Newsletter del 15.08.2012

Notizie di attualità del 15.08.2012

Formazione professionale di base

15.08.2012

UFFT: nuovo capo Questioni di fondo e politica

Katrin Frei sostituisce a Daniel Duttweiler in veste di capo Questioni di fondo e politica presso l'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT). Nel corso della sua carriera Katrin Frei ha avuto occasione di fare esperienze variegate nel campo della formazione professionale in diverse funzioni, ad esempio nella formazione professionale presso le FFS, all'Ufficio cantonale della scuola e della formazione professionale del Canton Zurigo, all'Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale (IUFFP) e all'UFFT.

15.08.2012

Ordinanze emanate e in consultazione

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha emanato le ordinanze sulla formazione professionale di armaiolo AFC e coltellinaio AFC. Le due ordinanze entreranno in vigore il 1° gennaio 2013. L'UFFT ha inoltre approvato le modifiche dei piani di formazione di policostruttore AFC e addetto alle policostruzioni CFP. Le modifiche sono entrate in vigore il 1° agosto 2012. Le modifiche dell'ordinanza e del piano di formazione della professione di meccanico di produzione AFC sono entrate in vigore il 1° luglio 2012. I documenti adattati saranno disponibili fra qualche settimana nell'elenco delle professioni. I documenti relativi alla consultazione sull'ordinanza sulla formazione professionale e il piano di formazione per la professione di lattoniere isolatore AFC possono essere consultati sul sito UFFT.

15.08.2012

Indagine conoscitiva: modifiche nel piano di formazione degli spazzacamini AFC

Il piano di formazione degli spazzacamini è in vigore dal 1° gennaio 2011. In fase di preparazione delle prime procedure di qualificazione gli esperti del settore hanno constatato che, per quanto riguarda le posizioni relative al «lavoro pratico», del profilo di qualificazione in alcuni punti la terminologia non rispecchia quella utilizzata nella prassi oppure non viene definita. Le posizioni 1-4 sono quindi state modificate. La proposta di modifica è stata approvata dalla Commissione svizzera per lo sviluppo professionale e la qualità. In assenza di una risposta entro il 31 agosto 2012, verranno ritenute approvate le modifiche proposte.
Piano di formazione modificato

15.08.2012

Tavola rotonda per la maturità professionale

In occasione del 25° giubileo, la Società svizzera per la ricerca applicata in materia di formazione professionale (SGAB) ha organizzato un incontro per discutere della maturità professionale dal punto di vista dei vari operatori. L'attenzione è stata posta in particolare sulla messa in pratica e sui suoi potenziali. Un riassunto della manifestazione del 15 giugno 2012 e i commenti di sette esperti sono disponibili sul sito.
Ulteriori informazioni

15.08.2012

Tavola rotonda scuole professionali: nuovo presidente

Claude-Alain Vuille, direttore del centro di formazione professionale di Neuchâtel e presidente della Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori delle scuole professionali ha assunto il ruolo di presidente della Tavola rotonda scuole professionali (TR BS/EP). Claude- Alain Vuille è successore di Esther Ott-Debrunner della Conferenza svizzera delle scuole professionali commerciali. In futuro la TR BS/EP vuole creare dei contatti con le autorità legislative. Al momento la TR BS/EP, in collaborazione con la Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale, sta preparando un simposio sul tema ""Innovazioni nella formazione professionale"" che si terrà il 10 e l'11 settembre 2012.
Ulteriori informazioni

15.08.2012

La quota spaventosamente alta della disoccupazione giovanile in Europa esige misure immediate da parte dei paesi membri dell'Unione europea. È necessario agevolare in particolare il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro. La Commissione europea ha fatto realizzare due studi sugli apprendistati e gli stage nei paesi membri dell'UE. I due studi consigliano che questi due programmi di formazione vengano maggiormente orientati alla richiesta del mercato del lavoro e ai requisiti dell'economia, in modo da offrire ai giovani un livello più elevato di formazione e più opportunità nel mondo del lavoro.
Studio sull'apprendistato (inglese)
Studio sullo stage (inglese)
Riassunto (francese)

