Newsletter del 12.12.2012

Notizie di attualità del 12.12.2012

Formazione professionale di base

12.12.2012

Funzioni importanti della futura SEFRI

Al più tardi a partire dal 1° aprile 2013 Jean-Pascal Lüthi sarà a capo della Divisione Formazione professionale e formazione professionale superiore della nuova Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione SEFRI. Lüthi è direttore della Divisione francofona dell'ufficio della scuola media e la formazione professionale del Canton Berna dal 2006. 
Anche Dani Duttweiler torna a lavorare per la Confederazione e dal 1° febbraio sarà vicedirettore dell'Unità Comunicazione della SEFRI.

12.12.2012

Formazione professionale per i sans-papiers

A partire dal 1° febbraio 2013 i giovani stranieri sans-papiers ben integrati potranno conseguire una formazione professionale di base in Svizzera. Il Consiglio federale ha approvato la modifica dell'ordinanza che disciplina le condizioni d'accesso alla formazione professionale. I giovani sans-papier devono aver seguito almeno cinque anni di scuola dell'obbligo in Svizzera, parlare una delle lingue nazionali e comportarsi secondo l'ordine giuridico svizzero.  
Comunicato stampa

12.12.2012

Convegno 2013 sulla formazione professionale

Il tradizionale convegno di maggio della formazione professionale continuerà ad esistere anche sotto la nuova Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione. Il convegno di maggio si terrà martedì 28 maggio 2013 nel centro congressi di Bernexpo. Al centro della manifestazione sarà posto il tema della formazione professionale duale quale fattore importante per la concorrenzialità della Svizzera.

12.12.2012

Primi risultati della piattaforma per lo scambio dei dati

In base a una prima analisi del progetto della piattaforma per lo scambio dati della formazione professionale, sono stati definiti i campi operativi per le soluzioni e le direzioni da imboccare. Nel 2013, la Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale CSFP deciderà quali soluzioni applicare. Con il "Projekt DAP" la CSFP vuole ridurre la mole dei processi amministrativi nella formazione professionale di base, sia a livello cantonale che a livello di cooperazione tra Cantoni e partner della formazione professionale.

12.12.2012

Emanata ordinanza sulla formazione professionale: formatore di fonderia AFC

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ha recentemente emanato l'ordinanza sulla formazione professionale di base di formatore di fonderia AFC. L'ordinanza entrerà in vigore il 1° febbraio 2013. La versione cartacea sarà disponibile nelle prossime settimane presso l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica e nell'elenco delle professioni. I piani di formazione saranno scaricabili dal sito dell'associazione professionale GVS nel corso del mese di gennaio.

12.12.2012

14 ritratti di persone in formazione

Nel libro "Wer nicht gern Traktor fährt, muss nicht Bauer werden" (Chi non ama guidare il trattore non deve fare il contadino) vengono ritratti 14 giovani svizzeri in formazione provenienti da diverse regioni, tra cui un agricoltore, una professionista del cavallo, un cartaio, una viticoltrice e un orologiaio. I 14 giovani parlano della motivazione e del quotidiano in azienda e a scuola, e dei loro progetti e sogni per il futuro. Anche se il cielo non è sempre sereno, le storie di questi ragazzi testimoniano comunque la varietà e la qualità integrativa della formazione professionale duale.

12.12.2012

La Fondazione Hirschmann promuove i progetti d'integrazione

Dal 2008 la Fondazione Hirschmann promuove progetti d'integrazione nelle scuole professionali svizzere, soluzioni transitorie comprese. Tale progetto sarà prorogato di due anni e dotato di una somma complessiva di CHF 700'000. Il progetto viene vigilato dalla Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori delle scuole professionali. Il sito che presenta il progetto attraverso esempi e link è in fase di aggiornamento e sarà presentato il 14 marzo 2013 in occasione della manifestazione "Gelebte Erfahrungen" a Olten. I nuovi progetti possono essere presentati entro il 15 marzo.

