Newsletter del 16.05.2012

Notizie di attualità del 16.05.2012

Formazione professionale di base

16.05.2012

GE: label a favore dell'occupazione

Il label "1+pour tous" offre un riconoscimento pubblico alle imprese del Canton Ginevra che reclutano disoccupati di lunga durata (DLD) per un contratto di durata indeterminata. Concepito dallo Stato di Ginevra in partenariato con gli ambienti economici e la fondazione Philias, il label è attribuito per 2 anni se l'impegno riguarda almeno 1 DLD in un'azienda fino a 50 lavoratori dipendenti, 2 DLD per aziende fino a 199 lavoratori dipendenti e 3 per aziende oltre 199 dipendenti. Il label è accompagnato da una carta che impegna anche le aziende a rispettare le condizioni di lavoro in vigore e a promuovere attorno ad esse i valori sociali. Dopo un periodo di prova che ha permesso di concedere il label a 6 imprese, esso è da ora offerto alle PMI, alle grandi imprese e alle multinazionali.

16.05.2012

Revisione del fondo della formazione professionale fiduciario e immobiliare

Le associazioni professionali competenti hanno sottoposto all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia una domanda di modifica del regolamento del fondo della formazione professionale obbligatorio.
- La revisione comprende in particolare i seguenti punti: aggiungere alle attività affidategli la tutela dei membri (art. 4, cpv. 1, lett. f)
- aggiungere ai titoli di formazione affidatigli il titolo di gestore immobiliare con attestato professionale federale (art. 5, lett. b, cif. 8)
Foglio ufficiale svizzero di commercio
Le obiezioni sono da inoltrare entro 30 giorni.

16.05.2012

Progetti premiati a "Scienza e gioventù"

Hanno partecipato al concorso nazionale di Scienza e gioventù giovani in formazione e giovani studenti provenienti da tutta la Svizzera. Sabato 5 maggio, a Lugano, dopo una prima selezione sono stati premiati i 61 migliori lavori di ricerca. In occasione del suo discorso, il Consigliere federale Alain Berset ha voluto far notare la sottorappresentanza delle persone in formazione (presenti con solamente 7 progetti, di cui solo un rappresentante proveniente dalla Svizzera romanda, dal Canton Friborgo). Due giovani in formazione di Uzwil hanno ottenuto la menzione "molto buono” e potranno partecipare alla conferenza scientifica di Engelberg che tratterà le "Futur Cities”.
Comunicato stampa

16.05.2012

Giornata dell'apprendistato: bilancio positivo

Gli organizzatori sono soddisfatti dello svolgimento della 4a giornata intercantonale dell'apprendistato. L'obiettivo principale di presentare la formazione professionale in modo positivo ha trovato un riscontro nella popolazione. I rappresentanti dell'economia si sono dimostrati disposti a offrire una prospettiva ai giovani anche in futuro, ma hanno comunque fatto notare la carenza di personale qualificato. I ritratti di alcuni giovani hanno confermato, una volta di più, che la ricerca di un posto di formazione è un'impresa difficile soprattutto per chi non può dimostrare grandi risultati scolastici. L'azione promossa dall'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia è continuata a crescere: in 14 Cantoni e nel Principato del Liechtenstein, 23 radio private, con il sostegno degli uffici cantonali della formazione professionale hanno contribuito alla promozione dei posti di formazione. Non partecipano ancora all’azione il Ticino e la maggior parte dei cantoni della Svizzera orientale e della Svizzera centrale.
Ulteriori informazioni

16.05.2012
16.05.2012

FR: Fritz Winkelmann lascia il Servizio della formazione professionale

Dopo aver trascorso più di nove anni alla direzione del Servizio della formazione professionale del Canton Friborgo, Fritz Winkelmann ha deciso di dare un nuovo indirizzo alla sua carriera. Egli lascerà l'ente pubblico a metà luglio per affrontare una nuova sfida nell'industria. Il suo posto sarà prossimamente messo a concorso. Membro del comitato della Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale, Fritz Winkelmann ne è attualmente vicepresidente.
Comunicato stampa

16.05.2012

GE: riorganizzazione all'OFPC

L'Ufficio per l'orientamento, la formazione professionale e continua del Canton Ginevra (OFPC) ha riorganizzato il suo servizio della formazione professionale. La nuova struttura prevede cinque ambiti: Commercio, Edilizia, Sanità e socialità, Tecnica e un ramo multiplo che comprende Arti applicate, Natura e ambiente e i Servizi alberghieri e di ristorazione. In ciascuno di questi ambiti, i consulenti seguiranno le persone in formazione, dalla firma del contratto al diploma, secondo il principio del consulente referente per persona in formazione. Questa nuova struttura, meno gerarchizzata e più flessibile, si prefigge di adeguare le prestazioni del servizio alle esigenze di un sistema di formazione professionale in costante evoluzione. La nuova ripartizione delle responsabilità e delle professioni sarà effettiva con il nuovo anno scolastico 2012-2013.

