Newsletter del 14.03.2012

Notizie di attualità del 14.03.2012

Formazione professionale di base

14.03.2012

In consultazione il PQ Maturità professionale

Il progetto relativo al programma quadro d'insegnamento per la maturità professionale (PQ MP) destinato alla consultazione è stato elaborato d'intesa con la segreteria generale della CDPE e nell'ambito di un processo a cui hanno partecipato i partner della formazione professionale, le scuole professionali e le scuole universitarie professionali. Esso costituisce la base per l'insegnamento e gli esami dei cicli di formazione riconosciuti e definisce le competenze disciplinari ed extradisciplinari per l'accesso alle scuole universitarie professionali. Il programma quadro comprende quattro funzioni strategiche:
- garantire che l'offerta della maturità professionale sia armonizzata e coordinata in tutte le regioni della Svizzera
- costituire la base vincolante per disciplinare l'insegnamento per la maturità professionale
- contribuire a garantire a livello nazionale l'elevata qualità dell'insegnamento per il conseguimento della maturità professionale e del titolo stesso
- attribuire alla maturità professionale federale il giusto posizionamento a livello nazionale e internazionale.
La consultazione si concluderà il 30 giugno 2012. L'entrata in vigore del nuovo PQ MP è prevista per la fine del 2012.

14.03.2012

Rapporto annuale della CFFP

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) pubblica il rapporto annuale 2011 della Commissione federale della formazione professionale (CFFP). Il rapporto offre una panoramica sul lavoro della commissione e sui progetti attuali nell'ambito della formazione professionale.
Rapporto CFFP (in francese e in tedesco)

14.03.2012

Formazione per sans-papiers

I giovani stranieri in situazione irregolare (sanspapier) potranno in futuro seguire una formazione professionale, a condizione che siano bene integrati e abbiano frequentato almeno per cinque anni la scuola dell'obbligo in Svizzera. È quanto propone il Consiglio federale nell'ambito dell'attuazione della mozione Barthassat "Giovani in situazione irregolare. Accesso all'apprendistato". La consultazione si concluderà l'8 giugno 2012.
Comunicato stampa

14.03.2012

Primo fondo per la formazione professionale di un ramo commerciale

Con decorrenza al 1° marzo 2012, il Consiglio federale ha conferito obbligatorietà generale al fondo per la formazione professionale del ramo fiduciario e fiduciario-immobiliare. Questo lo rende il primo ramo commerciale che dispone di un fondo per la formazione professionale con obbligatorietà generale. Lo scopo è quello di offrire una formazione mirata alle nuove leve. Il fondo è stato realizzato su iniziativa dell'Organizzazione per la formazione commerciale fiduciario/immobiliare (OFCF) e in collaborazione con le associazioni SVIT Svizzera, Fiduciari Suisse, Camera fiduciaria e Union suisse des professionnels de l'immobilier (USPI).

14.03.2012

Posti di tirocinio: situazione nel febbraio 2012

A sei mesi dall'inizio dell'anno di tirocinio 2012, il mercato dei posti di tirocinio si presenta stabile. A livello regionale e in diversi settori si registrano differenze tra domanda e offerta. Stando al sondaggio mensile svolto presso i Cantoni dall'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT), la situazione di equilibrio sarebbe riconducibile ai seguenti fattori:
- diminuzione, a livello regionale, del numero di giovani che hanno terminato la scuola dell'obbligo
- il numero di posti disponibili è rimasto costante
- sostegno all'offerta di posti di tirocinio da parte dei Cantoni mediante misure di promozione e soluzioni transitorie.
Al momento non è ancora possibile farsi un'idea precisa della situazione. Confederazione e Cantoni monitorano costantemente gli sviluppi della situazione. Il barometro dei posti di tirocinio, che uscirà a giugno, fornirà ulteriori spunti di riflessione.
Comunicato stampa

14.03.2012

Ordinanze in consultazione

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha avviato la consultazione sul progetto di ordinanza e piano di formazione per la professione di Costruttore d'impianti e apparecchi AFC La consultazione scade il 6 giugno 2012.