12.12.2012

BL/BS: apprendista dell'anno 2012

Dalle 80 candidature sono stati scelte 12 persone in formazione che hanno potuto dimostrare le proprie abilità nel quadro di un concorso, e in seguito conquistare il voto internet del pubblico. La sfida comprendeva l'affinità con la professione (vocazione e passione), la creatività, la cultura generale (comprese le conoscenze specifiche su Basilea), le competenze mediatiche, il pensiero logico, le competenze ambientali e il comportamento dimostrato durante il compito da svolgere in gruppo. Il primo posto l'ha conquistato una giovane scultrice su pietra, seguita da un disegnatore edile e una fiorista.  La nomina dell'"apprendista dell'anno" ha lo scopo di far conoscere la formazione professionale a un ampio pubblico e di migliorare l'immagine della formazione professionale.  
Testi e filmati

12.12.2012

BE: Giura bernese favorevole al fondo per la formazione professionale

Il "Conseil du Jura bernois" e il "Conseil des affaires francophones" di Bienne promuovono l'allestimento di un fondo per la formazione professionale come previsto dalla legge. Le due parti sono disposte a introdurre il tema nell'agenda politica, a sostenere le aziende formatrici e a offrire loro gli stessi vantaggi che avrebbero nel resto della Svizzera romanda.  
Comunicato stampa

12.12.2012

GE: formazione professionale orientata all'economia

Uno studio dal titolo  "Genève: un pôle de formation tourné vers l'économie?" illustra i problemi che la formazione professionale duale riscontra nel Canton Ginevra. L'indagine è stata effettuata dalla Banca Cantonale ginevrina e dalla Camera del commercio, dell'industria e dei servizi e sostenuta dall'Ufficio cantonale di statistica. Secondo questo studio, solo il 25% dei giovani ginevrini optano per una formazione professionale, mentre la quota a livello nazionale ammonta al 70%. D'altro canto, in molti settori dell'economia vi è una notevole carenza di personale qualificato e di persone in formazione. L'immagine della formazione professionale secondo i genitori e i giovani è ancora piuttosto negativa.

12.12.2012

FR: proroga del Case Management

Il programma per registrare e sostenere i giovani con difficoltà nell'inserimento professionale nel Canton Friburgo sarà mantenuto anche nei prossimi anni, nonostante la Confederazione, che aveva lanciato il progetto nel 2007, cominci a ritirarsi. Il Case Management Formazione professionale viene applicato a partire dal 7° anno della scuola dell'obbligo e finisce al termine del primo anno della formazione o di lavoro. Il Case Management, nel Canton Friburgo, viene applicato in entrambe le regioni linguistiche. Finora sono stati seguiti 234 giovani.  
Rapporto (francese/tedesco)

12.12.2012

VD: valutazione del Case Management

Recentemente è stata pubblicata la prima parte del rapporto di valutazione del dispositivo vodese "Case Management Formazione professionale". Il rapporto descrive il concetto e l'organizzazione di tale dispositivo che vuole agevolare la transizione tra scuola dell'obbligo e mondo del lavoro. Un'inchiesta, svolta tra i giovani e i giovani adulti con difficoltà di inserimento, illustra i vantaggi e gli svantaggi legati a questo tipo di presa a carico. Il rapporto è disponibile presso l'"Unité de recherche pour le pilotage des systèmes pédagogiques".

12.12.2012

NE: promozione della formazione professionale

La seconda fase dell piano d'azione per il futuro della formazione professionale del Canton Neuchâtel ha portato i suoi frutti. Il Consiglio di Stato constata che la mentalità sta cominciando a cambiare: la formazione professionale non è più vista come scelta di secondo rango. Il Cantone mira a raggiungere una quota di allievi che dopo le  scuole dell'obbligo optano per la formazione professionale del 68%. Mentre nel 2009 la quota ammontava al 58%, nel 2011 aveva già raggiunto il 64,2%. Un altro obiettivo è quello di aumentare il numero di persone in formazione del sistema duale dal 57% all'80%. Questo aumento sarà in parte promosso dal nuovo tool "My app – Mon apprentissage en poche". I giovani saranno invitati a consultare su computer o smartphone il sito internet www.my-apprentissage.ch, che dà accesso all'offerta di posti di formazione disponibili nel Cantone.
Comunicato stampa

12.12.2012

Germania: la sfida dei posti di formazione vacanti

L'istituto tedesco della formazione professionale (BIBB), in un suo rapporto definisce i posti di formazione vacanti come una grande sfida per il mercato dei posti di tirocinio. In base a un'indagine presso le aziende, il rapporto descrive quali imprese hanno le maggiori difficoltà a occupare i posti di formazione vacanti e da quali fattori dipende tale problema. Sono in particolare gli artigiani e le piccole aziende delle regioni nelle quali i giovani raggiungono risultati scolastici sempre migliori a riscontrare maggiori difficoltà nell'occupare i posti di formazione.  
Comunicato stampa

