Newsletter del 28.03.2012

Notizie di attualità del 28.03.2012

Formazione professionale di base

28.03.2012

Pubblicato il Masterplan per la formazione professionale

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ha pubblicato il Masterplan per la formazione professionale (francese/tedesco). Tale masterplan è stato realizzato in vista del Messaggio concernente il promovimento dell'educazione, della ricerca e dell'innovazione 2013-2016 (Messaggio ERI). In quanto strumento di pilotaggio politico della Confederazione e dei Cantoni, il masterplan illustra le basi del finanziamento della formazione professionale da parte dell'ente pubblico e fa riferimento alle sfide del periodo ERI 2013-2016.

28.03.2012

Tema della Newsletter "Qualità": promozione dei talenti

La promozione dei talenti è il tema principale dell'edizione primaverile 2012 della Newsletter "Qualità" dell'UFFT. Margrit Stamm presenta i risultati delle ricerche relative alla promozione dei talenti nella formazione professionale di base illustrandone l'applicazione pratica in tre esempi di tre diversi partner della formazione. Inoltre la quinta edizione della Newsletter "Qualità" informa sui risultati del convegno dei partner della formazione avvenuto il 19/20 marzo a Morat.

28.03.2012

Documenti del convegno dei partner della formazione professionale

I documenti presentati in occasione del convegno dei partner della formazione professionale tenutosi il 19 e 20 marzo a Morat, sono ora disponibili on-line. Intitolato "Vivere la qualità: a che punto è lo sviluppo della qualità nella formazione professionale svizzera" alcuni rappresentanti dei partner della formazione hanno parlato del proprio ambito lavorativo. Durante i workshop i partecipanti si sono dedicati a una carta geografica del processo e a un dossier, input per la discussione sui principi della formazione, la cooperazione tra i luoghi di formazione e sulla vigilanza.

28.03.2012

Formazione commerciale: settore costruire e abitare

A partire dall'anno scolastico 2012 vi sarà un nuovo settore di formazione e d'esame accreditato dall'UFFT: Costruire e abitare, completerà la gamma di formazioni commerciali di base. Baukette è un'associazione di aziende dei settori: pianificazione, produzione, commercio, costruzione, lavori pubblici, lavori di ristrutturazione e di isolamento, ambiente, manutenzione e amministrazione, smaltimento dei rifiuti. Le informazioni (francese/ tedesco) disponibili sul sito www.baukette.ch vengono aggiornate regolarmente. Inoltre vi sono indicati luogo e data dei corsi interaziendali.

28.03.2012

Nuove disposizioni nell'Ordinanza sulla formazione professionale

Dal 1° gennaio 2012, l'articolo 12 dell'Ordinanza sulla formazione professionale di base (OFPr) ha due nuovi capoversi. Essi completano le disposizioni relative alla formazione professionale di base:
- cpv. 1bis: Esse disciplinano inoltre la composizione e i compiti delle commissioni svizzere per lo sviluppo professionale e la qualità nelle professioni interessate. Le commissioni devono essere composte in modo che a. sia garantita una rappresentanza della Confederazione; b. le regioni linguistiche siano equamente rappresentate.
- cpv. 1ter: Le commissioni di cui al capoverso 1bis non sono commissioni extraparlamentari ai sensi dell'articolo 57a LOGA. Esse sono nominate dalle organizzazioni del mondo del lavoro. I loro membri sono indennizzati da tali organizzazioni.
OFPr

28.03.2012

NE: promozione della formazione degli adulti senza alcuna qualifica

Nel Canton Neuchâtel, un adulto su dieci non dispone di alcuna qualifica professionale riconosciuta. Queste persone sono spesso disoccupate o beneficiano dell'assistenza sociale. Come la CDPE, anche il Consiglio di Stato del Canton Neuchâtel si è posto quale obiettivo che il 95% di una fascia d'età concluda un titolo a livello secondario II entro il 2015. Per facilitare agli adulti l'accesso alla formazione, per aumentare le loro opportunità sul mercato del lavoro e migliorare la loro integrazione nel mondo del lavoro, il Cantone ha approvato una gamma di provvedimenti. A partire dal 2013 si ridurranno le tariffe per la preparazione di una formazione AFC adeguandosi alle possibilità dei candidati.
Ulteriori informazioni

