Newsletter del 15.02.2012

Notizie di attualità del 15.02.2012

Formazione professionale di base

15.02.2012

Rapporto della Confederazione concernente i costi pubblici della formazione

Nell'estate del 2011 il Consiglio federale ha richiesto al Dipartimento federale dell'economia di allestire un rapporto concernete i costi della formazione professionale dichiarati dai Cantoni. Tale rapporto è stato approvato dal Consiglio federale durante la riunione di inizio febbraio. Esso illustra la situazione della verifica e della plausibilità dei costi cantonali della formazione professionale così come sono e come dovrebbero essere. La verifica si è conclusa con un esito complessivo positivo e non sono previsti cambiamenti. Quindi da parte dell'ufficio preposto non sussiste la necessità di modifiche.

15.02.2012

Bando di concorso: promozione dell'imprenditoria

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) vuole promuovere maggiormente il pensiero e l'attività imprenditoriale nella formazione professionale di base per contribuire a far sì che le imprese siano in grado di gestire compiti imprenditoriali impegnativi. Per questo va sviluppato un progetto per la promozione dell'imprenditoria nella formazione professionale di base che comprende un piano di formazione (entro fine 2012) e un progetto pilota (anno scolastico 2013-14).

15.02.2012

Ordinanze: indagine conoscitiva

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha aperto due indagini conoscitive per la modifica dei piani di formazione nel campo delle procedure di qualificazione per le professioni di macellaio-salumiere AFC e costruttore stradale AFC e CFP. Una terza indagine conoscitiva concerne le modifiche dell'ordinanza sulla formazione di assistente dentale AFC (art. 18, cpv.1, lettera a: È ammessa come ausilio la consultazione della documentazione dell'apprendimento per quanto riguarda la voce 1 "Assistenza dei pazienti, misure profilattiche, assistenza diretta durante i trattamenti"). Se non vi saranno reazioni da parte degli interessati, l'UFFT riterrà approvate tutte le modifiche.
Ulteriori informazioni

15.02.2012

Rivista degli imprenditori dedicata alla formazione professionale

L'edizione di febbraio della rivista dell'Unione svizzera degli imprenditori Schweizer Arbeitgeber/ Emolyeur Suisse è dedicata al tema della formazione professionale. Uno degli articoli illustra la formazione professionale dal punto di vista dei datori di lavoro: vi si afferma che il sistema della formazione professionale sarà del tutto idoneo anche nei tempi a venire. Un altro articolo ritrae la creatrice d'abbigliamento recente campionessa ai campionati della formazione professionale. Per concludere, in un articolo-intervista i rappresentanti della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori e dell'Associazione Svizzera d'Assicurazioni spiegano il loro punto di vista sulla formazione professionale.

15.02.2012

Scuole a tempo pieno: documenti relativi al simposio

Il 17 novembre 2011, ha avuto luogo a Tolochenaz (VD) un simposio sul tema della formazione professioprofessionale a impostazione scolastica Formation à la pratique en école à plein temps, in riferimento specifico al settore commerciale. Le relazioni tenute in quell'occasione sono ora disponibili on-line. Jacques Amos ha presentato i dati più attuali, illustrando le differenze tra le regioni linguistiche, si è concentrato su alcune questioni in particolare e ha proposto la valutazione di un progetto pilota sviluppato nella formazione professionale di base nel settore commerciale. Altre relazioni hanno illustrato la situazione del Canton Ginevra, hanno trattato le aspettative e i compiti delle organizzazioni del mondo del lavoro e un progetto seguito dall'Istituto universitario federale per la formazione professionale (IUFFP) di Losanna.

15.02.2012

Formazione di commercio nell'amministrazione pubblica

All'incirca 1800 persone in formazione assolvono ogni anno la formazione professionale d'impiegato di commercio AFC presso l'amministrazione pubblica a livello comunale o cantonale. L'associazione di categoria dell'amministrazione pubblica divulga annualmente un opuscolo informativo trilingue. La nuova edizione presenta alcune novità e in particolare la nuova ordinanza sulla formazione professionale 2012, la formazione pratica degli studenti delle scuole di commercio presso le aziende di stage, e dà la parola a Belinda Walther Weger, capo del campo di prestazioni Formazione professionale dell'UFFT. Inoltre viene presentata l'organizzazione regionale e locale ORF État de Genève.