12.12.2012

Francia: studio sulla tutela del perscorso formativo

Il "Centre d'études et de recherches sur les qualifications (Céreq)" ha pubblicato un rapporto sulla tutela delle persone in formazione durante il loro percorso formativo. In Francia viene sciolto anticipatamente più di un contratto di tirocinio su quattro. Il Céreq ha valutato un esperimento sociale eseguito con giovani in formazione grazie al sostegno del "Fonds d'experimentation". I risultati dello studio sottolineano l'importanza di seguire i giovani a partire dall'inizio della formazione.

Formazione professionale superiore e continua

12.12.2012

Regolamento d’esame in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno sottoposto all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia il disegno di regolamento concernente l'esame di professione di specialista per impianti di trattamento rifiuti con attestato professionale federale.  
Foglio federale dell'11 dicembre 2012

12.12.2012

Statistica dei diplomi 2011

L'Ufficio federale di statistica ha pubblicato la tabella di base su tutti i titoli delle scuole specializzate superiori SSS e delle formazioni professionali superiori non regolamentate della Confederazione. Le informazioni sui diplomi conferiti rappresentano uno strumento importante al servizio della formazione dato che rilevano il numero di studenti che entrano nel mondo del lavoro. Nel 2011 sono stati conferiti 7145 diplomi SSS e 3781 diplomi della formazione professionale superiore non regolamentata dallo Stato.

12.12.2012

28 nuovi specialisti della formazione professionale

Lo scorso settembre, per  la prima volta si sono presentati agli esami per ottenere il titolo di specialista della formazione con attestato federale, candidati provenienti da tutte le regioni linguistiche. La Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale, responsabile ufficiale di questa formazione, durante una cerimonia tenutasi il 4 dicembre a Lucerna, ha conferito l'attestato federale a 28 persone, di cui 11 della Svizzera italiana, 9 della Svizzera romanda e 8 della Svizzera tedesca. 
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)

12.12.2012

Éducation Permanente: politica della qualità

Il numero 2012-4 della rivista Éducation Permanente della FSEA si concentra sulla politica della qualità. Gli articoli riferiscono dei diversi approcci allo sviluppo della qualità, della questione delle certificazioni, della valutazione e della professionalizzazione e illustra gli sviluppi e i punti controversi nella politica della qualità dal punto di vista dei Cantoni, della Confederazione e dell'Unione Europea.

Formazione generale e scuole universitarie

12.12.2012

Portale informativo per scuole universitarie senza ostacoli

Alle scuole universitarie, i disabili sono a volte confrontati con ostacoli insuperabili. Per cambiare questa situazione l'organizzazione Agile lancia un portale informativo rivolto a rettori, politici, architetti e studenti. Il portale propone suggerimenti ed esempi pratici di accessibilità riuscita e ricorda ai responsabili delle scuole universitarie che la parità è prescritta dalla legge.

12.12.2012

Finanziamento di una cattedra all'alta scuola pedagogica

L'alta scuola pedagogica della Scuola universitaria professionale della Svizzera nord-occidentale è la prima in assoluto ad istituire una cattedra universitaria sponsorizzata da una fondazione. Dall'inizio del 2013 la Fondazione Hasler finanzierà una cattedra di informatica con due milioni di franchi. Essa si propone di promuovere le tecnologie dell'informazione e della comunicazione per rafforzare la Svizzera quale polo creativo e produttivo.
Comunicato stampa

12.12.2012

BE: nuovo rettore della scuola universitaria professionale

Herbert Binggeli, l'attuale rettore della Scuola professionale artigianale e industriale di Berna, è stato nominato nuovo rettore della scuola universitaria professionale bernese. Il 1° giugno 2013 Binggeli subentrerà a Rudolf Gerber, e ricoprirà nel contempo la carica di presidente della direzione e quella di membro del consiglio. La scuola universitaria professionale bernese è una delle sette scuole universitarie professionali esistenti in Svizzera.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

Orientamento

12.12.2012

L'orientamento professionale nel "Lehrplan 21"