Formazione professionale superiore e continua

28.03.2012

Regolamento in consultazione

Gastro Suisse, la Federazione dell'Albergheria e della Ristorazione ha presentato all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia un disegno di regolamento concernente l'esame professionale superiore di esercente albergatore diplomato/esercente albergatrice diplomata.
Foglio federale

28.03.2012

Professioni sanitarie: costi e utilità della formazione terziaria

Il gruppo direttivo Masterplan "Formazioni professionali sanitarie" ha incaricato l'Istituto universitario federale per la formazione professionale di determinare tramite uno studio specifico costi e benefici degli stage pratici svolti in azienda nell'ambito della formazione professionale sanitaria di livello terziario. Gli studenti delle scuole universitarie professionali e delle scuole specializzate superiori forniscono prestazioni produttive durante il loro stage. Esse sono confrontate con le spese dell'azienda per la formazione. Lo studio è stato realizzato in funzione della nuova regolamentazione sulle indennità per le prestazioni di formazione in azienda, che dovrebbe essere coordinata con il nuovo finanziamento ospedaliero su scala nazionale.
Studio
Testo d'accompagnamento
Ulteriori informazioni sul Masterplan

28.03.2012

Svizzera romanda: Accesso alla formazione in cure infermieristiche

La formazione degli infermieri è regolata in modo diverso nelle varie regioni linguistiche. In Svizzera tedesca e in Ticino, essa è garantita dalle scuole specializzate superiori (SSS), mentre in Svizzera romanda, è dispensata dalla Haute école spécialisée de Suisse occidentale (HES-SO). Nel dibattito attuale su queste differenze, è utile accennare alle molteplici vie d'accesso al ciclo di studi bachelor in cure infermieristiche dell'HES-SO: diploma di operatrice sociosanitaria AFC e maturità professionale S2, certificato ECG e maturità specializzata opzione salute, oppure maturità liceale.

Formazione generale e scuole universitarie

28.03.2012

Insufficiente l'offerta d'insegnamento dell'italiano

Nel 2011, la Commissione svizzera di maturità (CSM) ha condotto un'indagine sull'insegnamento dell'italiano nelle scuole di maturità. Secondo l'ordinanza federale, i Cantoni devono proporre l'italiano come disciplina fondamentale e come materia facoltativa; l'italiano può inoltre essere offerto come opzione specifica. Dall'indagine della CSM emergono i seguenti risultati: in 17 Cantoni (Ticino escluso) l'italiano è proposto come disciplina fondamentale, in 19 come materia facoltativa. In media, gli studenti che scelgono l'italiano sono il 13%.
Comunicato stampa

28.03.2012

Pubblicato il Masterplan per le scuole universitarie professionali

L'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ha pubblicato il Masterplan per le scuole universitarie professionali. Esso dà seguito al messaggio ERI concernente il promovimento dell'educazione, della ricerca e dell'innovazione per gli anni 2013-2016. Il Masterplan è uno strumento politico della Confederazione e dei Cantoni, che rappresenta la base per il finanziamento delle scuole universitarie professionali e fissa gli obiettivi per gli anni a venire.
Masterplan per le scuole universitarie professionali

28.03.2012

Test attitudinali 2012 per gli studi di medicina

In base al numero di iscrizioni pervenute nei termini, la Conferenza universitaria svizzera (CUS) raccomanda nuovamente di limitare per l'anno accademico 2012/13 l'accesso agli studi di medicina umana, dentaria e veterinaria presso le Università di Basilea, Berna, Friburgo e Zurigo. Di conseguenza per le persone iscritte nelle discipline indicate avrà luogo un test attitudinale svolto in francese, in tedesco e in italiano il 6 luglio 2012. Il Canton Ginevra svolgerà pure il test attitudinale, i cui risultati non saranno però utilizzati a scopo selettivo. Le Università di Losanna e Neuchâtel anche quest'anno rinunciano allo svolgimento di un test attitudinale.
Comunicato stampa

