha deciso di sviluppare nuove prestazioni. Si tratterà in particolare di misure riguardanti la validazione delle competenze acquisite. Il Canton Giura intende anche sostenere le procedure che mirano a garantire il ricambio generazionale di manodopera qualificata nelle aziende locali che operano nell'orologeria, nella meccanica, nella metallurgia e nella microtecnica. L'FSFP sarà probabilmente sollecitato a sostenere misure di valorizzazione delle professioni tecniche.
Comunicato stampa

13.06.2012

Germania: Rete per la formazione professionale all'estero

L'entrata in scena di Edxance segna di fatto la creazione di un marchio comune tedesco per la cooperazione internazionale nell'ambito della formazione professionale. Con Evadance, sarà possibile interconnettere attori esteri statali, parastatali o dell'economia privata. La piattaforma d'informazione e del sapere è una misura di marketing che segue l'obiettivo di rendere più visibile l'offerta tedesca sul fiorente mercato internazionale della formazione. Evadance propone un ampio calendario di manifestazioni nel campo della cooperazione per la formazione professionale. È inoltre prevista la creazione di una banca dati sui progetti lanciati nei diversi paesi partner. L'iniziativa è nata sotto l'egida del Ministero tedesco della formazione e della ricerca (BMBF) e del Ministero tedesco della cooperazione e dello sviluppo economico (BMZ).

Formazione professionale superiore e continua

13.06.2012

Regolamenti in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno sottoposto all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) i regolamenti concernenti gli esami di professione di: - capo giardiniere (tutte le specializzazioni) con attestato professionale federale (APF) - tecno-poligrafo con attestato professionale federale (APF) - capo costruttore di binari (tutte le specializzazioni) con attestato professionale federale (APF)
Foglio federale del 5 giugno 2012

13.06.2012

Austria: grande partecipazione alla formazione professionale continua

La pubblicazione Formazione in cifre 2010/11 Bildung in Zahlen di Statistik Austria ci mostra la situazione austriaca dei vari campi della formazione andando dal campo scolastico e universitario, alla formazione degli adulti, ai curricoli di formazione, al livello di formazione, fino ai dati della spesa pubblica per la formazione. È da notare il grande impegno per la formazione professionale continua da parte dell'economia: in Austria l'81% delle aziende sono attive nella formazione continua, a livello europeo l'Austria si classifica quindi al terzo posto. La partecipazione alla formazione continua in Austria supera la media europea, in testa troviamo la Danimarca.
Ulteriori informazioni

Formazione generale e scuole universitarie

13.06.2012

Pubblicazione "Studying in Switzerland: Universities 2012"

La Conferenza dei Rettori delle Università Svizzere (CRUS) ha pubblicato l'opuscolo Studying in Switzerland: Universities 2012 che sarà distribuito in occasione di fiere internazionali e, su richiesta, inviato a rappresentanti svizzeri all'estero o ad altri interessati. Il Consiglio delle scuole universitarie professionali e la Conferenza svizzera delle rettrici e dei rettori delle alte scuole pedagogiche pubblicano opuscoli simili.
Ulteriori informazioni (francese / tedesco)
Opuscolo in formato PDF

13.06.2012

La Swisscom favorevole alla cattedra per la sicurezza nell'informazione

L'ETH di Zurigo ha creato una nuova cattedra per la sicurezza nell'informazione. La Swisscom sostiene la cattedra con una donazione di 10 milioni di franchi. L'obiettivo del partenariato tra l'ETH di Zurigo e la Swisscom è quello di rafforzare la ricerca in ambito della sicurezza nell'informazione in Svizzera e di promuovere lo scambio specialistico tra il settore della ricerca e l'economia. La cattedra è stata assegnata ad Adrian Perrig, finora professore alla Carnegie Mellon University.
Comunicato stampa

13.06.2012

Ritratto delle professoresse dell'Università di Zurigo

Nel quadro del progetto Frauen in der Wissenschaft (Donne nella scienza) la commissione per la parità dell'Università di Zurigo ha tracciato il ritratto delle professoresse dell'accademia. I ritratti danno l'opportunità di vedere la vasta gamma di campi di ricerca delle professoresse e mostrano i vari curricoli e le carriere possibili. Inoltre vengono indicati i loro successi e le sfide che hanno affrontato nel corso della carriera. I ritratti sono disponibili sul sito della commissione per la parità. Sul sito possono inoltre essere ordinati gratuitamente gli esemplari cartacei.