In futuro le scuole dell'obbligo di 21 Cantoni adotteranno il "Lehrplan 21". Un tema interdisciplinare del piano di formazione è l'orientamento professionale, che prevede complessivamente 39 lezioni dal 7° al 9° anno di scuola dell'obbligo. La NZZ ha pubblicato alcuni passaggi tratti da una bozza del piano: gli studenti devono, ad esempio, conoscere il proprio profilo personale, essere in grado di confrontare l'immagine di sé con quella dell'altro e trarre conclusioni dall'immagine di sé ai fini della scelta professionale. Essi devono inoltre conoscere il sistema della formazione e saper prendere delle decisioni pur rimanendo flessibili in considerazione di eventuali alternative. Devono anche poter sostenere un colloquio personale in modo convincente, illustrando le proprie competenze professionali e un dossier di candidatura corretto.

12.12.2012

Svizzera nord-occidentale: portale d'accesso per la validazione

Due anni fa i Cantoni di AG, BL, BS e SO hanno dato avvio al progetto "Validierung plus". Da allora, i portali d'accesso, identici dal punto di vista concettuale, offrono consulenza gratuita alle persone interessate a una formazione di recupero. Gli addetti ai portali consigliano ogni persona individualmente e per ciascun caso cercano il percorso formativo più consono all'ottenimento di un titolo professionale. Un sito web che accomuna i quattro portali facilita l'accesso a questo tema. Lo scorso anno i quattro portali d'accesso hanno registrato rispettivamente 1'650 visite e quasi 1'000 persone si sono iscritte a una formazione di recupero. Dopo una fase introduttiva di due anni, il progetto entrerà a pieno regime in tutti e quattro i Cantoni.

12.12.2012

ZG: campagna sulla scelta professionale senza pregiudizi

La campagna "my top job" mira a sensibilizzare i giovani a una scelta professionale senza pregiudizi. L'anima della campagna è una scena teatrale allestita nelle aule delle classi del 7° anno. Zack e Zoé, due giovani professionisti, si incontrano, parlano e litigano sulla scelta professionale, il prestigio, i condizionamenti e i ruoli. Nella seconda parte  gli allievi hanno la possibilità di intervenire nel racconto rappresentato dai due attori. Le prime rappresentazioni si terranno nel marzo 2013, per le quali si sono già iscritte più di dieci classi. Entro fine 2014 seguiranno altre tre serie di rappresentazioni. Oltre alla manifestazione, i giovani e le rispettive persone di riferimento vengono sensibilizzate in merito al tema mediante una campagna d'informazione.

Mercato del lavoro

12.12.2012

Obbligatorietà generale per oltre 70 contratti collettivi di lavoro

Il 1° luglio 2012 erano in vigore 35 contratti collettivi di lavoro (CCL) a livello federale e 36 a livello cantonale, a cui è conferita l'obbligatorietà generale. Ad essi sottostanno, nell'ambito della Confederazione, 66'555 datori di lavoro e 566'820 dipendenti, rispettivamente 7'490 datori di lavoro e  59'409 dipendenti, nell'ambito dei Cantoni. I CCL con il carattere di obbligatorietà generale più significativi riguardano il settore alberghiero, la ristorazione e l'edilizia. Solo in questi settori i rapporti contrattuali contano 33'315 datori di lavoro e 290'570 dipendenti.
Articolo "La Vie Economique" (francese/tedesco)

12.12.2012

Prosegue la crescita dell'impiego

La statistica dell'impiego (STATIMP) ha rilevato 4,122 milioni di impieghi in Svizzera nel terzo trimestre del 2012. Nell'arco di un anno si è registrato un incremento dell'1,9%, con 13'000 posti supplementari nel settore secondario e 63'000 nel terziario. Gli aumenti più forti dell'anno si osservano nell'Espace Mittelland (+2,2%) e nella Svizzera centrale (+3,3%). La progressione è di almeno l'1% in tutte le altre regioni. Secondo la STATIMP, le aziende avevano previsto di ampliare ulteriormente il loro organico nel corso del quarto trimestre del 2012, fuorché nei settori già in diminuzione come l'industria del legno e della carta, quella dei tessili e dell'abbigliamento e l'industria grafica e chimica.
Comunicato stampa