16.05.2012

6° laboratorio climatico della Fondazione myclimate

La Fondazione myclimate lancia la sesta edizione del Laboratorio climatico che si svolgerà durante l'anno scolastico 2012/13. Le persone in formazione elaborano, da sole o in gruppo, a scuola o in azienda, dei progetti nel ramo del risparmio energetico, dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. Il laboratorio beneficia del sostegno preventivo della Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale. Molte persone in formazione traggono dal Laboratorio climatico l'ispirazione per il proprio lavoro di approfondimento.
Ulteriori informazioni in francese / tedesco

16.05.2012

Austria: riconoscimento delle qualificazioni estere

In base allo studio della Donau-Universität di Krems, molti cittadini austriaci nati all'estero sono occupati al di sotto della loro reale qualificazione professionale conseguita all'estero. Essa dovrebbe essere maggiormente accreditata sul mercato del lavoro, cosa che sarà possibile in futuro attraverso un riconoscimento formale e informale dei diplomi. In particolare per diplomi di lavoratori specializzati, non sarebbe spesso necessario un riconoscimento formale. Dovrebbero perciò essere creati uffici di avviamento e valutazione, allo scopo di sostenere i lavoratori emigranti nella fase di riconoscimento della loro qualificazione. Il Ministero delle scienze dispone già oggi di un ufficio d'informazione che, in futuro, diventerà un vero e proprio centro di informazioni e di servizi. Per professioni regolamentate, per esempio nel settore delle cure, dovranno essere assicurate modifiche di legge in sintonia con le linee direttive dell'UE sul riconoscimento dei diplomi.
Ulteriori informazioni

16.05.2012

Austria: diplomi professionali sempre richiesti

Uno studio dell'Institut für Bildungsforschung der Wirtschaft (IBW) illustra il bisogno di manodopera specializzata in Austria. I dati si fondano su un'analisi della domanda del mercato del lavoro, su un'analisi tecnicostatistica e un'inchiesta presso numerose imprese (750 risposte analizzate). Le maggiori difficoltà si riscontrano presso imprese che reclutano manodopera specializzata con una formazione professionale di base. Il rilevamento contraddice anche la convinzione secondo la quale lo spostamento verso professioni nel ramo dei servizi sarebbe collegato prevalentemente al bisogno di una più elevata qualificazione. In generale nelle previsioni sullo stato delle professioni per il 2020, non si paventano scenari di carenza per professioni legate a un titolo accademico. Gli autori dello studio prefigurano che di qui a dieci anni, il 65-70% dei mestieri qualificati sarà accessibile tramite formazione professionale di base e continua, che in Svizzera equivale alla formazione professionale di base e alla formazione professionale superiore.

Formazione professionale superiore e continua

16.05.2012

Regolamenti in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato all'Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia due disegni di regolamento concernenti:
- l'esame di professione di specialista antincendio con attestato professionale federale e
- l'esame professionale superiore di capo spedizione diplomato.
Foglio federale

Formazione generale e scuole universitarie

16.05.2012

Formazione continua nella cura: nuovo programma per passare da SSS a SUP

A partire dal 2013, chi ha un titolo post diploma di una scuola superiore specializzata in anestesia, cure intense e cure urgenti per la prima volta potrà conseguire il Diploma of Advanced Studies di specializzazione (tedesco) presso una scuola universitaria professionale. Il programma passerella che consente di passare da un post diploma di una scuola specializzata superiore a un DAS di una scuola universitaria professionale è stato concepito dalla scuola universitaria professionale bernese in collaborazione con il centro di formazione Berner Bildungszentrum Pflege e l'ospedale Insel.

16.05.2012

BE: pubblicato il rapporto sulle scuole medie specializzate

Le scuole medie specializzate (SMS) sono le scuole che permettono l'accesso alle offerte di formazione di livello terziario nel settore della sanità e del sociale. Da uno studio (tedesco) risulta che nel Canton Berna la stragrande maggioranza, un anno e mezzo dopo il conseguimento di un diploma presso una scuola media specializzata, segue effettivamente un curricolo di studi nel settore della sanità o del sociale. Nella maggior parte degli altri Cantoni le scuole medie specializzate aiutano inoltre a garantire le nuove leve del personale scolastico a livello prescolastico ed elementare.