Orientamento

13.06.2012

Settimane di studio sul sostegno alla scelta professionale

"Schweizer Jugend forscht", in collaborazione con alcune università e scuole universitarie professionali, offre diverse settimane di studio, per ora nel campo delle scienze naturali e della tecnica. L'offerta prevista per l'anno scolastico 2012-13 riguarda i temi seguenti: informatica, piazza finanziaria, globalizzazione, biologia comportamentale, chimica e scienza dei materiali, biologia e medicina, osservazione della natura.
Flyer

13.06.2012
13.06.2012

NE: prima "Notte dell'apprendistato"

Il Canton Neuchâtel lancia una nuova iniziativa per promuovere la formazione professionale: la "Notte dell'apprendistato". Questo nuovo concetto che s'ispira allo "speed dating" dovrebbe favorire l'incontro tra le persone in formazione e i loro futuri datori di lavoro. In occasione della "Notte dell'apprendistato" del 15 giugno, le aziende formatrici potranno presentarsi e descrivere il profilo dei posti disponibili. I giovani disporranno a loro volta di dieci minuti per convincere i possibili datori di lavoro, parlando della loro motivazione per la professione scelta. I giovani potranno inoltre consegnare il loro curriculum vitae, affinché possano essere invitati a uno stage o a un colloquio in azienda e, se tutto va bene, all'eventuale firma di un contratto di tirocinio.
Comunicato stampa

Mercato del lavoro

13.06.2012

Accordo risicato per una commissione del CN sulla parità salariale

Con 12 voti favorevoli, 10 contrari e 2 astensioni, la Commissione dell'economia e dei tributi del Consiglio nazionale ha deciso di dare seguito all'iniziativa per la creazione di una commissione indipendente incaricata di realizzare le basi legali per la parità salariale. Il dialogo tra i partner sociali non ha portato ai risultati auspicati e, per questa ragione, è necessario ricorrere ad altre soluzioni atte a realizzare il principio costituzionale.
Comunicato stampa (francese / tedesco)

13.06.2012

Seco: bilancio positivo per i primi dieci anni della libera circolazione

L'Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALC) tra la Svizzera e l'Unione europea è in vigore da dieci anni. L'introduzione della libera circolazione delle persone ha sicuramente incentivato i flussi migratori dalla zona UE/AELS. Secondo i dati della Segreteria di Stato dell'economia, l'apertura del mercato del lavoro ha contribuito notevolmente alla crescita economica e occupazionale in Svizzera. Gli indicatori a disposizione evidenziano un'altissima capacità ricettiva del mercato del lavoro svizzero. Il tasso d'occupazione è cresciuto sia fra i cittadini degli Stati UE 27/AELS sia fra gli svizzeri. Due studi separati appureranno l'eventuale esclusione di determinati gruppi sociali dal mercato del lavoro a causa dell'immigrazione e la pressione esercitata sui salari d'ingresso.
Comunicato stampa

13.06.2012

Aumenta il dumping salariale

Nello scorso anno, si è riscontrato una maggiore tendenza al dumping salariale nei rami professionali in cui non sono applicati i salari minimi. Questa valutazione emerge dai controlli effettuati nell'ambito delle misure d'accompagnamento. Le infrazioni salariali rispetto al numero dei controlli effettuati sono salite dal 6% del 2009 e dall'8% del 2010, fino all'11% registrato nel 2011. Il picco delle infrazioni si è riscontrato nell'industria (18%) per il 2011.
Rapporto dell'Unione sindacale svizzera

13.06.2012

Prospettive per i tecnici in radiologia medica

Su mandato dell'Associazione svizzera dei tecnici in radiologia medica (ASTRM), tre ricercatori della Scuola universitaria sanitaria del Canton Vaud (HESAV) hanno analizzato il mercato del lavoro della professione in tre settori: radiodiagnostica, radio-oncologia e medicina nucleare. Questa ricerca si è rivelata opportuna tanto più che, praticamente, non esistevano finora dati statistici esaurienti per la Svizzera. Lo studio documenta aspetti legati ai profili dei tecnici in radiologia medica, ai diversi generi d'occupazione e d'attività, alla durata di vita professionale, all'identità e alla soddisfazione sul lavoro, così come all'assunzione e alla penuria di personale. Vi sono pure raccomandazioni in materia di formazione e di valorizzazione della professione e del suo statuto.