14.03.2012

Piani di formazione: modifiche emanate

L'indagine conoscitiva che si è svolta tra il 23 gennaio e il 15 febbraio 2012 è approdata in una valutazione positiva delle modifiche proposte nel piano di formazione di Professionista del cavallo AFC. Il nuovo piano è dunque entrato in vigore il 1° marzo 2012. L'ordinanza e il piano di formazione di Operatore postpress AFC sono a loro volta entrati in vigore il 1° gennaio 2006. L'esperienza ha dimostrato come taluni obiettivi di valutazione e livelli tassonomici non siano stati definiti e attribuiti in modo ottimale in occasione dell'elaborazione del piano di formazione. Per questo motivo, uno specifico gruppo di lavoro ha proposto dei miglioramenti approvati dalla Commissione svizzera per lo sviluppo professionale e la qualità, dai rappresentanti dei Cantoni (CSFP) e dall'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT). Il piano di formazione è entrato in vigore il 1° marzo 2012.

14.03.2012

Meccanico di produzione AFC: indagine conoscitiva

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT) ha avviato la consultazione sulla proposta di modifica dell'ordinanza e del piano di formazione per la professione di Meccanico di produzione AFC. La modifica consiste nella possibilità di offrire la formazione in forma modulare per adulti. Spetterà ai Cantoni di decidere se offrire tale formazione o meno. In assenza di osservazioni entro il 31 marzo 2012, la modifica sarà considerata accettata.

14.03.2012
14.03.2012

Le reti di aziende formatrici si organizzano

Dopo un periodo d'inattività, i responsabili dell'associazione delle reti svizzere di aziende formatrici (VLS) hanno deciso di riattivarla. In collaborazione con l'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia, un team di coordinamento ha organizzato nel novembre 2011 una conferenza per le reti di aziende formatrici interessate della Svizzera e del Liechtenstein. Nel primo semestre del 2012, dovrà essere definita la futura forma dell'associazione, allo scopo di fondare una oml per reti di aziende formatrici. I prossimi incontri saranno pure un'occasione per attivare uno scambio di informazioni tra le aziende.

Formazione professionale superiore e continua

14.03.2012

Regolamenti in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno sottoposto all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia i disegni di regolamento concernenti gli esami di professione e gli esami professionali superiori di:
- dichiarante doganale con attestato professionale federale
- specialista in commercio estero con attestato professionale federale
- capo del commercio estero diplomato
foglio federale del 28.2.2012
- esperto in produzione con attestato professionale federale
- allenatore di sport di prestazione con attestato professionale federale
- capo di marketing diplomato
- maestro odontotecnico
foglio federale del 6.3.2012

Formazione generale e scuole universitarie

14.03.2012

ZH: nuove regole d'ammissione alle scuole post-obbligo

 Il Canton Zurigo ha introdotto nuove disposizioni per l'ammissione alle scuole post-obbligatorie. Gli allievi provenienti dalle scuole elementari che desiderano accedere al Langzeitgymnasium, dopo l'esame scritto non potranno fruire di una seconda chance attraverso un esame orale. In caso di dubbio, gli allievi che desiderano passare dalla Sekundarschule al Kurzzeitgymnasium verranno sottoposti, come oggi, a un esame orale, ma non potranno far valere le loro note scolastiche. Il periodo di prova viene prolungato a un intero semestre.

14.03.2012

SG: anno di assessment da ora anche in inglese

L'anno di assessment, che rappresenta il primo anno per gli studenti dell'Università di San Gallo, verrà riformato dall'autunno 2013. Sarà tra l'altro possibile svolgere l'anno intero in lingua inglese. Questa opportunità dovrebbe così rendere l'Uni di San Gallo più attrattiva per gli studenti di lingua italiana e francese. Sarà inoltre possibile per glistudenti germanofoni migliorare le loro competenze di lingua inglese in vista di una carriera a livello internazionale.

