Newsletter del 27.02.2013

Notizie di attualità del 27.02.2013

Formazione professionale di base

27.02.2013

BCH/FPS: Jörg Teusch nuovo presidente del comitato centrale

In occasione della riunione dei delegati dell'BCH/FPS del 23 febbraio, Jörg Teusch è stato nominato nuovo presidente del comitato centrale. Teusch è membro del comitato dal 2012 ed è a capo della sezione della maturità professionale presso la EMF di Friborgo. Beat Wenger, direttore della scuola di maturità professionale di Zugo e nominato membro onorario, lascia l'incarico di presidente dopo 11 anni. Inoltre i delegati hanno trattato i punti su cui si concentrerà l'attività dell'associazione nel 2013: tra questi lo sviluppo delle competenze "gender" presso le scuole professionali e la mobilità nella formazione professionale tramite il progetto Leonardo da Vinci.

27.02.2013

Emanate le modifiche dei piani di formazione

La Segreteria di stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione ha emanato i nuovi piani di formazione per la formazione professionale di base di galvanostegista AFC e di assistente in trattamenti di superficie CFP, che entreranno in vigore il 1° marzo 2013. Le modifiche riguardano alcuni obiettivi e la procedura di qualificazione. I piani di formazione saranno disponibili a fine marzo sul sito della Fondazione Svizzera per i trattamenti di superficie FSTS (francese/tedesco).

27.02.2013

Anno record per l’industria orologiera

La "Convention patronale de l'industrie horlogère suisse", la Federazione dei datori di lavoro dell'industria orologiera svizzera, rappresenta 411 imprese che occupano oltre 45'000 dipendenti. La statistica del 2012, pubblicata recentemente, dimostra i buoni risultati della formazione nell'industria orologiera. All'inizio dell'anno di formazione, le scuole professionali hanno registrato ben 463 nuovi arrivi (+9%). Nello stesso anno 381 ragazze e ragazzi hanno portato a termine la loro formazione (+15%). Un segnale positivo è dato anche dal costante aumento dei giovani che intraprendono una formazione duale.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

27.02.2013

Oml: l’SBC riunisce panettieri e confettieri

Dopo la fusione, il comitato centrale dell'associazione Panettieri – Confettieri svizzeri ha riunito per la prima volta entrambi i settori. I temi trattati sono la politica dell'associazione, i compiti politici, le trattative dell'assemblea generale, la situazione economica delle aziende e la formazione professionale. Per quel che concerne la procedura di qualificazione il comitato centrale ha dato il via all'introduzione del progetto "ExpertAdmin". Si tratta del modulo di verbale il cui scopo è garantire maggiore obiettività nei confronti delle persone in formazione e agevolare i periti nella valutazione. Ora, dopo la fusione a livello nazionale, l'unione avverrà anche a livello regionale.

27.02.2013

FMH: autorizzata a tenere i corsi per formatori

I medici che intendono formare assistenti di studio medico devono frequentare un corso per formatori. La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione ha rilasciato alla Federazione dei medici svizzeri l'autorizzazione a tenere questo tipo di corsi (francese/tedesco), che si svolgeranno a Zurigo due volte all'anno.

27.02.2013

Svizzera centrale: valutazione del sostegno individuale

La Conferenza degli uffici cantonali della formazione professionale della Svizzera centrale (ZBK) ha incaricato la scuola universitaria per la pedagogia di cura di Zurigo di valutare il sostegno individuale specializzato. Il rapporto finale della valutazione esterna svoltasi sotto la direzione del prof. Kurt Häfeli in sostanza mostra una situazione positiva del sostegno individuale nella regione di formazione della Svizzera centrale. La ZBK sta esaminando le misure di miglioramento proposte e gli interventi necessari.

27.02.2013

AG: obbligo di formazione per reagire all’emergenza nel settore sanitario

A seconda dello scenario considerato, entro il 2020 si deve prevedere un aumento dal 13 al 25% del fabbisogno di personale nel settore sanitario. Per questo motivo la nuova Legge sulla salute del Canton Argovia, entrata in vigore il 1°gennaio 2013, permette al Cantone di prendere provvedimenti per garantire la quantità necessaria di personale. Uno di questi provvedimenti è, ad esempio, il sistema bonus-malus: ospedali, case di cura e organizzazioni Spitex che non soddisfano i requisiti di formazione pagano un contributo a un pool per la formazione. Le prestazioni di formazione straordinarie da parte di un istituzione saranno invece ricompensate con un bonus.
Comunicato stampa

27.02.2013

BE: quanto costa al Cantone la formazione a tempo pieno?