16.05.2012

UBS finanzia le cattedre di economia

Presso l'università di Zurigo, con il sostegno dell'UBS, è nato un istituto congiunto e si sono create delle cattedre supplementari in economia politica. I'UBS International Center of Economics in Society vuole creare nuovi settori di ricerca e promuovere il dialogo tra scienza, economia e società. Le cattedre saranno assegnate secondo le regole dell'università di Zurigo che stabiliscono anche la procedura d'impiego dei professori; i progetti di ricerca saranno stabiliti dai ricercatori.
Comunicato stampa

Orientamento

16.05.2012

Novità su orientamento.ch

Il CSFO propone una serie di nuovi servizi su orientamento.ch: è aumentato il numero delle gallerie fotografiche, i vari contenuti possono ora essere condivisi facilmente tramite i social media (Facebook, Twitter, Google+) e le domande di ricerca ora sono possibili per tutto il portale. Inoltre: il portale orientamento.ch nei prossimi tempi sarà riorganizzato. Una Newsletter informa tutti gli interessati sull'andamento del progetto. Abbonarsi alla Newsletter in francese o in tedesco; è prevista anche una pubblicazione italiana.

16.05.2012

Fondo per l'innovazione CDPE-ASOSP: approvato primo contributo

La commissione del fondo per l'innovazione per l'orientamento professionale, universitario e di carriera ha valutato due domande di sussidio. Mentre una delle richieste, dopo essere stata valutata, è stata respinta, la commissione ha approvato un sussidio per il progetto Horizonte 2012 dell'associazione di categoria per l'orientamento Fachvereinigung für Berufsberatung (FAB). Con questo progetto la FAB vuole valutare in quale forma un'organizzazione non ancora esistente potrebbe, in futuro rappresentare le questioni degli orientatori e fungere da interlocutore per la Confederazione, i Cantoni, i Comuni e le associazioni di categoria. Altre domande di sussidio possono essere inoltrate al fondo per l'innovazione entro il 30 giugno 2012.

16.05.2012

La conferma del posto di formazione non dovrebbe avvenire prima della IV media

Gli uffici di orientamento professionale, universitario e di carriera della Svizzera centrale, insieme agli uffici cantonali della formazione professionale della Svizzera centrale hanno sviluppato un nuovo flyer relativo a quando confermare un posto di tirocinio. L'affermazione più importante: si dovrebbe confermare un posto di formazione solo a una persona che è già in quarta media. Il momento giusto viene illustrato in base allo scadenzario della scelta professionale della Svizzera centrale; in questo modo si vuole ottenere una delimitazione minima, visto che in molti Cantoni è fallita la proposta di confermare un posto di formazione solo dopo il 1° novembre.

Mercato del lavoro

16.05.2012

Misure d'accompagnamento: la CdG critica il Consiglio federale

La Commissione della Gestione (CdG) del Consiglio nazionale critica la politica del Consiglio federale in materia di applicazione delle misure d'accompagnamento alla libera circolazione delle persone. La CdG sostiene che siano sbagliate le priorità rispetto ai controlli. Quasi la metà delle risorse previste dalla Confederazione a tale scopo sono utilizzate per i lavoratori occupati da ditte straniere, benché esse rappresentino solo lo 0,15% del volume intero dei lavoratori occupati in Svizzera. L'accento andrebbe invece posto principalmente sul controllo della massa di lavoratori frontalieri. Essi rappresentano per esempio in Ticino il 24% dell'insieme dei lavoratori, mentre tale quota raggiunge il 10% nella regione del Lemano e nel Giura.
Comunicato stampa

16.05.2012

"Sifem" crea posti di lavoro nei mercati emergenti

Lo Swiss Investment Fund for Emerging Markets (Sifem) ha attivato più investimenti rispetto al 2011 nell'ordine di 52,3 milioni di franchi. La Sifem SA, una società per azioni di diritto privato della Confederazione, ha mantenuto e creato dal 2005 170 000 posti di lavoro. Essa investe capitali di rischio nelle piccole e medie imprese di Paesi emergenti e in via di sviluppo, e contribuisce a una crescita sostenibile e alla lotta contro la povertà.
Comunicato stampa