15.02.2012

ZH: sostegno alle persone in formazione e alle aziende formatrici

Nel Canton Zurigo l'organizzazione non profit privata Impulsis aiuta i giovani nell'integrazione professionale. In collaborazione con oltre 200 aziende, i giovani motivati vengono seguiti nella ricerca di un posto di formazione o di stage. In collaborazione con l'Ufficio dell'economia e del lavoro del Canton Zurigo, nel 2012 il programma EBAplus (CFPpiù) è stato integrato nell'offerta standard di Impulsis. EBAplus ha l'obiettivo di motivare le aziende a mettere a disposizione posti di formazione biennale offrendo il proprio sostegno sia ai giovani che alle aziende.

15.02.2012

GR: recupero della cultura generale per l'AFC

Lo scorso gennaio, ha preso avvio presso il centro di formazione sanità e sociale di Coira Bildungszentrum Gesundheit und Soziales (BGS) il corso di recupero compatto in cultura generale. I destinatari del corso sono persone adulte che desiderano ottenere un titolo AFC e/o vogliono approfondire la propria cultura generale. Il corso strutturato in 11 moduli ha l'obiettivo di portare gli utenti ad assolvere la procedura di qualificazione relativa alla cultura generale. Questo tipo di formazione di recupero può essere seguita parallelamente all'attività professionale sull'arco di due anni o a tempo pieno sull'arco di 5 mesi.
Ulteriori informazioni

15.02.2012

GE: rapporto sull'aiuto ai giovani che sciolgono il contratto di tirocinio

Nel Canton Ginevra sono vari i dispositivi a favore dei giovani tra i 15 e i 25 anni senza progetto di formazione, ma le istituzioni faticano a unificare le loro forze. Questo è ciò che ci rivela un rapporto della Commission externe d'évaluation des politiques publiques (CEPP). Per rimediare a tale situazione la CEPP ha indirizzato una lista di raccomandazioni al Consiglio degli Stati.
Ulteriori informazioni

15.02.2012

BE: nuovo centro di formazione per decolleteurs

Il Centre d'apprentissage de l'Arc jurassien (CAAJ) ha creato una nuova unità di formazione. Dopo La Chaux-de-Fonds tocca a Moutier, che mette a disposizione una nuova l'infrastruttura e offre così la formazione in decolletage. Le persone in formazione delle professioni in questione passeranno infatti i primi 18/24 mesi presso il centro di formazione per arrivare alle aziende formatrici già più preparati. L'apertura della nuova unità è prevista per agosto 2012.

Formazione professionale superiore e continua

15.02.2012

Costi e benefici degli esami federali

Uno studio commissionato dall'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ci mostra che gran parte dei candidati degli esami federali superiori e degli esami professionali federali superiori devono rispondere a costi che vanno dai 10 000 ai 20 000 franchi. Questi costi che comprendono i costi d'esame e dei corsi preparatori sono prevalentemente a carico dei candidati stessi, ma anche dei datori di lavoro. I problemi finanziari che provengono da tali costi si mantengono entro i limiti. L'acquisizione di un titolo o di un diploma federale, infatti, nella maggior parte dei casi ha una ripercussione positiva sulla carriera professionale. I candidati dichiarano di essere soddisfatti dello svolgimento degli esami e dei corsi preparatori. Documento integrale (francese, tedesco)

15.02.2012

Ordinanze in cosultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) un disegno di modifica di regolamento concernente l'esame professionale superiore di responsabile di formazione con diploma federale. La consultazione è aperta fino al 14 marzo.
Ulteriori informazioni

15.02.2012

Formazione generale e scuole universitarie

15.02.2012

UST: dati 2010 sul personale delle SUP

Il 47% dei collaboratori delle Scuole universitarie professionali svizzere dispone 'di una formazione universitaria, di cui il 29% di un dottorato o di un'abilitazione. Il 19% del personale possiede un titolo SUP e il 16% un altro diploma di livello terziario. Questi e altri dati sul personale delle Scuole universitarie superiori sono disponibili nel Rapporto pubblicato dall'Ufficio federale di statistica.

