Newsletter del 17.04.2013

Notizie di attualità del 17.04.2013

Formazione professionale di base

17.04.2013

Convegno di maggio con il consigliere federale Schneider-Ammann

Al convegno indetto dalla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI), in programma per il 28 maggio 2013 a Berna, il consigliere federale Johann N. Schneider-Ammann, capo del Dipartimento federale dell’economia della formazione e della ricerca, procederà a un’analisi della situazione politica. Il relatore sul tema "Formazione professionale quale fattore di competitività" è il prof. Aymo Brunetti, professore di politica economica e di economia regionale all’Università di Berna. Le iscrizioni (francese/tedesco) devono pervenire alla SEFRI entro il 6 maggio.

17.04.2013

Fatti e cifre sulla formazione professionale: edizione 2013

È stata pubblicata la nuova edizione dell’opuscolo "La formazione professionale in Svizzera – Fatti e cifre 2013" della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI). Oltre a rappresentazioni di carattere generale sul sistema svizzero della formazione professionale, l’opera propone anche grafici su temi quali l’"Ingresso nel mondo del lavoro", la "Formazione professionale superiore" e il "Finanziamento della formazione professionale". L’opuscolo è disponibile in tedesco, francese, italiano, inglese e spagnolo, e può essere ordinato o scaricato gratuitamente dal sito formazioneprofessionaleplus.ch. Sul Portale della formazione professionale si possono trovare tutti i grafici dell’opuscolo della SEFRI sotto forma di lucidi da impiegare per le proprie presentazioni (il portale sarà aggiornato prossimamente).

17.04.2013

La SEFRI pubblica una nuova newsletter

La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione ha recentemente pubblicato il primo numero della sua nuova newsletter, che tratta tutti gli ambiti di competenza dell’organo federale: formazione, ricerca e innovazione. In riferimento alla formazione professionale, questo primo numero riporta fatti relativi al convegno tenutosi a Murten (organizzato e gestito da Confederazione, Cantoni e organizzazioni del mondo del lavoro), che ha saputo fornire nuovi stimoli. La newsletter SEFRI appare mensilmente (dieci volte all’anno; non a luglio né ad agosto) in tedesco, francese, italiano e inglese; è inoltre disponibile in versione elettronica.

17.04.2013

Situazione sul mercato dei posti di formazione

I risultati dell’inchiesta condotta presso i Cantoni a metà marzo dimostrano la buona stabilità del mercato dei posti di formazione per il 2013. La domanda e l’offerta variano a seconda della regione e del campo professionale. È comunque troppo presto per farsi un quadro preciso della situazione. Il barometro dei posti di tirocinio, che sarà pubblicato a metà giugno, fornirà previsioni più significative.
Comunicato stampa

17.04.2013

Revisione dell’Ordinanza sulle prescrizioni minime in materia di cultura generale

La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione ha avviato l’indagine conoscitiva per due modifiche dell’Ordinanza sulle prescrizioni minime in materia di cultura generale nella formazione professionale di base. La revisione concerne la rappresentanza delle organizzazioni del mondo del lavoro e degli istituti di formazione per docenti nell’ambito della cultura generale nella Commissione svizzera per lo sviluppo e la qualità dell’insegnamento della cultura generale nella formazione professionale di base. L’indagine conoscitiva si concluderà il 6 maggio prossimo. La revisione dell’Ordinanza può essere scaricata qui.

17.04.2013

Ordinanze sulla formazione professionale: consultazione e indagine conoscitiva

La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) ha posto in consultazione le ordinanze sulle formazioni professionali di base per le professioni di tecnologo per lo smaltimento delle acque AFC e addetto allo smaltimento delle acque CFP. La consultazione si concluderà il 5 luglio prossimo. La SEFRI conduce inoltre un’indagine conoscitiva sulla revisione totale dell’ordinanza sulla formazione professionale di base per il campo professionale "Costruzione delle vie di traffico" a livello AFC e CFP; termine: 31 maggio 2013. La documentazione può essere scaricata qui.

17.04.2013

Progetti d’integrazione nelle scuole professionali

Nel sito web Progetti d’integrazione nelle scuole professionali sono interamente documentati i progetti svolti nelle scuole professionali. Dopo cinque anni è stato fatto un bilancio. La fondazione Hirschmann sosterrà il progetto per altri due anni. Lo scopo è superare le barriere culturali e linguistiche, i pregiudizi e le differenze di mentalità fra le persone in formazione. Prossimo termine per l’inoltro delle richieste di sostegno: 30 maggio 2013.

