Newsletter del 13.11.2013

Notizie di attualità del 13.11.2013

Formazione professionale di base

13.11.2013

Campagna nazionale per la promozione della formazione professionale

Dal 4 novembre, in tutta la Svizzera sono di nuovo presenti i manifesti della campagna "Formazioneprofessionaleplus.ch" lanciata dalla SEFRI. I manifesti di ragazzi e giovani adulti ribadiscono che la formazione professionale permette di esprimere il proprio talento. Accanto alla formazione professionale, si pone ora maggiormente l’accento sulla formazione professionale superiore, sottolineando il crescente fabbisogno di specialisti e dirigenti altamente qualificati. Il sito formazioneprofessionaleplus.ch mette a disposizione anche banner da scaricare e fornisce informazioni e contatti utili.

13.11.2013

Barometro dei posti di tirocinio: domanda e offerta in aumento

L’offerta di posti di tirocinio ha continuato a crescere: rispetto all’anno precedente, le imprese non solo hanno aumentato l’offerta di posti (+3500), ma ne hanno anche assegnati 2000 in più. Al tempo stesso, il numero di posti di tirocinio rimasti vacanti è aumentato passando da 7000 nel 2012 a 8500. È quanto emerge dalle stime del barometro dei posti di tirocinio (tedesco), pubblicato dalla SEFRI due volte all’anno.
Comunicato stampa

13.11.2013

Promemoria "Formazione professionale di base e servizio militare" aggiornato

Il promemoria "Formazione professionale di base e servizio militare" è stato adeguato alle basi legali e integrato con informazioni riguardanti questioni che spesso vengono poste nella pratica dalle persone in formazione soggette all’obbligo militare. La recluta ottiene una licenza per assistere alla sua cerimonia di diploma della formazione professionale? Se la scuola reclute inizia durante la formazione professionale, il giovane ha ancora la possibilità di usufruire dei suoi giorni di vacanza? Chi stabilisce se la scuola reclute inizia a luglio o a ottobre? Nel Promemoria n. 17, reperibile su www.formazioneprof.ch, si fa riferimento anche a ulteriori testi di approfondimento e link.

13.11.2013
13.11.2013

LU: rivista sulla formazione professionale

A fine ottobre, tutti i domiciliati del Canton Lucerna hanno trovano nella buca delle lettere la nuova rivista Berufsbildung Luzern 2013. L’opuscolo di 48 pagine contiene numerosi contributi su temi relativi alla formazione professionale e alla formazione continua come gli stage d’orientamento e d’osservazione, gli esami finali, la maturità professionale o la formazione professionale superiore.

13.11.2013

Austria: consultazione sull'ECVET

La consultazione da poco conclusasi sull’"ECVET: Grundkonzept und Anwendung in Österreich" (ECVET: concetto base e applicazione in Austria) serve quale base per l’attuazione a livello nazionale del sistema di crediti europeo per la formazione professionale (ECVET), fondato su una raccomandazione dell’UE del 2009. Il risultato della consultazione fornisce una panoramica sulla strategia austriaca e presenta contenuti, utilità e prime misure. Un documento strategico nazionale sarà redatto sulla base delle risposte alla consultazione e presentato il 19 novembre 2013 a Vienna in occasione della conferenza nazionale ECVET.
News – Edizione speciale dell’ufficio di riferimento austriaco per la qualità della formazione professionale

13.11.2013

Europa: mobilità nella formazione professionale

29 organizzazioni nazionali, tra cui la Fondazione ch per la collaborazione confederale, elaborano nel quadro del progetto NetWBL (francese/tedesco) uno strumento che raggruppa i migliori esempi pratici per i progetti di mobilità nella formazione professionale. Il progetto fa parte del programma Leonardo da Vinci, un programma europeo per la formazione professionale.