15.02.2012

Master SUP in viticultura ed enologia

La Scuola d'Ingegneri di Changins (SIC) offrirà dal settembre prossimo una formazione unica in Svizzera a livello Master in Life Sciences, orientamento viticultura ed enologia. Dopo aver contribuito a migliorare la qualità dei vini elvetici grazie alla formazione di viticoltori, cantinieri ed enologi, la SIC intende ormai offrire una formazione a livello di master che le dovrebbe permettere di essere finalmente annoverata tra le grandi scuole su scala internazionale. La SIC segnala inoltre la rielezione a presidente del Consiglio di fondazione fino al 2015, di Gianni Moresi, direttore aggiunto della Divisione della formazione professionale (DFP) del Canton Ticino. Congratulazioni! La Scuola di Changins sarà pure l'ospite d'onore della 10a edizione di ESPOprofessioni, la rassegna della formazione professionale in Ticino che avrà luogo a Lugano dal 12 al 17 marzo 2012.

15.02.2012

Programma di formazione all'inserimento professionale

Il Programma romando di formazione all'inserimento professionale corrisponde a un'offerta coordinata tra molte sedi di Scuole universitarie professionali della Svizzera occidentale (HES-SO), da un lato per il settore sociale, dall'altro per quello della gestione. Questi cicli di formazione continua sono rivolti agli specialisti dell'inserimento professionale, del job coaching e ai responsabili di programmi d'inserimento. Rispondono alle aspettative dei professionisti che intervengono nel campo dell'aiuto alla transizione scuola-lavoro, dell'inserimento o del reinserimento professionale.
Ulteriori informazioni (francese)

Orientamento

15.02.2012

CSFO: Potenziamento dei servizi di informazione in lingua italiana

Il CSFO potenzia i servizi di informazione nel settore dell'orientamento professionale, universitario e di carriera: il 1° febbraioè stato attivato un servizio incaricato di coordinare i servizi di informazione in lingua italiana e di adeguarli all'offerta in lingua tedesca e francese. L'obiettivo a medio termine è di avvicinare l'offerta CSFO su tutto il territorio nazionale. L'UFFT sostiene il nuovo servizio nell'ambito della convenzione sulle prestazioni 2012-2015 che disciplina il finanziamento da parte della Confederazione delle prestazioni nel settore dell'orientamento professionale, universitario e di carriera nell'ambito della legge federale sulla formazione professionale. La convenzione è stata adottata e sottoscritta a fine dicembre dal consiglio di sorveglianza CSFO. La collaborazione con il Cantone Ticino nel settore dei servizi di informazione è stata ridefinita e adeguata alla prassi degli altri Cantoni. Contatto: alessandra.truaisch@csfo.ch, Tel. 031 320 29 74

Mercato del lavoro

15.02.2012

La Svizzera rimane il polo innovativo leader in Europa

Secondo l'Indice dell'innovazione della Commissione europea, la Svizzera si riconferma per il quarto anno consecutivo in testa alla classifica delle nazioni più innovative in Europa. Insieme a Danimarca, Germania, Finlandia e Svezia, il nostro Paese continua a far parte del gruppo delle nazioni leader. Due particolari punti di forza, in cui la Svizzera ha addirittura consolidato la propria posizione, sono le domande di brevetti internazionali e la vendita di nuovi prodotti. I risultati globali rispecchiano un'agile economia d'esportazione basata su un solido sapere universitario e di ricerca, e su un'intensa attività d'innovazione.

