17.10.2012

Mercato del lavoro

Dopo il pensionamento, un terzo delle persone restano attive

Un terzo dei lavoratori anziani continuano a lavorare oltre l'età legale del pensionamento. D'altro canto, la tendenza al pensionamento anticipato conosce un rallentamento a partire dal 2008. Un lavoro non logorante, la flessibilità degli orari, un buon ambiente di lavoro e la riconoscenza da parte del datore di lavoro spiegano meglio questa tendenza rispetto ai motivi di natura finanziaria. Il rapporto Altersrücktritt im Kontext der demografischen Entwicklung (con riassunto in italiano) realizzato su mandato dell'Ufficio federale delle assicurazioni sociali, studia le ragioni del pensionamento delle persone tra i 58 e i 59 anni. Esso rileva come i datori di lavoro non praticano in modo sistematico una politica del personale che favorisca l'impiego dei lavoratori anziani.
Comunicato stampa