Il Consiglio di Stato bernese conferma la necessità di finanziamenti per la formazione a tempo pieno di livello secondario II. Rispondendo a un'interpellanza concernente domande su costi e informazioni specifiche circa l'offerta a tempo pieno, e che portano a un titolo di formazione duale, il Consiglio di Stato stima che la formazione professionale scolastica crea all'incirca 22 milioni di franchi l'anno di costi supplementari (costi salariali). Di questi, 9 milioni andrebbero alle scuole d'arti e mestieri e 13 alle scuole di commercio.
Risposta del Consiglio di Stato

27.02.2013

NE: mediamatico vince al concorso "Safety Tool 2012"

L'Ufficio prevenzione infortuni (UPI) è competente per la sicurezza sulle strade, nello sport, a casa e nel tempo libero. Lo scorso anno, l'UPI ha organizzato il concorso Safety Tool per tutte le scuole del livello secondario II. L'elenco dei vincitori è già stato pubblicato. Il primo premio è andato a Michaël Gerber, mediamatico al terzo anno dell'Ecole technique du CPLN. Il suo manifesto rimarrà affisso nei cinema di tutta la Svizzera fino al 14 marzo.

27.02.2013

SG: ideati nuovi mandati professionali degli insegnanti

L'ottobre scorso il Consiglio di Stato ha incaricato il Dipartimento dell'educazione di redigere entro febbraio 2013 una panoramica dei tre mandati professionali degli insegnanti delle scuole dell'obbligo, delle scuole medie superiori e delle scuole professionali, di paragonare i mandati tra loro e di uniformare il sistema, nel limite del possibile e del ragionevole. Il Dipartimento dell'educazione ha creato una tabella di marcia per il futuro procedimento.
Comunicato stampa

27.02.2013

VD: Cantone a sostegno della formazione professionale

Il Canton Vaud intende sviluppare l'informazione sulla formazione professionale, consolidare l'attuale offerta di posti di tirocinio e prevenire scioglimenti di contratto, e tutto questo con un'azione finanziata dalla Confederazione. Sono questi gli obiettivi principali del "dgepService", condotto dalla Direzione dell'insegnamento post-obbligatorio. Quattro collaboratori incaricati di promuovere la formazione dei giovani contatteranno i datori di lavoro. Un punto essenziale sarà informare anche le aziende estere, che spesso, per il semplice fatto di non essere informate, non offrono alcuna formazione, ignorando il livello qualitativo della formazione professionale svizzera.
Comunicato stampa

Formazione professionale superiore e continua

27.02.2013

Regolamenti d’esame in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato alla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione i disegni delle modifiche concernenti i seguenti regolamenti d'esame.
Esami di professione:
- macellaio-salumiere con attesto professionale federale;
- specialista del settore cavallo con attesto professionale federale (sei specializzazioni).
Esame professionale superiore:
- accompagnatore socioprofessionale diplomato.
Foglio federale del 19 febbraio 2013

27.02.2013

Germania: stabile la domanda di qualifiche ad alto livello

Il sondaggio wbmonitor 2012 dell'Istituto federale tedesco per la formazione professionale (BIBB) e dell'Istituto tedesco per la formazione degli adulti (DIE) rivela che la favorevole situazione economica porta a un grande fabbisogno di qualificazioni. Le aziende investono nella formazione continua per garantirsi il personale qualificato. Con il sondaggio annuale, nel 2012 per la prima volta sono stati rilevati dati rappresentativi dal punto di vista degli operatori relativi alla formazione continua e l'handicap. I risultati dimostrano che prima di poter soddisfare le esigenze si dovranno fare ancora notevoli passi avanti.

Formazione generale e scuole universitarie

27.02.2013

Le accademie delle scienze richiedono quote minime per le borse di studio

Le Accademie svizzere delle scienze (francese/tedesco/inglese) temono che con il controprogetto indiretto del Consiglio federale all'iniziativa sulle borse di studio non si ponga rimedio alla disparità di trattamento nell'assegnazione di borse di studio, ma si ottenga piuttosto l'effetto contrario. Nella loro presa di posizione, le Accademie accolgono l'armonizzazione dei criteri di assegnazione, ma invitano il legislatore a introdurre, unitamente alle quote minime, un'armonizzazione dei contributi per le borse di studio.

27.02.2013

SH: cambiamenti alla scuola media specializzata

A partire dall'estate 2013, la scuola media specializzata del Canton Sciaffusa riorganizzerà il campo sociale e pedagogico in un unico settore professionale, mentre il settore della comunicazione rimarrà autonomo. In futuro gli studenti di pedagogia avranno inoltre la possibilità di conseguire la maturità specializzata, che consente di accedere alle scuole universitarie professionali senza esami d'ammissione. L'obiettivo è garantire il ricambio per il corpo docente.

