Newsletter del 30.01.2013

Notizie di attualità del 30.01.2013

Formazione professionale di base

30.01.2013

Josef Widmer: la formazione professionale deve mantenere il suo profilo autonomo

In un'intervista con la NZZ il nuovo direttore aggiunto della SEFRI Josef Widmer, traccia la sua idea di base. Widmer non vede i problemi nel basso tasso di maturità, ma piuttosto nella lunga stagnazione della quota della maturità professionale. Egli si esprime a favore di nuovi modelli che richiedono gli stessi requisiti, ad esempio con una maggiore parte scolastica. Il sistema permette di definire le professioni in modo diversificato e specifico, e tra queste permette di definire anche formazioni professionali molto ambiziose, dice Widmer, che vede comunque la formazione professionale come costrutto coerente di formazione professionale di base, formazione professionale superiore (che chiama un gioiello) e livello universitario. Mette in guardia da un corpo docenti senza esperienza pratica presso le scuole universitarie professionali, da un mescolamento con il sistema Bologna e avverte il rischio che le scuole universitarie professionali possano perdere la propria identità orientandosi eccessivamente alle università. Widmer vede il futuro nell'allacciamento e nell'orientamento alla pratica.

30.01.2013

L'Adesivo Azienda formatrice, uno strumento di marketing

Tra gennaio e marzo 2013 la Migros mette in vendita 750'000 pacchetti di chips (M-Budget) con l'Adesivo Azienda formatrice stampato sulla confezione. Con questa azione la Migros rende visibile al grande pubblico il suo impegno a favore della formazione professionale. In Svizzera tutte le aziende che offrono una formazione in azienda ottengono l'Adesivo Azienda formatrice dall'ufficio cantonale della formazione professionale. L'adesivo rappresenta un riconoscimento per la disponibilità a svolgere l'attività di formatori.
Ulteriori informazioni

30.01.2013

Indagine conoscitiva: falegname e carpentiere

La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione ha avviato l'indagine conoscitiva relativa alle ordinanze sulle formazioni professionali di falegname AFC e carpentiere AFC. L'indagine si concluderà il 18 aprile 2013. I documenti da consultare possono essere scaricati qui.

30.01.2013

Emanata la modifica del piano di formazione

La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione ha emanato la modifica del piano di formazione della professione di agente tecnico di materie sintetiche AFC, entrato in vigore il 1°gennaio 2013. Le modifiche concernono la procedura di qualificazione relativa al lavoro pratico individuale e le conoscenze professionali. Le nuove disposizioni saranno applicate a tutte le formazioni iniziate dopo il 1°gennaio 2009. Il nuovo piano di formazione sarà disponibile fra qualche settimana sui siti dell' Associazione svizzera delle materie plastiche ASP e della SEFRI.

30.01.2013

Oml: premiato login formazione professionale

L'associazione di categoria per le costruzioni delle infrastrutture Federazione INFRA assegna ogni anno un premio per il miglioramento dell'immagine. Quest'anno il comitato che funge anche da giuria  ha eletto vincitore 2013 il "LehstellenExpress" di login formazione professionale che ha sviluppato una nuova modalità di candidatura per i costruttori di binari. Grazie al "LehrstellenExpress" i giovani sapranno già dopo una settimana se otterranno il posto di formazione. Inoltre la giuria ha menzionato cinque altri enti ed aziende. Già ora sono aperte le iscrizioni per il premio INFRA (francese/tedesco) dell'anno prossimo.

30.01.2013

AG: la formazione di commercio propone uno stage in Inghilterra

Presso la scuola di commercio "KV Aarau", le persone in formazione che frequentano i corsi di maturità professionale hanno la possibilità di optare per l'insegnamento bilingue (inglese/tedesco) nelle materie professionali e, oltre al soggiorno linguistico obbligatorio in Inghilterra, ora possono anche assolvere uno stage nel mondo dell'economia britannica. Questo stage facoltativo prevede due settimane di corso intensivo e di due settimane di stage presso una ditta inglese.