15.08.2012

Lussemburgo: riforma della formazione professionale

Il sistema della prima formazione professionale, nonché della formazione professionale continua del Lussemburgo è in fase di ristrutturazione. Il progetto di riforma è accompagnato dall'istituto di pedagogia economica di San Gallo Institut für Wirtschaftspädagogik in collaborazione con l'istituto tedesco per la formazione professionale Bundesinstitut für Berufsbildung Deutschland. In futuro la formazione professionale del Lussemburgo sarà strutturata secondo le competenze e i processi lavorativi, disporrà di qualifiche parziali, seguirà quindi un sistema modulare, e sarà orientata maggiormente ai problemi posti dalla vita professionale e personale.
Ulteriori Informazioni
Relazione

Formazione professionale superiore e continua

15.08.2012

Statistica degli esami finali 2011

L'Ufficio federale di statistica ha aggiornato la tabella sugli esami finali 2011 avvenuti nell'ambito della formazione professionale superiore: esami federali di professione e esami professionali superiori.
Esami finali (francese)

15.08.2012

Regolamenti in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato all'Ufficio federale della formazione professionale (UFFT) il disegno di modifica di regolamento concernente l'esame di professione di fontaniere con attestato professionale federale.
foglio federale del 8 agosto 2012

15.08.2012

FR: lo Stato vuole ottimizzare la formazione continua del personale

Dal 2013 gli impiegati del Canton Friborgo hanno il diritto a tre giorni di congedo pagato all'anno da dedicare alla formazione continua su base volontaria, nel quadro del programma della formazione continua dell'ufficio del personale e dell'organizzazione (POA). Questa misura è parte della nuova ordinanza sulla formazione continua del personale dello Stato. Il Canton Friborgo in questo modo sottolinea la sua intenzione di creare delle condizioni quadro per una maggiore flessibilità e mobilità del personale e per la promozione delle nuove leve.
Comunicato stampa

15.08.2012

Germania: sostegno a chi consegue la formazione professionale superiore

Nel 2011 166 000 persone (tra cui 53 000 donne) hanno ottenuto un sostegno individuale per poter partecipare ai curricoli della formazione professionale superiore. Molti di loro diventeranno lavoratori indipendenti creando quindi posti di lavoro, ha commentato il ministro tedesco della formazione. L'anno scorso le spese per questo tipo di sostegno ammontavano a 539 milioni di euro.
Comunicato stampa

Formazione generale e scuole universitarie

15.08.2012

Il 28% della popolazione svizzera è titolare di un diploma universitario

Nel 2011, in Svizzera, il 15% delle persone con residenza permanente in Svizzera disponevano di un titolo universitario e il 13% di un titolo universitario professionale. Con la quota di titoli universitari si misura la percentuale di persone altamente qualificate nella popolazione in età di lavoro. La percentuale però varia da Cantone a Cantone. L'Ufficio federale di statistica ha così creato una cartina geografica interattiva.
Cartina dei titoli universitari
Cartina dei titoli SUP

15.08.2012

Sono pochi gli studenti in Svizzera che hanno figli

Il 4,8 di chi studia in Svizzera ha figli. In paragone ad altri paesi europei questa percentuale è molto bassa. Chi studia e ha figli deve far fronte a un grande impegno che si ripercuote anche sugli studi; infatti raggiungere il livello di master o partecipare a un soggiorno di studio in questi casi è un obiettivo meno diffuso che nel caso di chi studia e non ha figli. Questo e altri aspetti della conciliabilità di famiglia e studi sono presentati dalla nuova pubblicazione dell'Ufficio federale di statistica. Pubblicazione (francese/tedesco)

15.08.2012

Riconversione all'insegnamento: la CDPE stabilisce i requisiti minimi

La Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) ha stabilito i requisiti minimi per l'accesso alla formazione di insegnante delle persone qualificate in un'altra professione. La riconversione è aperta alle persone che hanno compiuto 30 anni e dispongono di un'esperienza lavorativa di almeno tre anni. Gli istituti di formazione dispongono delle seguenti possibilità per l'ammissione e la formazione di chi desidera riconvertirsi all'insegnamento:
- ammissione "sur dossier" per le persone con un titolo a livello secondario II, ma senza maturità liceale o attestato equivalente;
- validazione delle competenze acquisite in modo non formale che porta a una riduzione del periodo di formazione;
- ripresa di un'organizzazione di formazione che consente di seguire la formazione parallelamente all'attività d'insegnamento a tempo parziale.
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)

