Newsletter del 17.10.2012

Notizie di attualità del 17.10.2012

Formazione professionale di base

17.10.2012
17.10.2012

Emanata ordinanze sulla formazione professionale

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha da poco emanato l'ordinanza sulla formazione professionale di base relativa alla professione di fotografo AFC. L'ordinanza entrerà in vigore il 1° gennaio 2013. La versione stampata sarà disponibile nelle prossime settimane presso l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL) e nell'elenco delle professioni. I piani di formazione sarano pubblicati prossimamente sul sito dell'Unione svizzera dei fotografi professionisti (USPP francese/tedesco).

17.10.2012

Euroskills: gli svizzeri trionfano, Ticino agli onori

La delegazione svizzera ha fatto ritorno da Euroskills, i Campionati europei dei mestieri tenutisi a Spa-Francorchamps in Belgio, vincitrice del titolo europeo nelle tre formazioni di: elettronico, capo squadra di costruzioni a secco e fabbro maniscalco. La delegazione ha inoltre ottenuto tre secondi posti, due terzi posti e due diplomi, guadagnandosi la seconda posizione nella classifica delle nazioni. In vetta alla classifica si è piazzata l'Austria con 22 medaglie. Complimenti in particolare ai due campioni ticinesi, Damiano Domenighetti e Mirko Pifferini, elettronici AFC, che hanno conquistato il 1° posto e il premio «Best of Nation»). Prossimo appuntamento a Lipsia che ospiterà l'edizione 2013 dei Worldskills.

17.10.2012

Fondo per la formazione professionale nel settore sociale

Il 1° ottobre 2012 il Consiglio federale ha dichiarato Fondssocial, il fondo per la formazione professionale, di obbligatorietà generale. Il fondo serve tra l'altro a migliorare situazioni di precarietà in fatto di personale qualificato in modo mirato attraverso misure prese a livello di formazione professionale di base e formazione professionale superiore. Oltre all'organizzazione mantello Savoirsocial, l'organo responsabile comprende 16 organizzazioni cantonali del mondo del lavoro.

17.10.2012

Nuova agenzia per uno sviluppo sostenibile nella formazione

Come annunciato dalla Conferenza dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE), è stata creata un'agenzia nazionale che risponde al nome di Educazione allo sviluppo sostenibile (ESS). La nuova Fondazione éducation21 assume la direzione del nuovo centro di competenza nazionale ESS, che darà avvio alla sua attività nel gennaio 2013. La nuova agenzia è il risultato della fusione tra la Fondazione Educazione e Sviluppo e la Fondazione svizzera per l'educazione ambientale. In futuro, éducation21 non fornirà prestazioni di servizio soltanto per le scuole dell'obbligo, ma anche per il livello secondario II e, in particolare nell'ambito della formazione professionale; ad esempio, elaborando o valutando materiale didattico o fornendo consulenza a scuole o docenti.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

17.10.2012

Oml della Svizzera romanda per il settore sanitario e sociale

L'organizzazione del mondo del lavoro OrTRa Latine , che comprende alcuni Cantoni francofoni, è stata fondata allo scopo di creare una base d'azione per le oml cantonali della Svizzera romanda per le questioni riguardanti le professioni e le formazioni nel settore sanitario e sociale. L'associazione mantello persegue gli obiettivi seguenti:
- scambio di esperienze in occasione di incontri regolari;
- svolgimento di azioni comuni;
- garanzia dei contatti tra le organizzazioni regionali e nazionali;
- partecipazione alla promozione delle professioni. Informazioni:
- Laurence Fournier, segretaria generale dell'OrTRa Latine , laurence.fournier@ortrassvs.ch
- Jean-François Schafroth, presidente dell'OrTRa Latine , jean-françois.schafroth@ortrassvs.ch

17.10.2012

VD: nominato il nuovo consiglio della formazione professionale

Il Consiglio degli Stati vodese ha nominato il primo consiglio cantonale della formazione professionale. Secondo l'articolo 6 della Legge cantonale sulla formazione professionale, tale consiglio costituisce un organo consultivo e rappresenta i partner della formazione professionale. I suoi compiti sono: consulenza nell'ambito strategico, il sostegno di progetti e la garanzia dei contatti con altri settori della formazione professionale. Anne-Catherine Lyon, direttrice del Dipartimento dell'educazione, della gioventù e della cultura è stata nominata presidente della commissione.
Comunicato stampa

17.10.2012

SG: soggiorni all'estero illimitati

Il progetto "Class Unlimited" permette l'integrazione assoluta di tutte le persone in formazione nella stessa lezione, senza limiti geografici. In questo modo le persone in formazione possono conseguire parte della formazione all'estero senza rinunciare alle lezioni della scuola professionale. "Class Unlimited" è stato ideato dall'azienda Bühler SA e il centro di formazione professionale e continua Uzwil-Flawil. Il progetto si basa sulle tecnologie più avanzate della trasmissione video e audio.