30.01.2013

Germania: materie di ricerca a medio termine

Il comitato centrale dell'istituto tedesco della formazione professionale ha approvato il programma di sviluppo e di ricerca 2013-2016. Per i 100 progetti condotti ogni anno sono stati stabiliti i seguenti campi tematici: 
- la permeabilità tra i cicli di formazione; applicazione del quadro di qualificazione tedesco 
- riconoscimento delle competenze acquisite in formazioni formali e non formali nel quadro di ulteriori formazioni e qualifiche
- misurazione delle competenze professionali e dei fattori che le influenzano
- sostenibilità nella formazione professionale
- analisi comparative di sistemi e strumenti a livello internazionale. Le informazioni sui progetti in corso o conclusi sono disponibili online.

Formazione professionale superiore e continua

30.01.2013

Ordinanze in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato alla Segreteria di Stato per la formazione professionale, la ricerca e l'innovazione i disegni di regolamento concernenti gli esami di professione di:
-specialista nella direzione di un team con attestato professionale federale;
- capoprogetto montaggio solare con attestato professionale federale.
Foglio federale del 29 gennaio 2013

Formazione generale e scuole universitarie

30.01.2013

LU: il liceo tenuto a risparmiare

A causa delle misure di risparmio cantonali, il liceo Musegg di Lucerna dovrà tagliare i costi annui di un milione di franchi. Per raggiungere questo obiettivo a partire dall'autunno 2013 il liceo accoglierà un numero minore di allievi: coloro che si iscriveranno al liceo Musegg, in base alla provenienza, all'indirizzo e alle circostanze potrebbero essere inviati ad altri licei. Secondo quanto scrive la Neue Luzerner Zeitung del 15 gennaio 2013, la libera scelta del liceo non sarebbe più garantita.

Orientamento

30.01.2013

CSFO Edizioni: nuove pubblicazioni in italiano

Sono usciti due nuovi pieghevoli sulle professioni di dietista SUP e fisioterapista SUP, inoltre è disponibile la seconda edizione aggiornata del pieghevole sulla professione di operatore per la pulizia ordinaria e manutentiva AFC (precedentemente chiamato pulitore di edifici AFC). Per ulteriori informazioni si veda qui.

30.01.2013

CSFO Edizioni: nuove pubblicazioni in francese e in tedesco

In francese sono usciti tre nuovi opuscoli sulle professioni di agente di polizia, tecnico alimentarista e assistente sociale (policiers/inspecteurs de police, technologues en denrées alimentaires et assistants sociaux) e due filmati relativi alle professioni di geomatico e fiorista (géomaticiens et fleuristes). In francese e in tedesco è inoltre uscito il test d'interesse in foto (TIP/FIT 2012). Per ulteriori informazioni si veda www.shop.csfo.ch o www.shop.sdbb.ch.

30.01.2013

CSFO Edizioni: programma 2013

È disponibile il programma editoriale 2013 dell'orientamento professionale, universitario e di carriera del CSFO. Come tutti gli anni il programma è stato creato in base alle richieste fatte da parte degli enti cantonali, alle priorità prestabilite del CSFO, le considerazioni dei partner del mondo del lavoro e le valutazioni delle sottocommissioni del CSFO. Il programma editoriale 2013 si trova qui. Sono possibili dei cambiamenti. Il programma sarà aggiornato regolarmente.

30.01.2013

Studio sulle offerte transitorie

Lo studio "Offres de formation transitoire en Suisse: situation provisoire ou chance d'augmenter la résilience?" ha analizzato le offerte transitorie in Svizzera. Nonostante siano state prese delle misure di standardizzazione, gli obiettivi e l'organizzazione didattica e metodologica delle offerte rimangono molto variegati. Lo studio, effettuato dall'Istituto per la pedagogia economica dell'università di San Gallo,  propone anche delle modalità per migliorare le offerte.
Ulteriori informazioni (in francese e tedesco)

30.01.2013

FR: 9 milioni per seguire i giovani in difficoltà

Il Canton Friborgo prevede di investire 9 milioni di franchi all'anno durante il periodo 2012-2016 per aiutare i giovani tra i 15 e i 25 anni con difficoltà di inserimento professionale. Grazie alla collaborazione di quattro direzioni (DICS, DSAS, DEE, DIAF), con questa misura è possibile offrire un accompagnamento attraverso tutte le tappe del percorso, a partire dalla fase di orientamento, fino all'integrazione a lungo termine nel mercato del lavoro. Queste misure comprendono, tra le altre, il Case management, la piattaforma giovani "Platforme jeunes", i semestri di motivazione e il programma tri-care jobs.
Comunicato stampa