Orientamento

14.03.2012

Euroguidance: programma di scambio per orientatori professionali

Il centro svizzero di competenza per lo scambio e la mobilità della Fondazione ch per la collaborazione confederale offre nuove opportunità di formazione continua all'estero agli orientatori di studi, professione e carriera. Sono ancora disponibili dei posti per un seminario in Slovenia sul tema "career management skills" e per uno viaggio di studi in Belgio. Questi eventi avranno luogo nel maggio 2012. I costi per viaggio, vitto e alloggio saranno coperti all'80% dalla Fondazione ch.

14.03.2012

GE: la Cité des métiers su smartphone

La tradizionale Cité dei mestieri e della formazione (CdMF) è al passo dei tempi con la telefonia mobile. Dopo aver rinnovato il portale internet e la pagina facebook, la Cité sbarca sullo smartphone, grazie a una nuova appl. Essa presenta la CdMF e i vari servizi, offre l'accesso all'agenda e al ventaglio di posti di formazione professionale disponibili nel Canton Ginevra, inoltre propone la lettura di una rivista in rete centrata sulle professioni e sulla formazione.

14.03.2012

Nuovo spazio riservato alle persone in formazione

Jobup.ch, piattaforma per la ricerca d'impiego in Svizzera romanda, propone da qualche tempo un nuovo spazio destinato ai giovani alla ricerca di un posto di formazione. Le aziende formatrici hanno dal canto loro la possibilità di diffondere gratuitamente le loro offerte d'impiego. Jobup mira così ad agevolare l'approccio tra i giovani candidati e i loro futuri datori di lavoro.

Mercato del lavoro

14.03.2012

Rallenta l'incremento dell'impiego

Secondo la statistica dell'impiego, pubblicata nel Barometro dell'impiego dell'Ufficio federale di statistica, nel 4° trimestre 2011 la Svizzera contava 4,044 milioni di addetti, ovvero 21 000 in più rispetto all'anno precedente (+0,5%). Il volume dell'impiego espresso in equivalenti a tempo pieno ammontava a 3,432 milioni. Rispetto al 3° trimestre, l'incremento dell'impiego è fortemente calato. Il numero di posti liberi è diminuito rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, mentre le difficoltà di reclutamento di personale qualificato sono risultate stabili.

14.03.2012

Calo della competitività

Secondo il KOF, il Centro di ricerche congiunturali del Politecnico federale di Zurigo, dalla metà del 2011 la situazione delle imprese svizzere ha subito un sensibile peggioramento. Nel primo semestre del 2012 si è confermata la flessione congiunturale. In particolare nell'industria e nel settore alberghiero, entrambi molto dipendenti dalle esportazioni, si prevede una compressione del personale nei mesi a venire. I risultati delle inchieste congiunturali si fondano sulle risposte di quasi 7'000 imprese nell'industria, nell'edilizia e nei principali settori dei servizi.
Comunicato stampa (francese)

14.03.2012

Forte aumento dei lavoratori frontalieri

Il numero di frontalieri è passato dalle 194 000 unità del 2006 alle 259 000 nel 2011; in Ticino da 38 493 a 53 936 unità. In base ai dati pubblicati dall'Ufficio federale di statistica, la crescita nelle categorie "Impiegati d'ufficio e affini" (+71,4%), "Lavoratori non qualificati" (+67,2%) e "Dirigenti" (+52,1%) è nettamente superiore al 33,3% (aumento medio del numero complessivo di frontalieri). Più della metà dei lavoratori frontalieri risiede in Francia, il 21,1% in Germania, il 3,2% in Austria, mentre i frontalieri residenti in Italia rappresentano il 22,8% del totale. Essi tendono a esercitare professioni meno qualificate rispetto all'insieme della popolazione attiva. L'industria ne occupa il 40%, il settore dei servizi il 60%. Nella regione del Lemano, così come nella Svizzera nordoccidentale, all'incirca un occupato su dieci è frontaliero. Una quota più importante di frontalieri, corrispondente al 24% degli occupati, si registra in Ticino.