15.08.2012

FR: l'insieme delle quattro SUP passa alla Direzione dell'economia

Dal 2014 le quattro scuole universitarie professionali (SUP) del Canton Friborgo potrebbero passare alla Direzione dell'economia e del lavoro. Questo è ciò che recentemente ha deciso il Consiglio di Stato. La situazione che ne deriva è un'eccezione a livello nazionale. Finora le quattro SUP dipendevano da due direzioni diverse: le scuole universitarie professionali della salute e dell'assistenza sociale dipendevano dalla Direzione dell'educazione pubblica, mentre la scuola d'ingegneria e di architettura e la scuola universitaria di gestione dipendevano dalla Direzione dell'economia. Il Consiglio di Stato ha aperto la consultazione del progetto di legge sulla HES-SO/FR.
Comunicato stampa

15.08.2012

Orientamento

15.08.2012

Le opzioni possibili dopo il liceo su www.berufsberatung.ch

Sulla versione tedesca del portale orientamento. ch, berufsberatung.ch, sono ora disponibili nuove informazioni sui curricoli possibili dopo la maturità liceale. Vi sono illustrate le seguenti opzioni: studiare presso una scuola universitaria: università, alta scuola pedagogica, scuola universitaria professionale; studiare presso una scuola specializzata superiore, e curricoli analoghi; fare una formazione professionale di base; seguire un programma di formazione offerto da privati, passaggio diretto al mondo del lavoro; optare per una soluzione transitoria. Ogni rubrica comprende vari link e numerose informazioni. Sul sito in lingua italiana www.orientamento.ch/scuole si ha accesso a una banca dati che fornisce informazioni su tutte le scuole, da quelle d'arti e mestieri a quelle SUP, del Ticino e della Romandia.

15.08.2012

Simposio nazionale sull'informazione e la documentazione 2012

Oltre 100 professionisti hanno partecipato al simposio Fachtagung Information & Dokumentation (I&D) tenutosi a Berna il 28 di giugno scorso. I partecipanti hanno avuto occasione di farsi un'idea sul progetto del nuovo profilo delle competenze per i gestori dell'informazione e della documentazione. Durante il simposio è stato possibile discutere sul tipo e sul livello di formazione dei gestori dell'informazione e della documentazione, valutare il ruolo dei gestori all'interno dei centri di consulenza e lo sviluppo delle competenze nel settore dell'informazione e della documentazione. Una galleria fotografica del simposio è disponibile sul sito del Centro svizzero di servizio Formazione professionale; orientamento professionale, universitario e di carriera.

15.08.2012

Mercato del lavoro

15.08.2012

Gli ultimi sei anni del mercato del lavoro in cifre

Dal 2006 ad oggi l'economia svizzera ha visto, per gran parte del periodo, una crescita positiva, secondo la pubblicazione Indicatori del mercato del lavoro 2012 dell'Ufficio federale di statistica. Essa comprende 60 statistiche concernenti l'attività professionale, le ore di lavoro, la disoccupazione, i posti vacanti, gli aspetti dinamici del mercato del lavoro e la struttura e lo sviluppo dei salari. Durante questi sei anni il numero degli attivi di nazionalità straniera è aumentato tre volte più velocemente che il numero dei lavoratori svizzeri. D'altro canto la terziarizzazione del mercato del lavoro ha persistito, mentre il settore industriale si è rivelato quello più sensibile alle fluttuazioni congiunturali.

15.08.2012

Flessibilità e pressione delle scadenze, due caratteristiche del lavoro in Svizzera

Le persone occupate in Svizzera lavorano in condizioni più flessibili e autonome dei lavoratori dei Paesi UE. D'altra parte, i ritmi di lavoro e la pressione delle scadenze in Svizzera sono superiori alla media e si lamentano più spesso situazioni di mobbing. Dal 2005 le sollecitazioni e i problemi di salute che ne derivano sono aumentati. La quota di donne che occupano posizioni direttive in Svizzera rimane bassa. Questo è quanto emerge da uno studio della Segreteria di Stato dell'edell'economia (SECO), redatto in collaborazione con la Fachhochschule Nordwestschweiz, che mostra gli sviluppi avvenuti tra il 2005 e il 2010.
Comunicato stampa

15.08.2012

CCL 2012: aumento dell'1,1 per i salari effettivi

Le parti sociali firmatarie dei principali contratti collettivi di lavoro (CCL) hanno concordato per il 2012 un aumento nominale dei salari effettivi dell'1,1%, di cui lo 0,7% a titolo collettivo e lo 0,4% a titolo individuale. I salari minimi sono stati aumentati dell'1,4%. Le trattative salariali concluse vedono interessati un milione lavoratori.
Comunicato stampa