17.04.2013

Validazione degli apprendimenti acquisiti per le professioni MEM

Quest’anno i Cantoni Vallese, Vaud e Ginevra avvieranno un progetto pilota di validazione degli apprendimenti acquisiti per la professione di meccanico di produzione AFC. Nella regione del Jura, comprendente i Cantoni di Berna, Jura e Neuchâtel (BEJUNE), la procedura è già diventata prassi comune: nel quadro di un progetto pilota sono stati sviluppati test e documenti di validazione. La Commissione svizzera per lo sviluppo professionale e la qualità del ramo MEM ha esaminato e approvato le basi di validazione per l’applicazione nel quadro del progetto pilota. Al termine del progetto, la procedura di validazione, sempreché richiesta dall’economia, dovrebbe essere applicata ad altre professioni tecniche del ramo MEM.
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)

17.04.2013

Gli operatori sociosanitari rimangono fedeli al loro settore

Secondo uno studio effettuato dallo IUFFP e da OdA Santé sullo svolgimento della carriera degli operatori sociosanitari, questi rimangono fedeli al loro settore e usufruiscono delle offerte di formazione continua. Quattro su dieci assolventi dell’AFC, un anno dopo l’ottenimento del titolo hanno ottenuto un lavoro nella professione appresa, altri quattro proseguono negli studi presso una scuola specializzata superiore o una scuola universitaria professionale e una su dieci segue un corso di maturità. Solo una persona su dieci ha accettato un lavoro al di fuori del settore sanitario
Studio (francese/tedesco)

17.04.2013

Studio sulla competitività delle amministrazioni cantonali

Per la quinta volta le Camere di commercio e dell’industria della Svizzera latina hanno incaricato la società MIS-Trend AG di condurre uno studio sulla competitività delle amministrazioni cantonali. Quest’anno oggetto dell’inchiesta condotta sono stati i temi seguenti: l’amministrazione fiscale, la formazione professionale, la riduzione del tempo di lavoro, la protezione dell’ambiente e la gestione del territorio. Il Canton Ticino si situa al primo posto nel settore della formazione professionale.
Ulteriori informazioni

17.04.2013

GE: la città promuove la creazione di posti di formazione

In risposta a un’iniziativa municipale, il Consiglio d’amministrazione della città di Ginevra ha proposto un fondo cittadino dotato di tre milioni di franchi. Questo fondo servirà a un sostegno temporaneo delle aziende locali che impiegano una o più persone in formazione professionale di base del primo anno. Le aziende devono essere affermate sul territorio della città e presentare almeno il 10% di persone in formazione, in base al totale del personale.
Comunicato stampa

17.04.2013
17.04.2013

TI: più posti di formazione nell'amministrazione

Cogliendo la segnalazione della Divisione della formazione professionale, il Consiglio di Stato ha chiesto a tutti i servizi dell'amministrazione di valutare se non fosse possibile creare un nuovo posto di formazione, nel campo specifico. In questo modo i singoli servizi potrebbero infatti dare il buon esempio, in quanto "azienda", anche nel campo della formazione professionale di base.

Formazione professionale superiore e continua

17.04.2013

Regolamento d’esame in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato alla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione un disegno di regolamento concernente l’esame di professione di specialista in gestione ospedaliera con attestato professionale federale.
Foglio federale del 4 aprile 2013

17.04.2013

Quinto studio sull’educazione in Svizzera

I temi principali dello studio "Bildungsstudie 2012", per quel che concerne la formazione professionale e continua nella Svizzera tedesca, sono il finanziamento dei curricoli, gli argomenti di formazione richiesti dagli utenti, i titoli ambiti e conseguiti, la trasparenza dei titoli e le richieste da parte delle associazioni e della politica per quel che riguarda le denominazioni professionali. Complessivamente sono stati intervistati 2100 partecipanti a una formazione continua e studenti del livello terziario A e B. Il rapporto (tedesco) della Federazione svizzera per la formazione continua costa 58 franchi.