17.10.2012

Austria: strutture e prospettive 2012

La pubblicazione Lehrlingsausbildung im Überblick comprende una solida base di dati fondamentali per la formazione professionale in Austria. Lo studio dell'istituto per la ricerca nel campo della formazione dell'economia Institut für Bildungsforschung der Wirtschaft ibw è rivolto ai responsabili della formazione e al mondo politico e scientifico. La scelta dei contenuti si basa sulla continuità e tiene conto delle discussioni attuali della politica della formazione, dei nuovi approcci e delle nuove fonti di dati. Nel 2012, ad esempio, per la prima volta sono stati compresi nello studio anche i dati relativi alle professioni di formazione modulare, agli esami di maestria e ai giovani senza titolo post-obbligatorio. Inoltre sono stati valutati i risultati del monitoraggio della carriera professionale effettuato da Statistik Austria .
Il rapporto in breve
Studio

17.10.2012

Germania: studio sui costi dello scioglimento dei contratti di tirocinio

Per la prima volta, l'istituto tedesco della formazione professionale Bundesinstitut für Berufsbildung (BIBB) ha calcolato i costi dovuti allo scioglimento dei contratti di tirocinio nel sistema duale. In media i costi ammontano a 6'826 euro. Il BIBB ha analizzato 51 professioni di tutti i settori. L'analisi ha rilevato che la percentuale dei contratti sciolti ammonta al 20,5%. In media i contratti annullati vengono sciolti dopo dodici mesi. Nel settore artigianale se ne riscontra la quota maggiore (del 25%), mentre nelle professioni dei servizi pubblici essi rappresentano solo il 7%. Si stima che, dopo lo scioglimento del contratto di tirocinio, circa la metà dei candidati trovino un nuovo posto di formazione. Grazie al fatto che la nuova azienda beneficia delle competenze già acquisite presso l'azienda precedente, l'impegno finanziario sarà minore.
Studio

Formazione professionale superiore e continua

17.10.2012

L'80% della popolazione si dedica alla formazione continua

L'Ufficio federale di statistica ha pubblicato i primi risultati del Microcensimento formazione di base e formazione continua 2011. L'inchiesta, che viene realizzata ogni cinque anni, rivela la partecipazione alla formazione continua della popolazione di residenza permanente in Svizzera. Nei 12 mesi scorsi, l'80% della popolazione ha partecipato almeno a un'attività formativa. Di conseguenza la domanda è molto alta. Il tasso di partecipazione è però soggetto a grandi differenze dovute, ad esempio, all'integrazione nel mercato del lavoro, al livello di formazione e al gruppo di appartenenza.
Rapporto integrale

17.10.2012

Regolamenti d'esame in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno sottoposto all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) il disegno di modifica del regolamen regolamento concernente l'esame di professione di consulente in disturbi della respirazione e tubercolosi con attestato professionale federale.
Foglio federale del 9 ottobre 2012

17.10.2012

Formazione generale e scuole universitarie

17.10.2012

UST: scenari 2012-2021 per le scuole universitarie

I prossimi anni saranno caratterizzati da un aumento del numero di studenti delle scuole universitarie svizzere (UNI, SUP e ASP) nettamente più moderato di quello rilevato negli ultimi anni. Secondo l'Ufficio federale di statistica, su un periodo più lungo i fattori più importanti che continueranno presumibilmente a trainare l'incremento degli studenti delle scuole universitarie svizzere potrebbero essere il continuo aumento della frequenza di tali scuole, accompagnato in particolare da una transizione verso le SUP al termine della maturità professionale, che potrebbe progressivamente divenire la norma, e la crescente internazionalizzazione delle scuole universitarie svizzere per la maggior parte dei livelli di studio.
Ulteriori informazioni

17.10.2012
17.10.2012

Autovalutazione per la facoltà di psicologia

La Scuola universitaria di psicologia applicata e l'Università di Zurigo stanno sviluppando un'autovalutazione online per la facoltà di psicologia. Il test ha lo scopo di aiutare i potenziali studenti a conoscere meglio i loro interessi e le loro capacità, avvicinandoli ai requisiti della facoltà di psicologia.
Ulteriori informazioni

