Newsletter del 30.10.2013

Notizie di attualità del 30.10.2013

Formazione professionale di base

30.10.2013

Leading House nella "VET Governance"

Nell'ambito della promozione della ricerca nella formazione professionale, la SEFRI ha aperto un bando di concorso per una nuova leading house nel campo "VET Governance". Il bando è rivolto a ricercatori di istituti nazionali di ricerca con conoscenze nella formazione orientata al mercato del lavoro. La documentazione del concorso è da inoltrare entro il 16 gennaio 2014. Il concetto di VET (Vocational Education and Training) si sta sviluppando sempre di più a livello internazionale come termine d'uso comune per la formazione professionale.

30.10.2013

CSRE: newsletter sulla ricerca nella formazione professionale

La newsletter 4/2013 del CSRE propone novità informative nel campo della ricerca sulla formazione professionale. Vi si ritrovano illustrati quattro progetti che toccano la formazione professionale: il rapporto sull'"Inventario delle procedure di validazione degli apprendimenti acquisiti"; il progetto "Differenze culturali, discriminazione sessuale e integrazione della diversità nella formazione professionale di base"; il progetto "Assumere un giovane con un diploma professionale o con un bachelor? Strategie di reclutamento nel Regno Unito, in Germania e in Svizzera"; il progetto "Carriere scolastiche e riuscita nella formazione. Effetti del percorso e del sistema scolastico sulla transizione al mondo del lavoro".

30.10.2013

Confronto tra sistemi di formazione

Nonostante tutti gli sforzi d'armonizzazione esercitati a livello internazionale, l'istruzione resta terreno riservato ai politici nazionali e continua a presentare differenze considerevoli da un paese all'altro. Il federalismo elvetico non fa che accrescere il divario interno al sistema educativo svizzero. Il confronto tra strutture, prestazioni e efficacia della formazione è impegnativo e difficile. Non tutti i processi formativi sono del resto confrontabili. È il caso di accostamenti tra situazioni ineguali, quali ad esempio gli effettivi degli studenti accademici nelle diverse regioni. Il confronto tra sistemi formativi resta tuttavia necessario. Lo sguardo critico verso l'esterno, come quello dal di fuori verso il nostro sistema sono irrinunciabili. Un articolo del prof. Stefan C. Wolter alimenta la discussione sul tema.

30.10.2013

Insegnamento delle lingue nella formazione professionale

Babylonia, la rivista svizzera per l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue pubblicata in Ticino, dedica il suo ultimo numero all'insegnamento delle lingue nel campo della formazione professionale. L'ampia gamma di articoli contenuti nel numero 2/2013 sviluppa una panoramica delle esperienze e delle sfide in materia di competenze linguistiche nelle aziende formatrici.
Sommario

30.10.2013

BS: risposta del governo a un'interrogazione sul CFP

Il Consiglio di Stato di Basilea Città ha dato risposta a un'interrogazione centrata sulla situazione e sul futuro della formazione di base biennale (CFP). La risposta, corredata da un elenco di esempi concreti, si occupa di temi quali: il numero di posti di formazione, lo sviluppo negli ultimi 10 anni, la quota di abbandoni rispetto all'AFP, la transizione alle formazioni AFP e le misure ipotizzate dal Cantone di Basilea Città per un rafforzamento dei percorsi CFP.

30.10.2013

FR: scambio linguistico nella formazione professionale

Il Consiglio di Stato del Canton Friburgo, rispondendo a uno specifico postulato, informa sulle opportunità di scambio linguistico offerte alle persone impegnate nella formazione di base con colleghi di altre regioni linguistiche in terra elvetica e all'estero. Lo specifico rapporto contiene anche i risultati di un'indagine condotta presso 77 aziende formatrici sul tema della mobilità e dello scambio. Il rapporto offre anche uno sguardo alle prospettive future. Affinché una cultura della mobilità possa essere sviluppata, occorre, da parte dei centri di formazione professionale e delle aziende, la motivazione a partecipare a progetti di mobilità.