Formazione professionale superiore e continua

13.11.2013

Regolamenti d'esame in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato alla SEFRI un disegno concernente i seguenti regolamenti d’esame: responsabile di azienda agricola con attestato professionale federale, responsabile di azienda frutticola con attestato professionale federale, responsabile di azienda avicola con attestato professionale federale, responsabile di azienda enologica con attestato professionale federale, responsabile di azienda viticola con attestato professionale federale, responsabile di azienda orticola con attestato professionale federale, maestro conducente per autocarri con attestato professionale federale e maestro conducente per motoveicoli con attestato professionale.
Foglio federale dell’5 novembre 2013

13.11.2013

GE: promozione della formazione continua tramite buoni di formazione

Recentemente è stato presentato uno studio sul caso ginevrino dei buoni di formazione ("Chèque annuel de formation, CAF"), uno strumento di promozione della formazione continua esclusivo in Svizzera. Oggetto dell’indagine è stato l’esito del programma CAF, che è stato ben documentato e valutato con regolarità. Nelle loro risposte i beneficiari intervistati rivelano l’autonomia conferita loro dal CAF nel decidere circa le opzioni individuali di formazione continua. Lo studio della Federazione svizzera per la formazione continua rappresenta il contributo della Svizzera al progetto di ricerca "Effekte", che ha studiato modelli di promozione della formazione continua in quattro Paesi europei. I risultati sono documentati nella pubblicazione "Weiterbildungsgutscheine".

13.11.2013

Germania: formazione per imprenditori di pompe funebri

Dal 2005 l’accademia Theo-Remmertz forma ogni anno più di 500 futuri imprenditori di pompe funebri di età compresa tra i 18 e 40 anni. La scuola dispone di strutture esclusive per la formazione come un cimitero, officine e una cappella nella quale esercitare la decorazione e l’organizzazione di una cerimonia funebre. In Svizzera, gli imprenditori di pompe funebri vengono formati direttamente sul lavoro.
Ulteriori informazioni

Formazione generale e scuole universitarie

13.11.2013

Rafforzare l'italiano nei licei di tutta la Svizzera

Tutte le scuole di maturità della Svizzera romanda, ma soltanto l’83% dei licei della Svizzera tedesca propongono l’italiano come materia di maturità (sia come disciplina fondamentale sia come opzione specifica). Per rafforzare la posizione dell’italiano nelle scuole, il gruppo di lavoro della Commissione svizzera di maturità propone di lasciare un maggior margine di manovra ai Cantoni nell’impostazione dell'offerta di una terza lingua nazionale. Il rapporto raccomanda, tra l’altro, che l’italiano venga offerto anche come opzione complementare e che ai Cantoni sia conferito maggior potere discrezionale nella struttura dell’offerta.
Comunicato stampa

13.11.2013

Il barometro di Bologna analizza gli studi a livello di dottorato

Dopo l’ottenimento di un master universitario, il 22% degli uomini e il 16% delle donne intraprendono un dottorato. Nelle scienze esatte e naturali, il 34% delle donne e il 39% degli uomini optano per questo indirizzo, mentre nelle scienze economiche, soltanto il 10% dei diplomati opera questa scelta. Tra le persone che hanno iniziato il loro dottorato nel 2003, il 74% ha conseguito il titolo nell’arco dei nove anni. Questi dati emergono dalla nuova edizione del barometro di Bologna, che analizza il percorso degli studenti delle scuole universitarie svizzere fornendo per la prima volta risultati dettagliati sulla riuscita negli studi a livello di dottorato.