30.01.2013

Scambio internazionale per gli orientatori

Euroguidance, la rete europea per l'orientamento, propone diverse modalità di scambio per gli orientatori professionali, universitari e di carriera: il "job-shadowing", ad esempio, consiste nell'accompagnare per una settimana un collega di un altro paese. O durante il seminario "cross border" gli orientatori di diverse nazioni si incontrano in un seminario di alcuni giorni per discutere di un tema inerente alla consulenza. Tali attività godono del sostegno finanziario da parte della Fondazione ch. L'iscrizione deve avvenire entro la fine di febbraio.
Ulteriori informazioni

Mercato del lavoro

30.01.2013

Il Consiglio federale respinge l'iniziativa sui salari minimi

L'iniziativa popolare chiede di introdurre un salario minimo nazionale obbligatorio di 22 franchi all'ora per fare in modo che chiunque possa vivere degnamente dei frutti del proprio lavoro. Il Consiglio federale ritiene che l'iniziativa sui salari minimi non sia lo strumento adatto al raggiungimento di tale obiettivo. Ma presume che con l'iniziativa venga indebolito il partenariato sociale. Inoltre il Consiglio federale dichiara che le misure contro l'indipendenza fittizia (in vigore dal 1° gennaio 2013) e il rafforzamento della responsabilità solidale siano strumenti adeguati per contrastare il dumping salariale. Il rafforzamento della responsabilità solidale è previsto per il 1° luglio 2013. Entro il 21 luglio 2014 l'Assemblea federale deciderà se raccomandare al popolo e ai Cantoni di accogliere o di respingere l'iniziativa.
Comunicato stampa

30.01.2013

Salari minimi: USS critica il Consiglio federale

L'Unione sindacale svizzera (USS) critica il no del Consiglio federale all'iniziativa sui salari minimi. Con questa decisione il Consiglio confermerebbe di accettare salari insufficienti a garantire la sussistenza. L'USS sottolinea inoltre che attualmente oltre 400'000 persone lavorano al minimo salariale, sotto la soglia dei 4000 franchi. Secondo la rivista sindacale work, salari minimi compresi in questa fascia sono appena stati introdotti dalle aziende turgoviesi Arbonia Forster e Stadler Rail.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

30.01.2013

I trasporti esclusi dalla convenzione nazionale della costruzione

Da ora in poi i trasporti stradali a titolo professionale, compresi i trasporti provenienti e destinati ai cantieri, non rientreranno più nel campo d'applicazione della convenzione nazionale del settore edile. Questo è quanto deciso dal Consiglio federale. L'associazione svizzera dei trasporti stradali ASTAG si rallegra della decisione, ma si rammarica del fatto che il Consiglio federale non abbia chiarito tutta la questione; infatti per quel che riguarda le imprese miste bisognerà decidere caso per caso e questo comporterà inevitabilmente delle complicazioni giuridiche.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

30.01.2013

WEF: disparità salariali e disoccupazione sono rischi globali

La crescente disparità salariale nei prossimi dieci anni sarà il fattore che rappresenta il maggiore rischio di crisi economiche a livello mondiale. Questo è quanto emerge dal Global Risks Report 2013 del Forum economico mondiale (WEF). Accanto a crisi finanziarie e l'indebitamento degli Stati, i maggiori fattori di rischio sarebbero l'alta disoccupazione strutturale e la sottoccupazione. Il rapporto sui rischi globali del WEF, pubblicato annualmente, si basa su sondaggi condotti presso oltre 1000 esperti e rappresentanti del mondo economico.

30.01.2013

Francia: nel mirino la politica dell'impiego

La corte dei conti francese critica l'efficacia della politica dell'impiego. A causa dell'aumento dei disoccupati di 178'000 unità, nel 2013 l'assicurazione contro la disoccupazione, potrebbe perdere 5 miliardi di euro, e questo dopo aver presentato un deficit di 13,7 miliardi nel 2012. In confronto ad altri paesi europei la Francia è molto generosa in fatto di indennità per la perdita di guadagno. Inoltre la corte dei conti critica il fatto che nel 2010, 600'000 persone in cerca di impiego non hanno ottenuto né le indennità per la perdita di guadagno né un'assistenza sociale minima; questo perché i due sistemi sarebbero coordinati male tra loro. La corte dei conti pone la domanda se il sistema non potrebbe essere semplificato. Propone di creare una base di contributi di solidarietà che, in alternanza, potrebbero essere completati dalle indennità della cassa contro la disoccupazione.