16.05.2012

Triplicato il numero di dirigenti tedeschi in Svizzera

Dal 2002, si è triplicato il numero di cittadini tedeschi che hanno accesso a posti di management e nei consigli d'amministrazione di aziende svizzere. Da 16 271 quadri di nazionalità tedesca sul suolo elvetico nel 2002, si è passati alla cifra attuale di 50 493. Il rilevamento attuale si fonda sui dati dei servizi d'informazione economica Teledata e Infocube.
Articolo della Handelszeitung

16.05.2012

VD: il tasso ufficiale della disoccupazione non è reale

Il Cantone Vaud ha visto il suo tasso di disoccupazione stabilizzarsi al 5,1% alla fine del mese dell'aprile 2012. Questo tasso ufficiale è calcolato sulla base della popolazione attiva dell'anno 2000, data dell'ultimo censimento federale della popolazione. Ma è pure stato pubblicato il tasso di disoccupazione considerato "reale” del 4,3%, perché è fondato sulla stima della popolazione attiva attuale. I raffronti intercantonali dei tassi di disoccupazione possono dunque rivelarsi ingannevoli, tanto più che il Cantone Vaud raccoglie da solo il 68% di tutti i beneficiari dell'assistenza sociale iscritti come disoccupati in Svizzera. Se l'assistenza sociale fosse praticata come nella maggior parte dei Cantoni svizzeri tedeschi, il tasso di disoccupazione vodese sarebbe ancora minore di 0,7% e raggiungerebbe il 3,6%.
Comunicato stampa

16.05.2012

Adecco in crescita su scala mondiale

Le cifre presentate dal leader mondiale nell'intermediazione di impieghi Adecco riflettono le diversità di sviluppo economico tra i singoli Paesi. Mentre in Germania e Austria il fatturato nel primo trimestre 2012 è salito del 12% cioè 400 milioni di euro, rispetto al medesimo trimestre del 2011, in altri Paesi, quali Francia, Spagna e Portogallo questi parametri sono crollati. La Francia presenta una flessione del 10%. Al contrario, la Svizzera ha conosciuto una crescita del 7,3%. Su scala mondiale, Adecco riscontra un incremento di fatturato globale nell'ordine del 2%. Questo dato è da ricondurre alle intermediazioni di personale specializzato che sono molto remunerative.
Articolo sul NZZOnline (tedesco)

Integrazione professionale

16.05.2012

Caritas: contro la povertà occorre agire ancora, al di là dei progressi ottenuti

Caritas considera produttive le azioni di lotta contro la povertà svolte sul piano nazionale. Nel contempo, essa ritiene però che la maggioranza dei Cantoni sia fuori gioco quando si tratta di applicare politiche concrete di prevenzione e di riduzione della povertà. Solo il Canton Berna dispone di un rapporto capace d'illustrare obiettivi verificabili nella lotta contro la povertà.
Comunicato stampa francese / tedesco

16.05.2012

GE: label a favore dell'occupazione

Il label "1+pour tous" offre un riconoscimento pubblico alle imprese del Canton Ginevra che reclutano disoccupati di lunga durata (DLD) per un contratto di durata indeterminata. Concepito dallo Stato di Ginevra in partenariato con gli ambienti economici e la fondazione Philias, il label è attribuito per 2 anni se l'impegno riguarda almeno 1 DLD in un'azienda fino a 50 lavoratori dipendenti, 2 DLD per aziende fino a 199 lavoratori dipendenti e 3 per aziende oltre 199 dipendenti. Il label è accompagnato da una carta che impegna anche le aziende a rispettare le condizioni di lavoro in vigore e a promuovere attorno ad esse i valori sociali. Dopo un periodo di prova che ha permesso di concedere il label a 6 imprese, esso è da ora offerto alle PMI, alle grandi imprese e alle multinazionali.

Varie

16.05.2012

Rapporto annuale 2011 del CSFO: è finita la fase pionieristica

Il Centro svizzero di servizio Formazione professionale | orientamento professionale, universitario e di carriera (CSFO) presenta il suo 5° rapporto annuale. Vi si trovano in breve le attività principali del 2011. I primi cinque anni del CSFO sono contrassegnati da una forte crescita: i servizi ripresi nel quadro della fusione, in parte hanno potuto essere potenziati e ampliati in misura significativa; inoltre si sono aggiunti nuovi compiti importanti su mandato (francese) dei Cantoni e della Confederazione. Il personale del CSFO negli ultimi anni è quasi raddoppiato. Con l'approvazione del nuovo mandato della CDPE si conclude anche un periodo di sviluppo e pionieristico di successo.
Rapporto annuale CSFO