Orientamento

28.03.2012

CSFO Edizioni: nuove pubblicazioni

In lingua italiana, saranno pubblicati nel sito (ma sono già disponibili presso il servizio documentazione dell'Ufficio dell'orientamento professionale), i due pieghevoli per la formazione superiore di ortottista dipl. SSS e di specialista in attivazione dipl. SSS, oltre a quattro DVD che illustrano le professioni di decoratore 3D AFC, falegname AFC, operatore in automazione AFC, panettiere, pasticciere, confettiere AFC, inoltre è disponibile la nuova edizione di "scuola media… e poi?". In lingua francese, 25 quaderni tematici che raggruppano le schede InfOP secondo i campi professionali, sono pubblicati questo mese nella loro versione aggiornata. Due nuovi DVD rivolti agli operatori in automazione AFC e agli operatori pubblicitari AFC, completano la collana "Zoom sur les métiers". In lingua tedesca, è invece disponibile "Berufsfelder 2012", la panoramica sulla formazione professionale di base e continua. Altre pubblicazioni sono il quaderno sulle professioni sociali e i pieghevoli informativi: Segantino di produzione per l'industria del legno AFC e Addetto alla lavorazione del legno CFP. Per ragioni di budget, è stata prevista qualche modifica al programma delle pubblicazioni, rinviandone alcune al 2013. L'insieme delle pubblicazioni previste nel 2012 è disponibile in lingua francese e in lingua tedesca.
Link

28.03.2012

Scelta professionali: studio sui criteri che portano alla decisione

La scelta professionale dei giovani è condizionata dai genitori e dai coetanei. Un ruolo importante lo rivestono pure i docenti e gli orientatori. Sempre più spesso, internet è utilizzato nella ricerca di posti di formazione e d'informazioni sui singoli mestieri e sui rispettivi formatori. Non è tuttavia ancora all'orizzonte una netta tendenza verso le candidature elettroniche. Tutte queste constatazioni emergono dall'indagine sviluppata da Lernetz AG su mandato dell'Associazione ICT-Formazione professionale Svizzera.

Mercato del lavoro

28.03.2012

Per una politica dell'impiego più coerente sul piano internazionale

Il Consiglio federale vuole ratificare la convenzione n. 122 dell'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) sulla politica dell'occupazione. Il suo scopo è di permettere a ogni persona di avere la possibilità di far fronte ai bisogni della propria vita con un lavoro liberamente scelto o accettato. Questo presuppone condizioni quadro a beneficio delle imprese e della protezione di lavoratori, per promuovere la piena occupazione produttiva, ridurre la disoccupazione e lottare contro la povertà. Secondo il parere delle parti sociali, la legislazione e la prassi svizzere assolvono interamente le esigenze della convenzione. Attraverso la loro ratifica, la Svizzera opererebbe soprattutto nel campo della solidarietà internazionale.
Comunicato stampa

28.03.2012

La Confederazione auspica la stabilizzazione congiunturale

Il gruppo di esperti della Confederazione conta su una ripresa della congiuntura dopo la flessione registrata a conclusione del 2011. Per il 2012 si calcola un incremento del prodotto interno lordo dello 0,8%, PIL che dovrebbe crescere ulteriormente nel 2013 fino all'1,8%. Le ragioni dell'inversione di tendenza sono da ricercare nell'allentamento della crisi debitoria della zona euro e nella leggera crescita della domanda interna. Secondo le valutazioni del gruppo di esperti il mercato del lavoro reagirà con un certo ritardo all'evoluzione congiunturale generale. In termini di medie annuali, il tasso di disoccupazione dovrebbe essere del 3,4 per cento nel 2012 e del 3,7 per cento nel 2013.

28.03.2012

AD: Datori di lavoro contro il percento di solidarietà illimitato

Il Consiglio nazionale ha deciso di introdurre il percento di solidarietà a favore dell'Assicurazione contro la disoccupazione (AD) che dovrebbe essere percepito sui salari superiori ai 315 000 franchi. Il contributo di solidarietà garantirebbe 79 milioni supplementari annui all'AD. L'Unione svizzera degli imprenditori è contraria a questo progetto di contributo di solidarietà non plafonato. Attualmente, un contributo è previsto per i salari che raggiungono 126 000 franchi, mentre un percento di solidarietà è prelevato sulla parte di salario tra i 126 000 e i 315 000 franchi.