30.01.2013

L'UE presagisce problemi a lungo termine in ambito occupazionale

Come risulta dall'edizione 2012 della Rassegna annuale sull'occupazione e gli sviluppi sociali in Europa, lo scorso anno il tasso medio di disoccupazione è salito all'11%. Considerevole è soprattutto il crescente divario tra il nord e il sud dell'eurozona. Secondo gli autori della Rassegna, gran parte degli Stati membri hanno visto inoltre l'erosione del reddito disponibile delle economie domestiche, che ha comportato l'aumento del rischio di povertà e di esclusione di lungo periodo.
Comunicato stampa

Integrazione professionale

30.01.2013

Germania: oltre 100’000 indipendenti beneficiano del sistema Hartz IV

In Germania, nel 2011 sono stati in media 127'000 gli indipendenti che hanno dovuto ricorrere alle sovvenzioni del sistema Hartz IV (assistenza sociale) in quanto le loro entrate non erano sufficienti. Per quasi due terzi di questi il guadagno era inferiore ai cinque euro netti all'ora, senza prestazioni supplementari da parte di Hartz IV. Questo è quanto risulta da uno studio condotto dall'Istituto di ricerca sul mercato del lavoro e l'occupazione. Oltre il 42% degli interessati lavora a tempo pieno e quasi la metà ha fondato la propria impresa negli ultimi due anni. Gli indipendenti beneficiari del sistema Hartz IV sono soprattutto venditori, proprietari di ristoranti o tavole calde, artisti o insegnanti che esercitano da liberi professionisti.
Rapporto IAB

Varie

30.01.2013

Avenir Suisse: idee per la Svizzera

Nella pubblicazione "Idee per la Svizzera" Avenir Suisse propone spunti di riflessione per dare avvio al dibattito su come affrontare le sfide che vedono coinvolta la Svizzera. Quattro proposte fanno riferimento alla formazione professionale: più cultura generale e meno specializzazione nella formazione professionale, introduzione di cicli di formazione duale presso le scuole universitarie professionali, differenziazione del panorama universitario svizzero e conto di formazione: dal finanziamento degli operatori al finanziamento della domanda. Altre tre proposte si riferiscono invece al mercato del lavoro: premi LPP applicati indistintamente dall'età allo scopo di promuovere l'occupazione dei dipendenti più anziani, rinuncia a una specifica promozione della piazza economica e contributo volontario delle aziende in caso di assunzione di personale proveniente direttamente dall'estero.

30.01.2013

GE: la parità in cifre

L'opuscolo "Chiffres clés de l'égalité" è stato aggiornato in base ai dati disponibili nel 2012 a Ginevra. Elaborato dal "Bureau de la promotion de l'égalité entre femmes et hommes" (ufficio della promozione della parità tra donne e uomini) il documento presenta le statistiche sui rapporto tra i generi nei campi della formazione, dell'attività professionale, della partecipazione femminile alla scena politica, nell'ambito della famiglia e della sanità.

30.01.2013

Austria: prognosi per lo sviluppo delle professioni

Anche in futuro l'80% dei posti di lavoro sarà accessibile tramite un periodo di introduzione interno all'azienda, una formazione professionale di base o una formazione professionale superiore. Lo studio "Welche Berufe brauchen wir in Zukunft?" (Quali professioni serviranno in futuro?), condotto dall'Istituto austriaco di ricerca educativa per l'economia, prevede che fino al 2016 le professioni che vedranno una crescita maggiore saranno, in ordine decrescente:
1. professioni di cura e affini
2. infermieri e ostetrici
3. responsabili della produzione e direttori operativi
4. professioni del commercio al dettaglio
5. assistenti del commercio al dettaglio e dei servizi
6. operatori tecnici
7. operatori nel settore della gastronomia e del turismo
8. ricercatori nel campo delle scienze naturali
9. biologi e medici
10. architetti e ingegneri
Lo studio dimostra che il parere sempre condiviso secondo cui i posti di lavoro sarebbero principalmente creati al massimo livello di qualificazione, si rivela vero almeno in parte. I maggiori problemi nel mercato del lavoro accademico potrebbero rimanere l'inadeguatezza professionale e le esigenze di mobilità.