Formazione generale e scuole universitarie

17.04.2013

Progetto di Legge sui sussidi all’istruzione

Il Consiglio federale a preso atto dei risultati della consultazione sulla revisione totale della Legge federale sui sussidi all’istruzione. Gli obiettivi principali del progetto di legge sono stati benaccolti. Il progetto mira a migliorare le condizioni per le pari opportunità nell’accesso agli studi superiori e a sostenere i Cantoni nel processo di armonizzazione delle borse di studio. Secondo il Consiglio federale il progetto rappresenta una buona base per il proseguimento del lavoro. Concepito come legge-quadro, il testo si limiterà a rinviare al Concordato cantonale sulle borse di studio. Il modello di finanziamento attuale dovrà essere mantenuto. L’equivalenza delle formazioni accademiche e professionali di livello terziario dovrà essere garantito nell’ambito dei sussidi all’istruzione. Il messaggio concernente la revisione totale della legge sarà presentato al Consiglio federale entro l’estate 2013.
Comunicato stampa

17.04.2013

Liceo: occorre elevare il livello di specializzazione?

Al fine di garantire la qualità della maturità liceale e l’accesso alle scuole universitarie senza esami d’ammissione, si stanno attualmente elaborando, su incarico della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione, competenze di base per gli studi universitari e verificando ulteriori misure. Come scrive la NZZ nella sua edizione del 4 aprile 2013, i ricercatori dell’educazione hanno in serbo un nuovo concetto formativo: il liceo deve tornare a offrire veri e propri corsi di specializzazione. Si propone quindi una suddivisione del programma liceale in funzione della scelta più tardiva fra diverse opzioni specifiche.

17.04.2013
17.04.2013

Politecnici: per ora nessun raddoppio delle tasse

Un’iniziativa parlamentare intende differenziare le tasse universitarie dei due politecnici in base al domicilio fiscale. La prospettiva di una nuova base legale costituisce per il Consiglio dei PF un nuovo punto di partenza. Il Consiglio sospende pertanto il raddoppio delle tasse universitarie.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

17.04.2013

L’Unione sindacale vuole più persone provenienti dalla pratica alle SUP

Nell’ambito della nuova Legge federale sulla promozione e sul coordinamento del settore universitario svizzero, l’Unione sindacale svizzera (USS) ha pubblicato una presa di posizione (francese/tedesco). Il documento critica il fatto che oggi oltre la metà degli studenti delle scuole universitarie professionali (SUP) provengono dal liceo o dalla scuola media specializzata. In avvenire le SUP dovrebbero però attirare principalmente studenti in possesso di una maturità professionale. Gli studenti SUP dovrebbero sempre disporre di esperienza pratica nel loro campo di studio, scrive l’USS.

17.04.2013

FH Schweiz vuole il PhD anche alle scuole universitarie professionali

L’associazione mantello dei diplomati di scuole universitarie professionali "FH Schweiz" richiede con un documento di posizione (tedesco) l’introduzione di un nuovo, dottorato di ricerca (PhD) indipendente alle scuole universitarie professionali (SUP). In questo modo, il principio, "equipollente ma differente", verrebbe applicato anche al terzo e più alto livello di formazione. Attualmente le SUP propongono il Bachelor e il Master, ma non il PhD. Quest’ultimo può essere conseguito unicamente all’università o al politecnico.

17.04.2013

Austria: ammissioni limitate alle scuole universitarie

Dal marzo scorso, le scuole universitarie austriache applicano nuove regole d’ammissione. Gli studenti iscritti agli studi per una durata più lunga del necessario e quelli provenienti da Paesi non appartenenti all’UE devono pagare per i propri studi. Per quanto riguarda le facoltà di medicina, odontoiatria, veterinaria, psicologia e pubblicistica vi sono inoltre esami d’ammissione obbligatori. In caso di forte affluenza, in altre 19 facoltà i candidati potrebbero dover superare un test attitudinale. Questo è quanto riportato dal periodico deutsche Universitätszeitung duz.