12.12.2012

Mercato del lavoro: invariati i contingenti per il 2013

Il Consiglio federale ha autorizzato i contingenti per il 2013, decidendo di lasciarli ai livelli del 2012 e confermando il sistema d'ammissione binario per il mercato del lavoro. Nel 2013 le imprese svizzere potranno pertanto reclutare complessivamente 8500 specialisti provenienti da paesi non appartenenti all'UE/AELS, cosiddetti Stati terzi. In questo modo l'economia disporrà di un quantitativo sufficiente di permessi per assumere il numero necessario di specialisti. Di conseguenza, nel 2013 i fornitori di prestazioni degli Stati terzi potranno richiedere 3500 permessi di dimora e 5000 permessi di soggiorno di breve durata.
Comunicato stampa

12.12.2012

Più donne nell'Amministrazione federale

Alla fine del 2011 la quota delle donne nell'Amministrazione federale raggiungeva il 42%. Il rapporto di valutazione dell'Ufficio federale del personale (UFPER) sulla promozione delle pari opportunità tra donna e uomo rivela un aumento medio di 1,2 punti percentuali annui, dalla fine del 2007 (40,8%). Gli aumenti più significativi si sono registrati tra i quadri femminili di livello medio e superiore. Va notato che una metà scarsa dei collaboratori (48%) concorda con l'affermazione secondo cui la parità tra donna e uomo viene seriamente incoraggiata. Il rapporto presenta inoltre le misure attuate a tal fine (salari, conciliazione tra vita professionale e famiglia, informazione).

12.12.2012

I diplomati prendono strade diverse

Il barometro del primo impiego, pubblicato ogni anno in autunno da "Stellenmarkt-Monitor Schweiz", descrive la situazione professionale di chi è al primo impiego, ossia di chi da poco ha concluso una formazione professionale di base. I risultati del rapporto pubblicato su incarico dell'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia dimostrano che nell'ultimo anno due terzi dei diplomati in Svizzera esercitavano un'attività lucrativa. Il 13% aveva un rapporto di lavoro precario o a tempo determinato. Oltre il 20% dei diplomati ha intrapreso una formazione complementare, più di un quarto di questi parallela a un'attività professionale, mentre il 9% era disoccupati e alla ricerca di un impiego. Il barometro mostra inoltre che un titolo in una formazione professionale di base offre una buona protezione contro la disoccupazione. 
Barometro del primo impiego (francese/tedesco)

12.12.2012

La situazione professionale cinque anni dopo gli studi

I risultati (francese/tedesco) dell'inchiesta condotta nel 2011 tra i diplomati delle scuole universitarie dell'anno accademico 2006 sono ora disponibili sulla pagina web dell'Ufficio federale di statistica. I risultati mostrano tra l'altro la situazione professionale e il livello salariale cinque anni dopo la conclusione degli studi.

12.12.2012

Lotta più intensa alla pseudo-indipendenza

Il Consiglio federale vuole intensificare la lotta al fenomeno della pseudo-indipendenza dei prestatori di servizi esteri e inasprire le sanzioni per i casi di infrazione alle disposizioni vincolanti in materia di condizioni salariali e lavorative. La modifica delle misure collaterali relative alla libera circolazione delle persone entra in vigore il 1° gennaio 2013. Le misure saranno applicabili grazie all'obbligo di presentare determinati documenti e alle nuove possibilità sanzionatorie. È inoltre prevista la possibilità di sanzionare anche i datori di lavoro che impiegano lavoratori in Svizzera e infrangono le disposizioni in materia di salari minimi previsti nel contratto normale di lavoro.
Comunicato stampa

Integrazione professionale

12.12.2012

Disabili limitati nell'attività professionale

Due persone con disabilità su tre esercitano un'attività professionale e un quarto di queste riceve un aiuto che permette loro di lavorare. Tre su quattro dichiarano di sentirsi limitate nella propria attività professionale a causa dei problemi di salute, in particolare nel tipo di attività esercitata e nel volume di lavoro. Questi i risultati emersi dal modulo di rilevazione "Occupazione dei disabili" condotto dall'Ufficio federale di statistica nel 2011.
Comunicato stampa