28.03.2012

La competitività in calo

Secondo le indagini del centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo (KOF), la situazione delle imprese svizzere ha subito un deterioramento sensibile dall'estate 2011. La perdita di velocità congiunturale continuerà per tutto il 1° trimestre del 2012. L'industria e il settore alberghiero e della ristorazione dipendono dalle esportazioni e, a causa della flessione congiunturale, si prevedono delle riduzioni di personale nei prossimi mesi. I risultati delle indagini congiunturali del KOF si basano sulle risposte di circa 7000 imprese dell'industria, dell'edilizia e dei principali settori dei servizi.
Comunicato stampa

28.03.2012

La forza del franco pesa sul mercato del lavoro

Il risultati dell'indagine Previsioni Manpower sull'occupazione in Svizzera per il 2° trimestre 2012 indicano che, dei 760 datori di lavoro interrogati, il 5% prevede un aumento dei loro effettivi, il 3% una diminuzione, mentre l'89% non intravede alcun cambiamento. Questi dati, identici a quelli registrati nel primo trimestre 2012, tendono a dimostrare come il mercato dell'occupazione subisca gli effetti della crisi europea e le difficoltà legate alla forza del franco svizzero. Per questo, i datori di lavoro svizzeri continuano a mantenere un'attitudine attendista rispetto al reclutamento di manodopera e preferiscono valutare gli sviluppi economici prima di intraprendere iniziative in tal senso.

28.03.2012

Prospettive ottimistiche per la piazza finanziaria elvetica

Il mercato bancario 2015 sarà regolato più fortemente e il segreto bancario risulterà più allentato. Aumenterà nel contempo la concorrenzialità tra istituti. A queste conclusioni è giunto uno studio che l'agenzia di consulenza Accenture ha realizzato in collaborazione con l'Associazione svizzera delle Banche cantonali presso gli attori del mercato bancario più importanti. Più di due terzi degli interrogati sono dell'idea che i clienti delle banche presteranno sempre maggiore attenzione a sicurezza e fiducia. Per questo motivo, la piazza finanziaria elvetica manterrà la propria attrattività, in particolare nei confronti di imprese e clienti privati indigeni. Lo studio segnala inoltre che i vantaggi specifici del sistema bancario svizzero verso clienti esteri sono l'elevata qualità della consulenza e dei servizi, oltre alla stabilità politica del Paese.

Integrazione professionale

28.03.2012

Lo stress incide sulla salute

Secondo uno studio su scala europea, le condizioni di lavoro possono nuocere alla salute degli occupati. Il 31% degli intervistati, che definiscono il proprio stato di salute buono o molto buono, sostengono di risentire spesso o molto spesso un sentimento di stress negativo. Tra le persone attive che definiscono medio, negativo o molto negativo il loro stato di salute, questa proporzione sale al 53%. Le condizioni di lavoro che obiettivamente favoriscono lo stress o che sono generalmente difficili (frenesia, imprevedibilità, costrizioni) hanno un effetto particolare sulla salute quando sono insite al lavoro stesso e dunque difficilmente evitabili. Queste e altre considerazioni sono contenute nello studio presentato da Thomas Ragni della Sezione analisi del mercato del lavoro e della politica sociale della Segreteria di stato dell'economia, pubblicato nel recente numero della rivista
Die Volkswirtschaft / La Vie économique.

Varie

28.03.2012

Stato delle ricerche promosse dall'UFAS

L'Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS) ha pubblicato il suo rapporto annuale sugli studi scientifici affidati a istituti ed esperti esterni sui temi della sicurezza sociale. L'UFAS presenta un ventaglio di ricerche e di valutazioni avviate nel 2011, già completate o ancora in corso, in particolare nei settori della previdenza vecchiaia e professionale, della disabilità, della famiglia, delle generazioni e dello sviluppo della sicurezza sociale. Esso è completato da una bibliografia delle pubblicazioni apparse dal 2007 al 2011. Buona parte di esse riguarda l'integrazione nel mercato del lavoro e l'assicurazione contro la disoccupazione. I rapporti di ricerca pubblicati possono essere scaricati dal sito internet dell'UFAS.