30.10.2013

LU: un impulso alla maturità professionale

Il Canton Lucerna ha promosso una campagna per un'informazione migliore e più tempestiva sulla maturità professionale (MP), a beneficio dei giovani, dei loro parenti e delle persone di riferimento nelle scuole. I portavoce dell'iniziativa raccontano le loro esperienze nell'ambito della MP e una rivista ne documenta i successi. Un flyer è pure a disposizione di ragazzi e genitori. Su scala nazionale, tutti i responsabili della formazione professionale sono attualmente impegnati a potenziare il percorso della MP.
Dossier informativo

30.10.2013
30.10.2013

TG: rapporto completo sulla formazione

Il rapporto 2013 sulla formazione nel Canton Turgovia ritrae un ampio panorama sullo stato attuale e sulle prospettive future dell'intero sistema formativo nel Canton Turgovia. Il capitolo 7 sviluppa su dieci pagine l'approfondimento su formazione e orientamento professionale. Più o meno l'82% dei giovani turgoviesi avvia una formazione professionale dopo la scuola dell'obbligo. Il 10% sceglie una scuola generalista (Mittelschule) a tempo pieno. Il sistema ha permesso nel tempo di ridurre al 3,1% la quota di giovani ai quali non riesce la transizione dalla scuola dell'obbligo al secondario II. Nel Canton Turgovia, la formazione duale è molto considerata, benché, come si afferma nel rapporto, domanda e offerta non siano in equilibrio in tutte le professioni.

30.10.2013

Austria: manuale della formazione e marchio per le aziende formatrici

Il manuale austriaco della formazione per le aziende formatrici è stato rinnovato. Esso contiene una raccolta esaustiva di informazioni giuridiche, consigli pratici, formulari e documenti per le aziende formatrici e per le imprese che desiderano avvicinarsi alla formazione in azienda. Il manuale copre l'intero processo formativo, dal primo contatto con il candidato, fino al diploma. Il ministro austriaco dell'economia ha inoltre attribuito a 19 aziende formatrici e organizzazioni professionali il marchio di qualità "azienda formatrice d'eccellenza riconosciuta dallo Stato" per le loro straordinarie prestazioni.

30.10.2013

EU: Alleanza europea per la formazione professionale

L'Alleanza europea per la formazione professionale ha organizzato il 18 ottobre scorso un forum tra partner sociali e vari attori della formazione, che hanno dibattuto su una serie di misure atte a migliorare e incoraggiare la formazione professionale in tutta l'Europa. Fondata nel luglio scorso, l'Alleanza europea per la formazione professionale vuole essere un mezzo per mobilitare gli organismi che operano nell'istruzione, nella formazione e nel mercato del lavoro. L'obiettivo principale è di rafforzare l'offerta, la qualità e l'immagine della formazione professionale nel panorama europeo.

Formazione professionale superiore e continua

30.10.2013

Titoli comprensibili a livello internazionale

Dualstark è una conferenza svizzera nel settore dei servizi e rappresenta, secondo i dati pubblicati, più della metà dei diplomati con esami professionali e esami professionali superiori, che annualmente sono oltre 8000 unità. Sul tema "Titoli comprensibili a livello internazionale per la formazione professionale superiore", Dualstark ha recentemente pubblicato un opuscolo nelle tre lingue nazionali e in inglese.

Formazione generale e scuole universitarie

30.10.2013

LU: alta quota di abbandoni alla SUP per tecnici e architetti

Presso la Scuola universitaria professionale di Lucerna uno studente su quattro non porta a termine gli studi tecnici o di architettura. Nelle materie arte e design, musica e lavoro sociale la quota di abbandoni è molto più bassa. Per queste materie esistono condizioni di ammissione oltre alla maturità che consistono nella valutazione dell'idoneità. Queste informazioni sono contenute in un articolo apparso il 17.10.2013 sulla Neue Luzerner Zeitung.

30.10.2013

ZH: corsi per liceali all'università

A partire da questo semestre, l'Università di Zurigo propone, accanto al programma dei corsi regolari, un'offerta specifica di corsi per liceali. Si tratta di un'iniziativa che potrà permettere ai futuri possibili studenti universitari di respirare l'aria accademica attraverso eventi regolari e di riflettere sul futuro dei loro studi in modo più consapevole. Secondo le informazioni di UZH-News, al momento sono stati offerti ai liceali 70 corsi.