15.02.2012

Calo dell'occupazione: lieve ripresa

Nella seconda metà del 2011, l'indicatore dell'occupazione dell'Istituto di ricerche congiunturali (KOF) dell'ETH di Zurigo ha registrato un netto calo. A fine ottobre 2011 ha marcato, per la prima volta dall'inizio del 2010, un valore negativo. Gli ultimi dati registrati (francese / tedesco) dimostrano che nel frattempo il calo si è interrotto: nel gennaio di quest'anno è stato nuovamente notato un piccolo aumento. Ciononostante, l'indicatore segna ancora un valore negativo di -4.4. L'indicatore consente stime precoci della congiuntura sul mercato del lavoro. La posizione negativa dell'indicatore lascia presagire che, nei prossimi mesi, l'occupazione in Svizzera potrebbe calare leggermente rispetto all'anno precedente.

15.02.2012

UFS: fatti circa l'iniziativa sulle vacanze

Secondo una pubblicazione (francese) dell'Ufficio federale di statistica (UFS), tra il 1996 e il 2010 la durata media delle vacanze in Svizzera è aumentata da 4,6 a 5 settimane all'anno. La durata delle vacanze varia a seconda della fascia d'età; le differenze non sono sostanziali. Dai 15 ai 19 anni la durata è di 5,2 settimane, dai 20 ai 49 è di 4,8 settimane, mentre dai 50 ai 64 anni è di 5,5 settimane.

15.02.2012

GE: come interpretare le statistiche sulla disoccupazione

Alla fine di gennaio 2012 il Canton Ginevra contava 12 199 disoccupati. Questo è l'unico Cantone ad avere visto un calo rispetto al mese precedente. Il miglioramento congiunturale del mercato del lavoro ha certamente influenzato il tasso di disoccupazione ginevrino, passando dal 7% del 2010 al 6% del 2011. Tuttavia, il tasso del 5,5% osservato all'inizio di quest'anno è dovuto a una modifica dell'obbligo di registrazione prevista dalla legge cantonale sull'assistenza sociale per i suoi beneficiari. Per altro, mentre la Segreteria di Stato dell'economia (SECO) registra a Ginevra un tasso di disoccupazione del 5,5%, l'Ufficio cantonale del lavoro ginevrino annuncia il 5%. Spiegazione: la SECO fa riferimento al censimento del 2000, mentre l'Ufficio cantonale tiene conto dei dati relativi all'inchiesta svizzera sulla popolazione attiva nel secondo trimestre del 2010.

Integrazione professionale

15.02.2012

Gli straordinari regolari incrementano il rischio di depressione

Il rischio di ammalarsi di depressione è decisamente maggiore per le persone che ogni giorno fanno tra le tre e le quattro ore di straordinari. Per le persone che lavorano molto il rischio di una forte depressione raddoppia se lo si paragona al rischio constatato presso le persone senza straordinari. Questi sono i risultati di una ricerca (tedesco) effettuata da un team internazionale. Infatti, dei 2123 impiegati dell'amministrazione inglese intervistati, il 3,1% (66 persone) ha sviluppato una forte depressione. Per spiegare il motivo del collegamento tra l'aumento del rischio di depressione e le ore straordinarie, i ricercatori fanno riferimento ad altri studi in cui viene segnalato che un lavoro che richiede molto tempo porta a conflitti in famiglia, a meno rilassamento e a più ormoni dello stress nel sangue.

15.02.2012

La salute dipende dalla cultura aziendale

Le aziende che riconoscono il valore del lavoro dei propri dipendenti li proteggono meglio dai disturbi della salute legati alla professione rispetto alle aziende che non tengono conto di tale aspetto. Ai fini della prevenzione è inoltre importante un management che garantisca l'equilibrio tra la prestazione e la salute del dipendente. Questi sono i risultati della decima edizione del Forum nazionale di discussione sui disturbi di salute correlati al lavoro, condotto a Berna dalla SUVA lo scorso novembre. Hanno partecipato al Forum 120 dirigenti di imprese e specialisti per la sicurezza sul lavoro e tutela della salute.