Orientamento

17.10.2012

Svizzera nordoccidentale: certificato finale e migliore scelta professionale

A partire dal 2016 gli alunni dell'ultimo anno delle scuole dell'obbligo nello spazio formativo della Svizzera nordoccidentale (AG, BL, BS, SO) otterranno un certificato finale unitario. I dipartimenti della formazione dei quattro Cantoni si sono inoltre accordati su obiettivi comuni per l'attività di l'orientamento professionale nelle scuole di livello secondario I: fra le altre cose, in ogni sede scolastica dovrà operare un docente specializzato nell'ambito della scelta professionale, la collaborazione con i genitori dovrà essere istituzionalizzata e le lezioni di orientamento professionale dovranno essere inserite in una materia specifica.

17.10.2012

BE: progetto di promozione per le professioni tecniche

L'industria lamenta il ricambio di specialisti nelle professioni tecniche. Con il progetto Bildung und Technik (Formazione e tecnica) lanciato congiuntamente dalla Direzione cantonale dell'educazione pubblica e dalla Direzione cantonale dell'economia pubblica, il Canton Berna intende suscitare l'interesse dei bambini e dei giovani per le professioni matematico-scientifiche e tecniche. Dall'inizio del 2013 sono in programma partenariati tra scuole e imprese, una migliore integrazione dei contenuti nella formazione e nella formazione continua del corpo insegnante, oltre a offerte mirate nella scuola dell'obbligo e nei licei.
Comunicato stampa

Mercato del lavoro

17.10.2012

Posti vacanti in calo

Il numero di posti vacanti annunciati agli URC registra un calo importante dall'inizio dell'estate. Secondo la Seco, tra agosto e settembre il numero è diminuito di 792 posti passando a 15'700 unità. Presso gli URC sono stati registrati 3'665 posti in meno (-18.9%) rispetto a settembre dell'anno precedente. Zurigo registra un calo di 1850 e Berna di 501 posti vacanti. A parte San Gallo, Basilea-Campagna, Argovia e Uri, il calo è sensibile in tutti i Cantoni. Anche in Ticino, la quota dei posti vacanti è scesa in modo molto marcato del 43% (-216) e si fissa a 288 unità.
Comunicato stampa

17.10.2012

Miglioramento sensibile sul mercato del lavoro

In seguito a una stagnazione del mercato del lavoro svizzero nei primi tre trimestri dell'anno, i datori di lavoro sembrano aver ritrovato fiducia grazie a una robusta congiuntura interna e a un'industria d'esportazione piuttosto resistente. Secondo il barometro Manpower sulle prospettive d'impiego in Svizzera, per il 4° trimestre 2012, l'8% delle 761 aziende interpellate prevede un aumento dei loro effettivi, il 3% annuncia un calo e l'88% prevede nessun cambiamento. Delle 7 regioni prese in esame, tre mostrano prospettive di reclutamento positive per il 4° trimestre 2012: la Svizzera centrale (+17%), seguono la regione del Lago Lemano (+8%) e la regione di Zurigo (+2%). Per contro, il Ticino si segnala come la regione più pessimista (-3%). I datori di lavoro di 5 dei 10 settori interrogati prevedono un aumento dei loro effettivi nel 4° trimestre 2012, in particolare nel settore Servizi pubblici e sociali (+11%).
Comunicato stampa

17.10.2012

Aumento moderato dei salari nel 2011

Nonostante lo slancio dell'economia svizzera registrato nel 2011, l'indice dei salari nominali è progredito solo dell'1,0% rispetto al 2010. Tenuto conto del tasso d'inflazione annuale medio dello 0,2%, i salari reali registrano un aumento dello 0,7% (100,7 punti sulla base 2010=100). I maggiori aumenti sono stati rilevati nei settori "Attività informatiche e servizi d'informazione" e "Assicurazioni", mentre per gli occupati nel ramo alberghiero-ristorazione e nell'amministrazione pubblica, vi è stata addirittura una flessione dei salari reali dello 0,2%. Ogni anno l'Ufficio federale di statistica (UST) studia l'evoluzione dei salari in base ai dati scaturiti dalle dichiarazioni individuali d'incidenti. Nel 2011, è stato possibile valutare circa 250'000 dati.
Rapporto (francese/tedesco)