30.10.2013

ZH: contratti di sponsorizzazione per le università

In base alla decisione della commissione di ricorso delle scuole universitarie zurighesi, l'Uni di Zurigo dovrà depositare e rendere pubblico il contratto con la UBS che staccherà un assegno di 100 milioni di franchi in vista dell'edificazione di un International Center of Economics in Society. Rimarranno ancora secretati i passaggi del contratto che lasciano ancora terreno di intesa per le trattative fra le parti. Riferisce a tal proposito la Wochenzeitung nell'edizione del 17.10.2013.

Orientamento

30.10.2013
30.10.2013

CSFO: formazione continua 2014

Il programma di formazione continua 2014 per i professionisti dell'orientamento della Svizzera romanda apparirà il 1° novembre sul sito www.csfo.ch/dyn/196263.asp. Dopo il successo riscontrato nel 2011/2012, la formazione "Metodo di coaching breve orientato alle soluzioni" sarà nuovamente proposta. La giornata nazionale dell'orientamento, organizzato per la prima volta in collaborazione con la Fondazione ch, sarà dedicata all'orientamento sull'arco della vita. Per gli interessati del settore in lingua tedesca, segnaliamo la formazione breve "Certificato FSEA specifico per la BSLB" che verrà proposta per l'ultima volta nel 2014. Termine generale d'iscrizione: 31 dicembre 2013.

Mercato del lavoro

30.10.2013

Cresce il valore medio dell'occupazione in Svizzera

Il numero di offerte di lavoro pubblicate segna un aumento del 7% nel 3°trimestre 2013. È il miglior dato da tre anni a questa parte, secondo l’Adecco Swiss Job Market Index. Il mercato del lavoro registra il più forte aumento in Svizzera centrale (15%) e in Svizzera orientale (+10%). La regione del Lemano subisce un calo del 5%, dopo l'eccezionale aumento registrato nel periodo precedente. La domanda più importante si è manifestata per i posti in management e organizzazione (+14%), vendita e marketing (+11%) e ingegneria (+7%). È inferiore alla media nei settori alberghiero-ristorazione (+4%), finanza (+3%) e industria (+2%). Non vi sono dati relativi al Ticino, a parte l'indice per regioni linguistiche che segna un calo per l'area delle lingue latine.

30.10.2013

Evoluzione moderata dei salari

L'aumento dei salari reali ha raggiunto in media l'1,5% nel 2012. Esso è stato più marcato nei settori alberghiero e della ristorazione, delle attività legate a arti e spettacoli, della posta e delle assicurazioni. Generalmente, l'aumento si situa all'1,6% nel settore terziario e all'1,4% nel secondario. Questa evoluzione, che si è stabilizzata negli ultimi tre anni, si iscrive nel contesto di difficoltà economica mondiale.
Pubblicazione dell'UST

30.10.2013

Studio del KOF sull'iniziativa 1:12

Il 24 novembre si voterà sull'iniziativa popolare "1:12 – Per salari equi". Gli studi realizzati fino ad oggi sui possibili effetti della modifica costituzionale postulata riportano argomenti di parte, siano essi a favore o contrari all'iniziativa. Uno studio indipendente del Centro di ricerche congiunturali dell'ETH Zurigo (il KOF), fondato sui dati delle strutture salariali forniti dall'UST, giunge alla conclusione che, in mancanza di esperienza sulle regole proposte dall'iniziativa quanto alla determinazione dei salari, non vi è chiarezza sui suoi effetti prevedibili. Questo dipende da come le imprese toccate dai cambiamenti saprebbero adeguarvisi.