15.08.2012

Record di nuove imprese nel 2010

In Svizzera, nel 2010, è stato rivelato un numero record di nuove imprese, ben 12'600, ovvero il 9,8% (+1125) in più rispetto al 2009. Questo incremento significativo è stato rilevato nella maggior parte dei rami, ma in particolare in quello delle costruzioni (+14,6%). Sebbene si noti una tendenza alla crescita (+9,4% rispetto al 2009), la quota di nuove imprese create da sole donne rimane relativamente bassa (17,9%). Questi sono i principali risultati della statistica delle nuove imprese 2010 dell'UST.

15.08.2012

Aggiornato il tasso di disoccupazione

Il tasso di disoccupazione pubblicato dalla Segreteria di Stato dell'economia (Seco) è stato aggiornato, ora si basa sul numero di persone attive rilevate nel 2010, in occasione del censimento federale effettuato dall'Ufficio federale di statistica (UST). Il numero delle persone attive è passato da 3,947 milioni nel 2000 a 4,323 milioni nel 2010. Di conseguenza, il tasso di disoccupazione nei mesi di giugno e luglio ammontava al 2,7% invece che al 2,9%.
Comunicato stampa giugno
Comunicato stampa luglio

15.08.2012

GE: nuove disposizioni sulla disoccupazione

Dal 1° d'agosto 2012 sono in vigore le modifiche della Legge cantonale ginevrina in materia di disoccupazione (LMC) che mirano a un rapido reinserimento nel mondo del lavoro, a una collaborazione più intensa con le aziende e al miglioramento dell'efficienza dell'Ufficio cantonale del lavoro. Inoltre i disoccupati indipendenti ora hanno accesso alle prestazioni d'inserimento della LMC, e i disoccupati vicini alla scadenza delle immunità possono beneficiare di un collocamento di reinserimento allocation de retour en emploi (ARE) o di un impiego di solidarietà. Va notato che la durata dell'ARE, in genere di 12 mesi, da ora sarà di 24 mesi per i disoccupati che hanno compiuto i 50 anni, e che gli ARE potranno essere accordati se un disoccupato trova un impiego in un altro Cantone.
Comunicato stampa

Integrazione professionale

15.08.2012

Le donne sono più spesso soggette alla disoccupazione

Secondo l'Ufficio internazionale del lavoro (ILO), tra il 2001 e il 2011 la quota di disoccupazione femminile in Svizzera, è stata sistematicamente maggiore a quella maschile: l'anno scorso, sempre secondo l'ILO era disoccupato il 4,5% delle donne e il 3,8% degli uomini. Questo è quanto ci rivela un rapporto dell'Ufficio federale di statistica. Il fatto che la quota di disoccupazione femminile sia maggiore a quella maschile è in parte dovuta al fatto che le donne si ritirano più facilmente dal mondo del lavoro per seguire obblighi famigliari. Prima di cominciare la ricerca di un lavoro il 46,9% delle donne non seguiva un'attività lucrativa (per gli uomini la quota ammonta al 29,6%). Questo spiega perché la maggior parte delle donne in cerca d'impiego non fa capo all'ufficio di collocamento.
Rapporto (francese / tedesco)

15.08.2012

Aumentato il numero di richiedenti d'asilo

Il piano d'integrazione e gli effetti della crisi nordafricana sulla Svizzera e sull'Europa sono fra i principali temi del rapporto sulla migrazione 2011. All'aumento del numero di richiedenti a causa della crisi nordafricana sono conseguite difficoltà ricettive presso gli alloggi federali e le strutture cantonali. Nel marzo 2011 il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) ha pubblicato il rapporto sulle misure di accelerazione nel settore dell'asilo, il cui elemento centrale è l'intenzione, a lungo termine, di svolgere la maggior parte delle procedure d'asilo in maniera celere presso appositi centri federali.
Comunicato stampa

15.08.2012

Molti casi di aiuto sociale vengono riaperti

Più di un terzo dei casi di aiuto sociale chiusi nel 2007 ha nuovamente dovute essere riaperto negli anni successivi. Questa è l'informazione principale della Statistica svizzera dell'aiuto sociale 2010. La quota di beneficiari stranieri era del 45%, quella di persone senza formazione del 57%. Le famiglie monoparentali sono quelle che in media beneficiano dell'aiuto sociale per un periodo più lungo.