13.11.2013

GE: Facoltà di scienze economiche e sociali scissa in due

Dal 1° gennaio 2014 l’Università di Ginevra conterà due nuove facoltà, che rimpiazzeranno l’attuale Facoltà di scienze economiche e sociali. L’una sarà consacrata all’economia e al management, l’altra alle scienze sociali e politiche e alla politica economica. Il progetto, approvato dagli istituti universitari e dal Consiglio di Stato ginevrino, deve in particolare permettere alla formazione commerciale superiore di sviluppare una migliore visibilità a livello internazionale.
Conferenza stampa del 30 ottobre

13.11.2013

VD: nuova legge sulle borse di studio

Il Consiglio di Stato vodese ha approvato un disegno di legge che mette in atto l’Accordo intercantonale sull’armonizzazione dei criteri per la concessione delle borse di studio. Tra i cambiamenti più significativi figurano il riconoscimento delle formazioni a tempo parziale e il sostegno alla mobilità degli studenti, che, d’ora in poi, potranno conseguire i propri studi fuori cantone. Questo progetto armonizza anche le norme tra l’aiuto sociale e i criteri per la concessione delle borse di studio. Accanto alle spese di formazione, il fabbisogno vitale sarà altresì tenuto in considerazione nel calcolo degli aiuti.
Comunicato stampa

13.11.2013

VD: piano strategico dell'ASP

L’alta scuola pedagogica (ASP) del Canton Vaud si trova davanti a nuove sfide, al tempo stesso accademiche, organizzative e logistiche. L’ASP deve affrontare le crescenti esigenze dei docenti e gestire l’aumento del numero di persone in formazione. Nel 2017 dovrà essere in grado di accogliere 2500 studenti. In occasione di una conferenza stampa, la consigliera di stato Anne-Catherine Lyon e il rettore dell’ASP Guillaume Vanhulst hanno esposto i grandi assi strategici della formazione pedagogica.

13.11.2013

ZH: allievi del medio superiore soddisfatti

Gli ex maturandi zurighesi si ritengono soddisfatti per quanto concerne la scuola media superiore frequentata e ritengono di essere stati ben preparati per affrontare uno studio accademico. Questo è quanto emerge da un’inchiesta condotta nel quadro del progetto "Benchmarking Schulen Sekundarstufe II" (Fissare uno standard per le scuole del livello secondario II). Piuttosto critico è stato invece il giudizio degli ex allievi riguardo il sostegno alla scelta degli studi, ricevuto internamente alla scuola o presso un servizio di orientamento esterno. Pertanto la direzione della formazione zurighese è stata incaricata di verificare la prassi adottata dai servizi di orientamento negli studi.
Comunicato stampa

Orientamento

13.11.2013

Panoramica sulla formazione continua nel case management

Il Servizio di orientamento professionale, negli studi e nella carriera del Canton Berna ha elaborato su incarico della rete Netzwerk Case Management Schweiz una panoramica, sotto forma di tabella, degli operatori svizzeri della formazione continua attivi nell’ambito del case management. In futuro la tabella sarà aggiornata due volte all’anno. Essa descrive brevemente le proposte di formazione continua e fornisce indicazioni su durata, titoli di studio, condizioni di ammissione e costi.

13.11.2013

Attirare i giovani verso l'ingegneria

Di fronte alla carenza di ingegneri, la Haute école Arc e la Fondation Arc Jurassien Industrie hanno avviato una campagna per sensibilizzare i giovani al mondo della tecnica e dell’ingegneria. Lanciato a fine ottobre, il sito web boost-ing.ch pone l’accento sulla diversità, l’inventiva e le buone prospettive d’impiego offerte da queste professioni. Il sito presenta dei filmati in chiave umoristica, testimonianze come pure un concorso. Contando sul fatto di destare l’interesse degli allievi prima che questi operino la loro scelta professionale, i partner hanno anche elaborato delle attività specifiche per le classi del livello elementare e secondario.
Comunicato stampa

Mercato del lavoro

13.11.2013

Iniziativa sul personale qualificato: il Consiglio federale approva

Il Consiglio federale ha approvato un pacchetto di misure concernenti l’iniziativa sul personale qualificato mediante il quale la Confederazione ne assume la guida e il coordinamento. I Cantoni e i partner sociali adotteranno misure supplementari nei rispettivi ambiti di competenza. Per l’intero pacchetto di misure è prevista una durata di quattro anni. L’iniziativa lanciata dal Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca mira a ridurre la mancanza di personale qualificato sfruttando maggiormente il potenziale di manodopera specializzata svizzera.
Comunicato stampa

13.11.2013

Via libera alla carriera!