15.02.2012

UFS: cifre relative al lavoro domestico e familiare

Nel 2010 le donne hanno investito in media 27,6 ore alla settimana nel lavoro domestico e familiare. La media registrata dagli uomini corrisponde invece a 16,2 alla settimana. Questo è quanto rileva un'analisi (tedesco) dell'Ufficio federale di statistica. Spiccano in particolare le differenze di 16 e 14,4 ore che riguardano le fasce d'età comprese tra i 25 e i 39 anni e i 40 e 54 anni. Il livello formativo dei candidati non influisce sul fatto di essere attivi o meno in questo ambito.

15.02.2012

GE: piano di inserimento per i disoccupati in assistenza

La nuova Legge sull'inserimento e l'assistenza sociale individuale del Canton Ginevra prevede una presa a carico specifica per i disoccupati, il cui termine quadro si sta concludendo, che dà diritto all'assistenza sociale. Dal 1° febbraio 2012, questi ultimi vengono invitati a uno stage di quattro settimane con l'obiettivo di stabilire se un reinserimento professionale sia una prospettiva ragionevole o meno. In caso di esito positivo, gli interessati restano iscritti alla disoccupazione e vengono seguiti dal servizio di reinserimento professionale dell'Hospice géneral, che dispone di una vasta gamma di servizi d'inserimento: ricollocamento, impieghi di solidarietà e gli assegni che permettono, senza limiti d'età, di accedere a una formazione riconosciuta.

Varie

15.02.2012

UFS: rapporto esami finali 2010

Nonostante il numero crescente di attestati di maturità liceale, nel 2010 l'attestato federale di capacità, ottenuto al termine della formazione professionale di base, resta, con il 74%, il titolo preminente del livello secondario II. Oggigiorno la fine della formazione professionale di base non viene più considerata tanto l'obiettivo finale, ma piuttosto una tappa intermedia del percorso formativo. Negli ultimi dieci anni i titoli conseguiti nelle formazioni professionali superiori sono aumentati del 60%. Una formazione professionale superiore e una formazione continua presso scuole universitarie fanno tendenza tra apprendisti e liceali che si apprestano a compiere il prossimo passo. Circa il 57% dei titoli di livello terziario sono conseguiti al termine di studi universitari e il 43% alla fine di una formazione professionale superiore. I titoli acquisiti presso le università ammontano al 35%, mentre quelli conseguiti presso scuole universitarie professionali e pedagogiche raggiungono una quota pari al 22%. Il 51% di tutti i titoli di livello terziario appartiene alle donne. Questi sono solo alcuni dei risultati che emergono dal rapporto Examens finals en 2010 (francese e tedesco) dell'Ufficio federale di statistica, che offre una panoramica sulle scuole postobbligatorie e sui corsi di diploma.

15.02.2012

Rivista PANORAMA: da disoccupato a indipendente

La nuova edizione della rivista specializzata PANORAMA (2012/1), propone articoli sul provvedimento inerente al mercato del lavoro "promozione del lavoro indipendente", su un centro di fondazione e sulla necessità di tematizzare la questione della creazione di un'impresa già durante la formazione professionale, evitando la disoccupazione e avviando un lavoro indipendente.
Panoramica e ulteriori informazioni in tedesco, francese

15.02.2012

Germania: educazione ambientale

Il gruppo di lavoro Natur und Umweltbildung, in quanto associazione mantello e di categoria dei centri ambientali, promuove l'educazione ambientale offrendo formazioni continue, simposi, consulenze, progetti e informazioni online. Al simposio sulle energie rinnovabili nella pratica professionale in programma il prossimo 20/21 febbraio ad Amburgo, saranno presentati possibili approcci per la qualifica professionale nel settore delle energie rinnovabili e della formazione per uno sviluppo sostenibile. Saranno presentati degli esempi per l'orientamento professionale e alcune scuole professionali parleranno sulla vasta offerta di formazione inerente al tema delle energie rinnovabili.
Ulteriori informazioni (tedesco)