Orientamento

27.02.2013

CSFO Edizioni: nuove pubblicazioni in francese e tedesco

In francese sono usciti un nuovo pieghevole sulla professione di laboratorista AFC e due DVD "Zoom sur les métier" per la professione di libraio e di orafo. In tedesco è stato aggiornato il pieghevole sulle professioni spitex, è uscita la nuova finestra sulle professioni "Berufsfenster 2013", è stato pubblicato un libro che ritrae dodici filosofe "Freude am Denken" ed è disponibile una nuova rivista per la scelta professionale sulla formazione di impiegato del commercio nel settore dell'economia e dell'amministrazione "Berufswahlmagazin Wirtschaft, Verwaltung".
Per ulteriori informazioni e per ordinazioni si veda lo shop.sdbb o lo shop.csfo.

27.02.2013

Aumento delle visite su orientamento.ch

Nel 2012 il portale in tre lingue orientamento.ch ha registrato un nuovo record: all'incirca 6,5 milioni di visitatori, che corrispondono a un aumento del 17% circa rispetto all'anno precedente. Il numero di visitatori più elevato si raggiunge tra settembre e novembre, dopo l'aggiornamento, in agosto, della borsa dei posti di formazione. La durata media di consultazione del sito è di circa nove minuti.

27.02.2013

Pubblicato il manuale "Competenze mediali"

Il gruppo di ricerca sulla psicologia dei media della Scuola universitaria di scienze applicate di Zurigo (ZHAW) risponde a domande frequenti sul tema giovani e media digitali mediante un apposito manuale. L'opera vuole incoraggiare genitori, insegnanti e altre persone interessate ad assumere un ruolo attivo nell'accompagnamento di bambini e giovani per quanto concerne l'utilizzo dei media digitali. Il manuale può essere ordinato o scaricato gratuitamente in tedesco, francese e italiano da www.giovaniemedia.ch.

27.02.2013

VD: riorganizzato il sito dell’orientamento

Il sito dell'Ufficio cantonale dell'orientamento scolastico e professionale è stato riorganizzato per soddisfare al meglio le richieste dei diversi tipi di utente. Il menu principale è composto da tre aree tematiche (professioni, formazioni, stage) e una nuova rubrica guida i visitatori secondo il loro profilo. È inoltre possibile porre delle domande o fissare un appuntamento online.  Infine vi sono dei collegamenti diretti alle pagine più ambite.

Mercato del lavoro

27.02.2013

Libera circolazione delle persone: poche ripercussioni sui salari in Svizzera

L'accesso al mercato del lavoro svizzero, per un importante numero di mano d'opera proveniente dall'Unione europea (e AELS) dal 2002 ad oggi non avrebbe praticamente avuto nessuna ripercussione negativa sui salari del nostro paese. Questo è quanto constatato in uno studio dell'Università di Ginevra su mandato della Segreteria dello Stato e dell'economia. Contrariamente allo scenario che prevedeva una leggera pressione salariale (-1,6%) soltanto per i lavoratori svizzeri con una formazione di livello terziario e un'esperienza professionale media (6-25 anni) si constata una leggera pressione sui salari rispetto a uno scenario con una quota di stranieri costante dal 2004; per quanto riguarda i lavoratori con una formazione di livello secondario, la libera circolazione delle persone ha un impatto debole ma generalmente positivo.
Comunicato stampa

27.02.2013

Calo della disoccupazione a lungo termine nel 2012

Il numero dei disoccupati a lungo termine è passato da una media di 24'740 nel 2011 a una media di 19'250 nel 2012. Un dettaglio positivo è il fatto che, nella media mensile, la disoccupazione a lungo termine a toccato solo 490 giovani sotto i 25 anni. Le professioni del settore alberghiero, della ristorazione e dell'economia domestica, le professioni della compra-vendita e dei settori amministrativi e commerciali sono le più colpite dalla disoccupazione a lungo termine. Secondo il rapporto della Segreteria di Stato e dell'economia inerente la situazione sul mercato del lavoro nel mese di gennaio 2013, gli uomini sono maggiormente toccati da questo tipo di disoccupazione rispetto alle donne e gli svizzeri più degli stranieri.