Il 13 dicembre 2013 si terrà a Zurigo il 25° Absolventenkongress, la più grande fiera svizzera del lavoro, in occasione della quale si attendono 3000 studenti e diplomati. Circa 100 datori di lavoro, tra cui aziende come Credit Suisse, ABB, Siemens e Nestlé, cercano nuove leve per stage e assunzioni. In quanto organizzatore della manifestazione, l’istituto Staufenbiel comunica che vengono offerti 1000 posti di lavoro in più rispetto all’anno scorso.
Ulteriori informazioni

13.11.2013

Occupazione in Svizzera: evoluzione stabile

Mentre secondo la SECO, in ottobre il tasso di disoccupati è salito al 3,1%, le aziende intervistate dal KOF, centro di ricerche congiunturali di Zurigo, considerano la loro situazione occupazionale in una luce più ottimistica. Nuovi posti di lavoro vengono creati soprattutto nel settore dei servizi, ma anche nell’industria e nel settore bancario s'intravede una tendenza alla ripresa.

13.11.2013

Sottoccupazione come forza lavoro potenziale

In Svizzera nel 2012 291'000 persone erano sottoccupate. Quelle maggiormente interessate dal fenomeno erano le donne, le persone di età compresa tra i 40 e i 54 anni e quelle con una formazione di livello secondario II. Nel caso del personale occupato a tempo parziale, i gruppi particolarmente colpiti erano quelli degli uomini, degli stranieri e dei giovani tra i 15 e i 24 anni come pure delle persone senza formazione postobbligatoria. Secondo l’UST, il volume di lavoro auspicato dai sottoccupati corrisponde a 94'000 equivalenti a tempo pieno.
Pubblicazione (francese/tedesco)

13.11.2013

Parco svizzero dell'innovazione: valutazione dei siti della rete

La Conferenza dei direttori cantonali dell'economia pubblica (CDEP) definirà nel quadro di una procedura di selezione interna i siti della rete per il progetto "Parco svizzero dell’innovazione". Una volta che i vari progetti cantonali saranno stati presentati e valutati, nel giugno 2014 sarà sottoposto un concetto al Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca. Stando a un comunicato stampa (francese/tedesco), la CDEP ha deciso di procedere in tal senso in occasione della sua assemblea annuale.

13.11.2013

VD: lotta all'abuso dell'assicurazione contro la disoccupazione

Soltanto nel 2010 la cassa di disoccupazione del Canton Vaud ha richiesto in 446 casi la restituzione delle prestazioni perché queste non corrispondevano ai contributi AVS individuali versati. Complessivamente sono state controllate 1048 pratiche. Per 238 persone è stata avviata una procedura penale. I rimborsi richiesti dalla cassa di disoccupazione ammontano a un totale di 3 milioni di franchi. Nel comunicato stampa del Canton Vaud, si sostiene inoltre che nello stesso anno la cassa di disoccupazione cantonale ha indennizzato 24'300 persone in cerca di un impiego per un totale di 428 milioni di franchi.

13.11.2013

Germania: la formazione schermo per la disoccupazione

Nel 2012 i laureati hanno registrato, con un valore pari al 2,5%, un tasso di disoccupazione nettamente inferiore a quello dei diplomati nell’ambito di una formazione professionale aziendale o scolastica. I più colpiti dalla disoccupazione risultano le persone senza un titolo professionale. Il 19% di questo gruppo era senza un’occupazione. Ciò è dimostrato dai dati recentemente pubblicati dall’Istituto di ricerca sul mercato del lavoro e l’occupazione (IAB). Nonostante il calo della disoccupazione, secondo i ricercatori non sarebbe scontato un miglioramento della situazione occupazionale per il personale meno qualificato.