15.08.2012

Il Mobile Recriting promette bene

Già il 17% dei lavoratori usa lo smartphone per la ricerca di lavoro; un ulteriore 53% si interessa a questo tipo di ricerca. Un terzo dei datori di lavoro sta valutando il nuovo tipo di reclutamento del personale. Questo è quanto risulta da Trendreport (francese / tedesco) relativo al reclutamento online in Svizzera nel 2012. L'indagine è stata svolta presso 1206 lavoratori e 273 datori di lavoro della Svizzera tedesca e francese dall'impresa di marketing Richterich & Partner SA. Inoltre risulta che Facebook ha superato Xing per quel che riguarda la ricerca d'impiego; e nonostante l'aumento delle candidature elettroniche, le candidature cartacee sono ancora quelle più apprezzate dai datori di lavoro.

Varie

15.08.2012

Statistica della formazione 2011

La statistica della formazione pubblicata dall'Ufficio federale di statistica è stata aggiornata ai sensi dei rilevamenti fatti nel 2010/11. Essa presenta una breve panoramica degli scolari e studenti di tutti i livelli, del corpo docenti, del personale delle scuole universitarie, dei titoli conferiti e delle finanze. La pubblicazione è a disposizione gratuitamente in italiano, francese, tedesco e inglese.
Statistica della formazione 2011

15.08.2012

Misure per la transizione verso il livello secondario II

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ha da poco pubblicato il rapporto annuale sull'entrata nella vita professionale. Il rapporto ci illustra le attività intraprese a favore dell'integrazione dei giovani e dei giovani adulti dal punto di vista della Confederazione. I temi principali del rapporto sono le misure che mirano ad aiutare i giovani in difficoltà e l'incoraggiamento dei giovani talenti. Il rapporto dimostra, tra l'altro, cosa viene intrapreso per integrare i giovani immigrati nella formazione professionale.
Rapporto (francese / tedesco)

15.08.2012

Diego Erba e Gianni Moresi andranno in pensione

Diego Erba coordinatore del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS) e direttore della Divisione della scuola andrà in pensione a fine anno dopo 40 anni trascorsi al servizio dell'Amministrazione cantonale. Anche Gianni Moresi, direttore aggiunto della Divisione della formazione professionale (DFP) lascerà il suo incarico dopo 30 anni nel settore pubblico. Moresi per molti anni si è impegnato a favore della formazione professionale e continuerà ad occuparsi di Espoprofessioni, quale Presidente del Comitato di organizzazione, e della scuola di ingegneria EIC Changins, quale Presidente del Consiglio di fondazione.

15.08.2012

Promozione delle competenze di base: via libera al progetto GO2

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ha approvato il progetto "GO2- promozione delle competenze di base degli adulti nelle aziende e nei Cantoni". Esso fa seguito al progetto GO realizzato tra il 2009 e il 2011 e vuole creare un legame tra la Federazione svizzera per la formazione continua (FSEA) e la Conferenza intercantonale della formazione continua. Il progetto sarà lanciato in settembre e terminerà nel 2014.
Newsletter FSEA (nella versione francese e tedesca)

15.08.2012

Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità

L'edizione di luglio/agosto della rivista svizzera per la pedagogia curativa Revue suisse de pédagogie spécialisée tratta la Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità, che in Svizzera non è ancora stata completamente ratificata. In questo numero viene fatta luce su aspetti come i diritti dei bambini con disabilità o la problematica della compensazione degli svantaggi. Inoltre vengono valutate le opportunità e le sfide conseguite al cambiamento delle priorità all'interno della convenzione.
Revue suisse de pédagogie spécialisée (francese/ tedesco)

15.08.2012

Chiuso l'istituto di formazione continua SPRI – rimane l'offerta di formazione continua

L'istituto svizzero di pubbliche relazioni (SPRI) fondato nel 1969 ha chiuso i battenti a metà luglio scorso e ha cessato l'attività di formazione. La scuola universitaria di economia di Zurigo ne riprende i curricoli per l'ottenimento di un Certificate of Advanced Studies (CAS) per la Svizzera tedesca, mentre il gruppo di formazione KV Bildungsgruppe Schweiz SA si prenderà carico dei seminari e dei titoli federali della formazione professionale superiore. Il marchio SPRI continuerà ad esistere.
Comunicato stampa