13.06.2012

Travail Suisse esige 4 settimane di congedo paternità

L'amministrazione pubblica è più aperta al congedo paternità rispetto al settore privato. Nonostante alcuni miglioramenti, l'associazione mantello dei sindacati Travail Suisse esige 4 settimane di congedo paternità per tutti i lavoratori. Secondo Travail Suisse, 13 Cantoni hanno già adottato un congedo paternità di almeno 5 giorni, tra di essi tutte le amministrazioni cantonali della Svizzera occidentale. Le amministrazioni comunali delle città sono tra le più generose. Le prime in classifica sono Ginevra, Losanna e Berna che concedono 4, rispettivamente 3 settimane di congedo ai neopapà. Ma l'amministrazione più favorevole alle famiglie è quella federale, in particolare per gli assegni familiari.
Inchiesta di Travail Suisse (francese / tedesco)

Integrazione professionale

13.06.2012

In aumento le prestazioni sociali legate al bisogno

Nel 2009 la Confederazione, i Cantoni e i Comuni hanno destinato circa 10,7 miliardi di franchi alle prestazioni sociali legate ai bisogni, 457 milioni di franchi in più rispetto all'anno precedente (+4,5%). Nel 2010 le spese hanno conosciuto una crescita ulteriore di 11,6 miliardi di franchi, per un incremento in termini nominali dell'8,2%. La gran parte di questo importo è da ricondurre per un terzo all'aumento delle spese dovute alla riduzione dei premi delle casse malati, un ulteriore 20% alle prestazioni complementari all'assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti, all'assicurazione per l'invalidità (PC) e all'aiuto sociale.
Comunicato stampa

13.06.2012

Una persona su quindici beneficia dell'AI

L'assicurazione invalidità contava l'anno scorso 450 000 beneficiari, di cui 250 000 uomini e 200 000 donne. 410 000 persone sono residenti in Svizzera. La probabilità di percepire l'AI era del 6,4%, considerando che però vi sono grandi differenza in base all'età e al sesso. Dei beneficiari AI residenti in Svizzera, il 57% percepiva un'indennità e il 48% partecipava a una misura di reinserimento (è possibile combinare l'indennità alla misura di reinserimento). Le spese per le indennità ammontavano a 6,4 miliardi di franchi, mentre quelle per le misure di reinserimento a 1,5 miliardi di franchi.
Statistica AI (francese / tedesco)

13.06.2012

La grande disoccupazione giovanile persiste

Nel rapporto Tendances mondiales de l'emploi des jeunes (tendenza mondiale dell'impiego dei giovani), l'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) per il 2012 prevede 75 milioni di giovani disoccupati tra i 15 e i 24 anni. Secondo l'OIL il tasso mondiale della disoccupazione giovanile, giunto al 12,7% è rimasto bloccato al suo livello più alto dagli inizi della crisi e non dovrebbe diminuire prima del 2016. L'attività dei giovani dipende da fattori economici e da valori sociali, culturali e normativi e varia molto da regione a regione. I giovani prolungano il periodo degli studi, molte donne rinunciano al mercato del lavoro e i "senza impiego e formazione" aumentano. Inoltre molti giovani si ritrovano intrappolati in una situazione lavorativa di scarsa produttività, temporanea o a tempo parziale che non corrisponde alle loro aspirazioni.
Riassunto del rapporto (francese / inglese)

Varie

13.06.2012

Aggiornata la raffigurazione del sistema educativo svizzero

La versione elettronica del sistema educativo svizzero è stata aggiornata dalla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione CDPE e dal server educa.ch. La panoramica pubblicata in cinque lingue parte dal livello prescolastico e finisce alla formazione continua. La rappresentazione dei vari livelli, curricoli e provvedimenti è completata da una serie di link che portano alle basi legali, alle istituzioni competenti e ai media di interesse.