17.10.2012

Dopo il pensionamento, un terzo delle persone restano attive

Un terzo dei lavoratori anziani continuano a lavorare oltre l'età legale del pensionamento. D'altro canto, la tendenza al pensionamento anticipato conosce un rallentamento a partire dal 2008. Un lavoro non logorante, la flessibilità degli orari, un buon ambiente di lavoro e la riconoscenza da parte del datore di lavoro spiegano meglio questa tendenza rispetto ai motivi di natura finanziaria. Il rapporto Altersrücktritt im Kontext der demografischen Entwicklung (con riassunto in italiano) realizzato su mandato dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali, studia le ragioni del pensionamento delle persone tra i 58 e i 59 anni. Esso rileva come i datori di lavoro non praticano in modo sistematico una politica del personale che favorisca l'impiego dei lavoratori anziani.
Comunicato stampa

17.10.2012

La Svizzera leader nella classifica mondiale della competitività

Per il quarto anno consecutivo, la Svizzera è in testa alla classifica stabilita dal "Rapporto globale sulla Competitività 2012-2013" del World Economic Forums (WEF), seguita da Singapore, Finlandia e Svezia. Gli USA sono scesi dal 5° al 7° rango. Tra le dodici dimensioni valutate dal rapporto, la Svizzera è vincente nell'innovazione, grazie in particolare all'eccellenza del suo sistema educativo, e nell'efficacia del mercato del lavoro.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

Integrazione professionale

17.10.2012

Gli anziani benestanti sono una minoranza

Il modello dei tre pilastri (AVS, previdenza professionale e previdenza privata) vale solo per una piccola parte degli anziani. Un dossier (francese/tedesco) pubblicato dall'Unione sindacale svizzera (USS) dimostra che, dopo il pensionamento, solo il 4,6% degli uomini e il 17,9% delle donne possono contare sulle prestazioni di tutti e tre i pilastri. È alquanto più frequente che le spese di economia domestica vengano coperte esclusivamente dall'AVS e dalla previdenza professionale (pensione o capitale). Questo riguarda il 44,4% degli uomini e il 37,2% delle donne. Per un'anziana su tre e un anziano su otto l'unico reddito è l'AVS.

17.10.2012

Germania: i genitori delle famiglie monoparentali beneficiano dalla formazione continua

I genitori di famiglie monoparentali disoccupati riescono a incrementare notevolmente le possibilità di occupazione grazie alla formazione continua. Questo è quanto comunica l'Institut für Arbeitsmarkt- und Berufsforschung (istituto per la ricerca sul mercato del lavoro e le professioni) nel suo studio più recente. Infatti, la probabilità di trovare un posto di lavoro può aumentare addirittura del 19%. La formazione continua si dimostra particolarmente vantaggiosa per i genitori di figli maggiori ai dieci anni. Ma anche i genitori di figli più piccoli possono migliorare le proprie opportunità sul mercato del lavoro seguendo una formazione continua. Le misure di breve durata come corsi di candidatura aumentano la probabilità di trovare un lavoro, ma in modo meno pronunciato rispetto a formazioni continue di lunga durata.
Comunicato stampa
Le informazioni in breve

Varie

17.10.2012

Pedagogia curativa: integrazione nella formazione professionale

Il numero 10/2012 della Rivista svizzera di pedagogia curativa (francese e tedesco) è dedicato all'integrazione professionale. Il primo articolo illustra le opportunità e i rischi creati dalla permeabilità nella formazione professionale. Un secondo articolo si concentra sull'orientamento dei giovani portatori di handicap che oscilla tra la professione dei sogni e le possibilità reali. Un terzo articolo è dedicato al tema dell'impegno su base volontaria quale veicolo d'integrazione professionale di adulti limitati a livello intellettuale. La rivista si conclude con la presentazione dei risultati di un'analisi di colloqui di coaching presso una scuola professionale.

17.10.2012

Informazioni su più di 34 sistemi di formazione europei

Eurydice è una rete a cui attualmente collaborano 34 paesi europei. Ogni paese vi inserisce informazioni sul proprio sistema di formazione. Dal 2011 la Svizzera collabora alla rete e a una parte dei prodotti. La rete europea dà informazioni sulle questioni come l'età scolastica, la struttura e l'organizzazione della formazione dei docenti o l'apprendimento delle lingue straniere nei singoli paesi. Eurydice pubblica regolarmente rapporti, fatti e cifre relativi ai temi della formazione. Il prodotto principale è Eurypedia.

17.10.2012