Integrazione professionale

13.11.2013

Gli imprenditori lanciano la "Piattaforma mercato del lavoro 45plus"

L’Unione svizzera degli imprenditori lancia la nuova piattaforma "Plattform Arbeitsmarkt 45plus", che affronta le tematiche legate al mercato del lavoro relative alle persone di oltre 45 anni di età (45plus). Come luogo di riflessione (think tank) e di esperienze pratiche, la piattaforma riunisce imprese, associazioni, autorità preposte al mercato del lavoro, autorità delle assicurazioni sociali, responsabili della formazioni e altri partner. In quanto strumento legato al campo pratico, la piattaforma ha l’obiettivo di definire procedure, attuare progetti, verificare eventuali possibilità di miglioramento nel sistema attuale, determinare esempi best practice e pertanto sostenere i datori di lavoro nell’attuazione di una politica di diversità.

13.11.2013

Gli asili nido migliorano le opportunità di carriera per le madri

La custodia di bambini complementare alla famiglia contribuisce alla parità fra i sessi sul mercato del lavoro. Questa conclusione è frutto di uno studio condotto nel quadro del Programma nazionale di ricerca "Parità dei sessi", che evidenzia anche un maggiore sviluppo del settore nella Svizzera romanda rispetto alla Svizzera tedesca. Inoltre, la Svizzera si troverebbe generalmente indietro nel confronto internazionale.
Comunicato stampa (francese)

13.11.2013

Padri lavoratori impegnati nella sfera domestica e familiare

Un padre che ha figli piccoli, è di nazionalità straniera o vive in una città è generalmente impegnato nella sfera domestica e nella cura dei bambini. Uno studio specifico (francese/tedesco) effettuato dall'UST conferma che i padri inoccupati o occupati a tempo parziale dedicano più tempo per i lavori domestici e per i figli rispetto ai padri attivi a tempo pieno. Nettamente inferiore è l’impegno in tal senso da parte dei lavoratori indipendenti.

13.11.2013

GE: istituzioni pubbliche per l'integrazione

Dal 2008 il Canton Ginevra riconosce negli Istituti pubblici per l'integrazione (EPI) un’organizzazione mantello che s’impegna per l’inserimento sociale e professionale degli invalidi. L’EPI è nata dalla fusione di istituzioni, unica nel suo genere in Svizzera, quale ente rivolto a diversi gruppi target (disabili mentali e fisici, alcolisti e in generale persone che necessitano di un orientamento per inserirsi nel mondo del lavoro). L’obiettivo dell’EPI è procurare un impiego adeguato o protetto a tutti coloro che durante il reinserimento nel mercato del lavoro incorrono in difficoltà. Sono quasi 2500 le persone che ricorrono ai servizi dell’EPI.

Varie

13.11.2013

Andreas Rickenbacher nuovo presidente della CDEP

In occasione dell’assemblea annuale tenutasi a Visp, la Conferenza dei direttori cantonali dell’economia pubblica (CDEP) ha eletto il consigliere di Stato Andreas Rickenbacher (BE) nuovo presidente. Il direttore dell’economia pubblica di Berna subentra al consigliere di Stato vallesano Jean-Michel Cina.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

13.11.2013

LU: vacanze forzate come misura di risparmio

La misura di risparmio proposta dal Consiglio di Stato del Canton Lucerna di tenere chiusi i licei e le scuole professionali una settimana in più ha sollevato accese discussioni. Con la chiusura di una settimana delle scuole professionali, il Canton San Gallo ha risparmiato circa 3 milioni di franchi. I docenti e gli allievi lucernesi intendono però difendersi e convincere il Consiglio di Stato a respingere tale misura nella sessione di dicembre. Un articolo pubblicato nella Zentralschweiz am Sonntag presenta anche i pro e i contro.

13.11.2013

Qualifiche più trasparenti grazie all'Europass

Europass è uno strumento costituito da una documentazione che permette di presentare in modo trasparente le qualifiche richieste in tutta Europa e che promuove la mobilità. Esso è rivolto a tutti coloro che intendono documentare il proprio percorso personale, educativo e professionale.