14.03.2012

Misure fiancheggiatrici più incisive

Le esperienze fatte finora dimostrano che le misure collaterali alla libera circolazione delle persone sono risultate efficaci. La loro applicazione ha però evidenziato anche diverse lacune nella normativa, che il Consiglio federale intende colmare modificando le relative basi legali, secondo le indicazioni della Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Sono previste nuove possibilità sanzionatorie in caso di indipendenza fittizia e di infrazione delle disposizioni obbligatorie in materia di condizioni salariali e lavorative. Al contempo si renderà più efficiente l'esecuzione delle misure. Il Consiglio federale ha adottato il messaggio relativo alla legge federale sull'adeguamento delle misure collaterali alla libera circolazione delle persone.
Comunicato stampa

Integrazione professionale

14.03.2012

La prevenzione paga

L'azienda che investe un franco nella prevenzione della salute e degli infortuni, si vede moltiplicato per 3,8 il beneficio finale. Un collaboratore in salute significa meno assenze, meno interruzioni della produzione, minori costi. È quanto emerge da uno studio dell'Associazione internazionale di sicurezza sociale (AISS). Su scala mondiale, sono state interrogate 300 grandi imprese, delle quali 12 con sede in Svizzera. Secondo Dietmar Bräunig, coautore dello studio, la prevenzione è vantaggiosa per imprese di qualsiasi dimensione.

14.03.2012

Incoraggiamento all'impiego di disabili

La 6a revisione dell'Assicurazione invalidità (AI) mira a promuovere la reintegrazione degli assicurati già beneficiari di una rendita. Le prestazioni dell'AI, descritte in una recente campagna informativa destinata alle imprese, rispondono alle esigenze dei datori di lavoro. Per esempio, il nuovo strumento molto prezioso del lavoro a titolo di prova permetterà al datore di lavoro di fare la conoscenza e saggiare le capacità di un potenziale futuro dipendente per un periodo di al massimo sei mesi. Nel 2011, gli uffici AI, in collaborazione con i datori di lavoro, sono riusciti a collocare 11'530 disabili nel mercato del lavoro primario. Questa cifra comprende i posti di lavoro mantenuti, i ricollocamenti all'interno della stessa azienda e i ricollocamenti presso nuovi datori di lavoro. Questi ultimi rappresentano il 47% del totale, per un volume di 5400 posti vacanti assegnati a disabili.
Comunicato stampa

14.03.2012

Austria: la formazione previene la disoccupazione

In Austria, la quota di disoccupati (pari al 6,7% della popolazione attiva) con il solo diploma di scuola dell'obbligo registrata nel 2011 era del 46%, quella di diplomati universitari del 4,1%, mentre quella di diplomati presso scuole universitarie professionali dello 0,6% soltanto. Il rilevamento è stato eseguito dall'Arbeitsmarktservice. Più chiara è la relazione tra disoccupazione e grado di formazione rispetto al rischio di perdita del lavoro. In base ai dati, nel 2011 donne e uomini con un diploma di scuola dell'obbligo erano disoccupati nella misura del 17,9%, mentre lo era solo il 2,4% fra i diplomati di università e scuole universitarie professionali.

Varie

14.03.2012

Server dei documenti edudoc.ch ora anche in italiano

Il server svizzero dei documenti per l'educazione e la formazione edudoc.ch è ora disponibile integralmente anche in italiano, indicazioni relative alle collezioni tematiche comprese (ad esempio Case management o Libertà di credo e di coscienza nella scuola). Il server svizzero dei documenti per l'educazione e la formazione edudoc.ch permette l'accesso a una vasta gamma di informazioni provenienti dal mondo svizzero della formazione e dell'educazione. Con l'opzione „cerca" è possibile trovare un documento specifico inserendo il titolo nella casella, nonché effettuare una ricerca tematica.

14.03.2012

Giornata di studio sul case management

È a disposizione online la documentazione (francese) relativa alla giornata di studio sul case management che si è svolta a Lucerna il 26 e 27 gennaio scorsi. Sono stati affrontati i temi legati alle esperienze sui primi quattro anni di attività e alle prospettive future, in particolare alla pianificazione del CM-online. Si è pure approfondito il tema degli aspetti relazionali nell'orientamento professionale dei giovani.