27.02.2013

Promozione della solidarietà, del lavoro sostenibile e del dialogo sociale

La convenzione n.122 dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) ha l'obiettivo di promuovere il lavoro produttivo e la libera scelta dell'occupazione. La ratifica da parte svizzera è vista come testimonianza della solidarietà internazionale e come opportunità di condividere le proprie esperienze positive nel campo della politica economica, della formazione e del mercato del lavoro. A tal proposito la Svizzera si impegna a sostenere il programma Better Work durante il periodo 2013-2016. Tale programma mira a garantire l'applicazione delle norme di lavoro fondamentali (libertà di associazione e di negoziati collettivi, divieto del lavoro forzato, eliminazione dello sfruttamento del lavoro dei minori, non discriminazione in materia di lavoro) nelle imprese del settore tessile.
Comunicato stampa

27.02.2013

La classe media non è eccessivamente aggravata

In Svizzera, tra il 1998 e il 2009, il numero di lavoratori con uno stipendio medio è rimasto pressoché stabile. Dalla sua analisi l'Ufficio federale di statistica (UST) trae la conclusione che la classe media non ha dovuto fare sacrifici finanziari eccessivi. Sempre secondo l'UST, il peso dei tributi pubblici è aumentato per tutte le classi sociali.
Rapporto UST (francese/tedesco)

27.02.2013

A livello mondiale 3 milioni di persone lavorano per le società affiliate svizzere

Nel 2011 il numero di impiegati presso le imprese svizzere all'estero è cresciuto del 5%, raggiungendo quasi i 3 milioni. Questo è quanto emerge dal rapporto "Investissments directs en 2011" (francese/tedesco) della Banca nazionale svizzera. In testa alla classica si trovano Europa, con 1,4 milioni di impiegati, seguita da Asia, con 678'000, e Stati Uniti, con 355'000. In Svizzera, le persone che lavorano presso ditte straniere sono invece 431'000, ovvero l'11% del settore industriale e dei servizi.

27.02.2013

Germania: un impiego a tempo determinato su due rappresenta un posto in più

Il lavoro a tempo determinato (lavoro temporaneo), secondo uno studio dell'Istituto per il mercato del lavoro e per la ricerca delle professioni (IAB), in fin dei conti, crea posti di lavoro supplementari. Ma il rovescio della medaglia è il fatto che il lavoro temporaneo in parte subentra ai posti di lavoro regolari, spiegano i ricercatori IAB. Questo non accade solo con la sostituzione di un posto di lavoro regolare con uno a tempo determinato, ma anche attraverso il fatto che le aziende con un alto tasso di lavoratori a tempo determinato conquistano una parte sempre maggiore del mercato a scapito della concorrenza. Nel 2011 la quota di lavoratori temporanei, in base al totale di tutti gli occupati, ammontava al 2,2%.
Rapporto in breve

Integrazione professionale

27.02.2013

Motivi di licenziamento: l’intesa è decisiva

Molti licenziamenti nel 2012, come d'altronde anche negli anni precedenti, sono stati motivati con la riorganizzazione dell'azienda. Nei casi in cui l'azienda non è stata chiusa, i superiori hanno dovuto scegliere il personale da licenziare in modo mirato. Durante quasi 2000 colloqui con i diretti interessati, l'impresa di outplacement Lee Hecht Harrison ha scoperto che il motivo (supplementare) più diffuso erano le divergenze con i superiori. In caso di licenziamenti di massa sono in genere i lavoratori stranieri e quelli più anziani ad avere la peggio.
Comunicato stampa (francese/tesesco)

27.02.2013

I figli, un fattore di rischio per la povertà

Il rischio di povertà dipende fortemente dalla situazione familiare. Secondo un'analisi (francese/tedesco) dell'Ufficio federale di statistica, le perone sole che hanno superato i 65 anni e i membri di famiglie monoparentali sono tra quelli più a rischio. Ma anche il tasso del rischio di povertà delle famiglie numerose (tre o più figli) è molto alto. Nel confronto europeo, le famiglie con più figli in Svizzera sono ad elevato rischio di povertà.

Varie

27.02.2013

Europa: CEDEFOP critica l’inflessibilità della formazione formale

Negli ultimi anni i sistemi di istruzione europei sono diventati più permeabili. Ciononostante le persone continuano ad affrontare grossi ostacoli, non appena si allontanano dai percorsi formativi standard. L'attuale nota informativa del Centro europeo per lo sviluppo della formazione professionale analizza l'effettiva permeabilità dei sistemi di istruzione europei e l'efficacia delle iniziative di miglioramento finora intraprese. Dall'analisi risulta che i paesi europei stanno lavorando sodo per rendere i sistemi di istruzione maggiormente flessibili, tuttavia le incongruenze esistenti potrebbero rafforzare più che rimuovere gli ostacoli.