12.12.2012

Cultura aziendale e rapporto con i collaboratori

I quadri dirigenti fanno di una cultura aziendale durevole il loro tema principale in fatto di risorse umane e attribuiscono altrettanta importanza alla fidelizzazione dei collaboratori. Nei periodi di crescente carenza di personale specializzato, un clima aziendale ottimale contribuisce a contenere il calo. Questo è quanto emerge dal nuovo rapporto sulle risorse umane  2012/2013 dell'istituto Hays AG, competente nell'ambito del collocamento professionale. Oltre la metà dei responsabili del personale intervistati, provenienti da Germania, Svizzera e Austria, attribuiscono molta importanza a un buon equilibrio tra vita professionale e vita privata. Per contro, soltanto un terzo degli intervistati, in Svizzera solo il 19%, valuta importante il sostegno alle donne nei posti specialistici e nelle funzioni dirigenziali.
Comunicato stampa (tedesco)

12.12.2012

Formazione continua per lavoratori temporanei

Dal 1° luglio 2012 i lavoratori temporanei possono approfittare del fondo per la formazione temptraining. Chi ha svolto un lavoro temporaneo per 22 giorni soggetto al contratto collettivo di lavoro Personale a prestito, può beneficiare di una formazione continua sovvenzionata. Attualmente vi sono partecipanti che percepiscono fino a 5000 franchi all'anno per corsi di formazione continua e fino a 2300 franchi di indennità per perdita di guadagno.

12.12.2012

OCSE: migliorata l'integrazione degli immigrati

Nei Paesi dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) l'integrazione degli immigrati durante gli ultimi dieci anni è sostanzialmente migliorata. Tuttavia l'accesso al mercato del lavoro per gli immigrati più giovani e quelli di sesso femminile andrebbe agevolato ulteriormente. Secondo lo studio dell'OCSE, la Svizzera si distinguerebbe generalmente per una buona integrazione degli immigrati nel marcato del lavoro: tre quarti di questi esercitano infatti un'attività lucrativa; situazione, questa, non riscontrabile in nessun altro Paese dell'OCSE. Donne scarsamente qualificate con bambini piccoli e richiedenti l'asilo corrono però il rischio di discriminazione.
Comunicato stampa (francese)

Varie

12.12.2012

Consiglio nazionale: studio sull'evoluzione demografica

Lo scorso 26 novembre il Consiglio nazionale ha approvato un postulato della Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura. Il Consiglio nazionale è incaricato di presentare uno studio dettagliato sugli scenari dell'evoluzione demografica nei prossimi due decenni che illustri le ripercussioni prevedibili per i diversi settori della formazione. Il Consiglio federale, che aveva perorato il rifiuto del postulato, avrebbe preferito proseguire con le valutazioni dell'Ufficio federale di statistica (UST), aggiornandole almeno una volta all'anno per completarle con studi specifici, ad esempio, nell'ambito delle professioni MINT e delle professioni sanitarie.

12.12.2012

Investimenti nella formazione per contrastare la disoccupazione

L'OCSE intende mettere a disposizione dei suoi Paesi membri dati relativi a questioni di politica della formazione evoluti e comparabili a livello internazionale. Per questo motivo l'organizzazione sviluppa e analizza costantemente gli indicatori che permettono di osservare il proprio sistema di formazione, considerando la capacità produttiva di altri Paesi. L'edizione di quest'anno di "Regards sur l'éducation 2012" tratta, da una parte, la crescente importanza attribuita alla società del sapere e alla forte espansione del settore terziario, dall'altra, le ripercussioni della recessione mondiale sui sistemi della formazione.
Regards sur l'éducation 2012 (francese/tedesco)

12.12.2012

Viaggio di studio PANORAMA a destinazione di Barcellona

Dal 6 al 9 maggio 2013, il CSFO in collaborazione con la Fondazione ch, effettuerà un viaggio di studio PANORAMA a Barcellona. La Spagna si vede oggi confrontata con una sfida enorme: un tasso di disoccupazione giovanile alle stelle e un'economia praticamente ferma sono indicatori di una situazione piuttosto drammatica. Le autorità di Barcellona hanno affrontato la sfida in modo particolarmente innovativo e hanno imboccato le nuove vie della collaborazione interistituzionale. Chi parteciperà al viaggio di studio avrà occasione di farsi un'idea della situazione e delle sfide della formazione professionale, dell'orientamento professionale, universitario e di carriera e del mercato del lavoro. Con i colleghi spagnoli e provenienti dalle diverse regioni della Svizzera, i partecipanti potranno pure discutere degli approcci alle eventuali soluzioni e riflettere sulle differenze e sui fattori comuni dei due sistemi. 
Ulteriori informazioni (tedesco) e iscrizioni