30.10.2013

Nuove prospettive dallo Human-Relations-Barometer

Il barometro HB dell'ETH e dell'Università di Zurigo misura a scadenze regolari il vissuto degli occupati rispetto alla loro situazione lavorativa. La newsletter autunno 2013 si occupa di queste questioni: in che misura le differenze salariali percepite influenzano la relazione con l'impresa? la situazione del mercato del lavoro condiziona il coraggio degli occupati? la paura per l'impiego è strettamente legata all'appartenenza al ramo professionale e al livello di formazione?

30.10.2013

Qualità della posizione dei cantoni

Il Credit Suisse misura annualmente la qualità della posizione dei cantoni e delle regioni, in particolare per la loro attrattività fiscale, la disponibilità di personale e la centralità geografica. In base a questi criteri, sono i cantoni di Zugo e Zuirigo a rappresentare meglio le condizioni quadro, mentre il Vallese e il Giura sono ai piedi della graduatoria.
Studio del CS

30.10.2013

PMI: sostegno alla creazione di posti di lavoro

La formazione SCORE (acronimo inglese del progetto Sostenere le imprese competitive e responsabili) ha lo scopo di trasferire le migliori esperienze internazionali nella produzione manifatturiera e nel settore dei servizi. Essa aiuta le piccole e medie imprese a perseguire uno scenario vincente in cui sono combinati crescita della produttività per le imprese e miglioramenti delle condizioni di lavoro per gli occupati. La sua attuazione è oggetto di un accordo firmato dalla SECO, dall'Organizzazione internazionale del lavoro e dall'Agenzia norvegese per la cooperazione allo sviluppo.
Comunicato stampa

Integrazione professionale

30.10.2013

Prospettive di reinserimento per senior

Nel settore secondario, più dei due terzi (69%) delle persone licenziate avevano ritrovato un'occupazione nel giro di due anni. Un'indagine dell'Uni di Losanna rivela anche che il 17% delle 748 persone che hanno risposto (su 1203 persone licenziate) era ancora iscritto alla disoccupazione, l'8% aveva fruito di un prepensionamento, il 3% aveva raggiunto l'età della pensione e il 3% era uscito dal mercato del lavoro per altre ragioni. Fra coloro che hanno trovato un'occupazione, l'86% ha sottoscritto un contratto di durata indeterminata. Secondo gli autori dell'indagine, è l'età avanzata più della mancanza di qualifiche a impedire il reinserimento professionale.
Articoli in La Vie économique e Die Volkswirtschaft

30.10.2013

Diminuiscono i Working Poor

In Svizzera, nel 2011 circa 130'000 persone (il 3,7% del totale delle persone attive) erano colpite da povertà lavorativa e circa 240'000 occupati erano a rischio di povertà. Secondo tutti i concetti di povertà utilizzati, le categorie maggiormente colpite sono i genitori soli con figli a carico, gli occupati senza formazione post-obbligatoria e i lavoratori non occupati tutto l’anno. Rispetto al 2007, la quota dei working poor è diminuita di un punto percentuale.
Studio UST "Poveri nonostante un lavoro"

30.10.2013

Aiuto sociale: importante contributo delle ONP

Le organizzazioni private non profit (ONP) hanno corrisposto nel 2010 prestazioni sociali nella misura di 665 milioni di franchi. Se si aggiungono i costi di attuazione, di personale e altre spese, l'onere complessivo raggiunge 1,2 miliardi di franchi. Queste cifre sono contenute in una ricerca effettuata su incarico dell'UST. Si calcola un numero di 1400 ONP attive nel campo della protezione sociale con un impiego di circa 36'000 salariati e 160'000 volontari non remunerati. Le prestazioni sociali delle ONP hanno registrato una crescita del 4,6% all'anno tra il 1990 e il 2010.

Varie

30.10.2013

Christoph Eymann, nuovo presidente della CDPE

Le direttrici e i direttori cantonali della pubblica educazione hanno eletto il consigliere di stato di Basilea-Città Christoph Eymann alla presidenza della CDPE per il prossimo quadriennio. Il 1° novembre 2013, egli raccoglierà il testimone dalla consigliera di stato friburghese Isabelle Chassot la quale, dopo sette anni alla testa della CDPE, assumerà la direzione dell'Ufficio federale della cultura. Auguri a entrambi!
Comunicato stampa