Orientamento

17.04.2013

GE: la "Cité des métiers" diventa "Cité des métiers du Grand Genève"

In occasione dell’apertura del primo centro associato ad Annemasse (Francia), la "Cité des métiers et de la formation" di Ginevra allarga il suo perimetro d’azione. Il centro di Annemasse e i nuovi centri di Meyrin e di Onex si aggiungono alla localita principale di Plainpalais creando così la "Cité des métiers du Grand Genève". Grazie al coinvolgimento di tutti i partner, la creazione dei centri associati permette di presentare la "Cité des métiers" a un ampio pubblico e di adattare la presentazione al pubblico locale in questione.
Comunicato stampa

Mercato del lavoro

17.04.2013

I datori di lavoro svizzeri vogliono più personale per il 2013

L’82% delle aziende svizzere intende assumere nuovo personale durante il 2013. In Europa sono in media il 76% le aziende alla ricerca di più personale, in America, Asia e Oceania il 90%. Questi i valori riportati dal "Global HR Barometer", realizzato per la prima volta nel 2013 dal servizio di consulenza del personale Michael Page. A livello mondiale sono stati intervistati 4’000 responsabili delle risorse umane riguardo alle tendenze di politica del personale e i relativi cambiamenti. Molti datori di lavoro considerano il proprio personale come il capitale più importate al fine di garantire la competitività della loro impresa. Infine sarebbero circa l’89% le aziende svizzere attente alla soddisfazione dei propri dipendenti.
Comunicato stampa (tedesco)

17.04.2013

Assicurazione contro la disoccupazione: conto annuale 2012 positivo

Il fondo di compensazione dell’assicurazione contro la disoccupazione (AD) ha chiuso l’esercizio 2012 con 6,94 miliardi di franchi di entrate (2011: 7,21) e 5,78 miliardi di uscite (5,58). L’eccedenza ammontava a 1,16 miliardi di franchi (1,63). La media annuale dei disoccupati registrati presso l’AD si è attestata a quota 125’594, equivalente al 2,9% (122’892; 2,8%). Grazie all’eccedenza, nel 2012 è stato possibile rimborsare alla Tesoreria federale mutui per 1 miliardo di franchi. Alla fine del 2012 i debiti accumulati si sono quindi ridotti a 5 miliardi di franchi.
Comunicato stampa SECO

17.04.2013

Caritas: garantire i diritti dei lavoratori domestici

Caritas chiede al Consiglio federale e al Parlamento di ratificare immediatamente la Convenzione n° 189 dell’organizzazione intercantonale del lavoro, che prevede i diritti fondamentali dei lavoratori domestici. Nella sua presa di posizione (francese/tedesco), Caritas chiede che i rapporti di lavoro siano regolati in modo adeguato: tempo libero settimanale di almeno 24 ore, retribuzione delle ore supplementari e rispetto dei salari minimi. Inoltre Caritas propone nuovi modelli di finanziamento per il lavoro domestico, per far sì che anche chi non dispone di mezzi sufficienti possa tenere in casa i propri famigliari.

17.04.2013

Francia: riforma del mercato del lavoro

L’assemblea nazionale francese ha approvato un progetto di legge relativo alla protezione del percorso professionale. Il progetto di legge riprende l’accordo sull’occupazione preso dai partner sociali nel gennaio 2013, che però non è stato firmato da due sindacati. Il testo di legge prevede una maggiore flessibilità per le aziende e più sicurezza per gli impiegati. Le disposizioni mirano a semplificare le procedure di licenziamento, a facilitare il ricorso, alla mobilità interna e a rendere possibili le negoziazioni sul tempo di lavoro o sul salario, azienda per azienda. Per i salariati sono previsti nuovi diritti, come la copertura sanitaria complementare per tutti e le offerte di formazione continua. Il testo di legge è ora sottoposto al Senato in procedura accelerata.

17.04.2013

Austria: previsto un aumento della disoccupazione

Il Servizio del mercato del lavoro austriaco (AMS) prevede per l’anno in corso un aumento della disoccupazione dal 7% a una punta record del 7,4%. In cifre assolute si tratta di 15’900 disoccupati in più. Gli uomini sono più colpiti (+ 0,5%) rispetto alle donne (+ 0,2%). Stando all’AMS info, l’occupazione sarebbe comunque in fase di crescita a livello nazionale, tuttavia non nella stessa misura della manodopera. Il tasso di disoccupazione cresce in tutti e nove gli stati federali.

17.04.2013

OIL: la politica del risparmio europea manca i suoi obiettivi

Dal 2008 i disoccupati dell’UE sono aumentati di 10 milioni; attualmente 26 milioni sono senza lavoro. Alla luce di questo primato l’Organizzazione internazionale del lavoro ha dichiarato in un comunicato stampa che le misure di austerità adottate in Europa sono fallite. In primo luogo bisogna affrontare i problemi strutturali del settore finanziario che stanno all’origine della crisi, per risollevare le sorti del mercato del lavoro. In secondo luogo bisogna combattere le pressioni al ribasso sui salari, adottare misure di emergenza come i sistemi di garanzia per l’occupazione dei giovani e praticare il dialogo sociale tra Stato e partner sociali.

Integrazione professionale

17.04.2013

Donne poco presenti nel settore della scienza e della tecnologia

Secondo i dati dell’Ufficio federale di statistica, in Svizzera le ricercatrici sono poco rappresentate ai vertici della ricerca scientifica. Nelle scuole universitarie le donne costituiscono solo il 26% dei professori attivi nella ricerca, anche se il loro numero aumenta più velocemente di quello degli uomini. Secondo il comunicato stampa in Svizzera, nel 2010, la percentuale delle donne iscritte a una scuola universitaria era uguale a quella degli uomini. Come in altri Stati europei la quota delle donne scende più sale il livello gerarchico. Questo valore varia notevolmente in funzione del settore economico e della disciplina di studio.

17.04.2013

In Svizzera le prestazioni sociali non sono uguali dappertutto

In Svizzera le prestazioni sociali legate al bisogno sono disciplinate in modo differenziato. Il concetto "prestazione sociale" riassume l’indennità di vecchiaia e di cura, l’aiuto ai disoccupazione, indennità per l’alloggio, gli aiuti famigliari e l’aiuto per i minorenni. In Ticino sono offerte tutte e cinque, mentre nei Cantoni di Ginevra, Vaud, Basilea-Città e Zugo l’offerta comprende quattro di questi sostegni. Dall’Inventario emerge inoltre che i Cantoni di Argovia, Soletta, Lucerna, Grigioni, Obvaldo e Nidvaldo, Svitto e Glarona conoscono soltanto una fra queste prestazioni.

17.04.2013

Rendite Suva ai minimi storici

Dal lancio del case management, avvenuto nel 2003, la Suva è riuscita ogni anno a reinserire numerosi infortunati gravi nel mondo del lavoro, riducendo contemporaneamente l’assegnazione di nuove rendite. Questa tendenza si è confermata anche nel 2012, che ha visto un calo delle nuove rendite pari all’8,3% rispetto all’anno precedente. Il calo è ancora più marcato se si guarda alle relative spese: meno 9,3%. Con 1’584 nuove invalidità la Suva raggiunge un nuovo minimo storico dal 1984, anno dell’entrata in vigore della legge federale sull’assicurazione contro gli infortuni. Rispetto al picco del 2003 (3’357 rendite) si evidenzia una flessione del 52,8%. Sono circa 130 i case manager della Suva che assistono gli infortunati nel loro processo di guarigione, aiutandoli a reinserirsi nel mondo del lavoro.
Comunicato stampa

17.04.2013

Studio OIL analizza i vantaggi del telelavoro

I ricercatori dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) sono giunti alla conclusione che il telelavoro (chiamato anche lavoro da casa) migliora il livello di soddisfazione e riduce sostanzialmente l’assenteismo. Il telelavoro gioverebbe all’integrazione della forza lavoro femminile poiché permetterebbe di conciliare l’attività professionale con gli impegni familiari. Anche alle persone disabili si presenterebbero nuove prospettive professionali grazie al fatto di non doversi recare fisicamente sul posto di lavoro. Lo studio OIL contraddirebbe l’amministratrice delegata di Yahoo, che ha vietato il lavoro da casa in ragione del fatto che i collaboratori devono essere presenti nel caso di decisioni importanti. Alcune aziende tra cui Best Buy, British Telecom e Dow Chemical riferiscono che i telelavoratori sarebbero più produttivi del 35-40%.

Varie

17.04.2013

Presa di posizione del presidente UDC sul mondo professionale e sulle scuole dell’obbligo

L’UDC Svizzera ha presentato il suo nuovo documento di posizione sul mercato del lavoro e sulle scuole dell’obbligo "Berufswelt und Volksschule". L’UDC vuole mettere al centro dell’educazione presso le scuole dell’obbligo la “preparazione” alla professione e non i titoli accademici. Inoltre richiede di incrementare principio del rendimento scolastico. La matematica e le scienze dovrebbero essere valorizzate a scapito delle lingue straniere. La presa di posizione (francese/tedesco) sarà discussa durante la giornata di partito straordinaria del 15 giugno.