Newsletter del 25.09.2013

Notizie di attualità del 25.09.2013

Formazione professionale di base

25.09.2013

Giornata dei partner della formazione professionale 2014

È stata scelta la data della giornata 2014 dei partner della formazione professionale organizzata dalla SEFRI. Il tradizionale evento per gli operatori della formazione professionale avrà luogo dal 31 marzo al 1° aprile all'hotel Holiday Inn a Berna-Westside. Al cuore della giornata sarà lo scambio di informazione tra i partner su attività e temi di attualità.

25.09.2013

Ordinanze in consultazione: gessatore e pittore

La SEFRI sottopone alla procedura di consultazione diversi progetti nell'ambito della riforma generale delle professioni di gessatore-pittore. Il regolamento del 20 aprile 1970 sulla formazione professionale e l'esame finale relativo alla doppia professione di gessatore e di pittore è stato abrogato. Le nuove denominazioni sono le seguenti: gessatrice-costruttrice a secco AFC/gessatore-costruttore a secco AFC, aiuto gessatrice CFP/aiuto-gessatore CFP, pittrice AFC / pittore AFC e aiuto pittrice CFP / aiuto pittore CFP. Il termine di risposta alla consultazione è il 31 dicembre 2013. I documenti possono essere scaricati qui.

25.09.2013

Scuolavisione

"Scuolavisione", progetto di ricerca e sviluppo promosso dalla Divisione della Formazione professionale (TI), dall'Istituto Universitario Federale per la Formazione Professionale (IUFFP) e dalla Radiotelevisione Svizzera, è stato recentemente portato a termine. Il programma, che verrà proseguito nella sua fase di manutenzione e sviluppo, si fonda su una piattaforma in italiano, francese, tedesco e inglese, che permette agli utenti iscritti di creare dei video interattivi tramite un software semplice, arricchendoli con spiegazioni, domande, link, commenti audio, esercizi pratici, a beneficio di studenti e persone in formazione. Lo IUFFP propone corsi introduttivi all'uso della piattaforma.

25.09.2013

Pari opportunità grazie alle competenze di genere nella formazione professionale

Con il progetto "Being Gender" si vogliono migliorare ulteriormente le pari opportunità e l’uguaglianza fra i sessi presso le scuole professionali; per raggiungere tale scopo si vogliono sensibilizzare i gruppi target ed elaborare strumenti e misure da applicare nella pratica. "Being Gender" (tedesco) è ancora in fase pre-progettuale. Il progetto è sotto la direzione di BCH-FPS ed ha il sostegno della SEFRI.

25.09.2013

AG: aumenta l'interesse dei giovani per la formazione superiore

Il 57% dei giovani argoviesi sceglie la formazione professionale di base al termine della scuola dell'obbligo. Rispetto allo scorso anno, è in crescita il numero di coloro che seguono il percorso della maturità professionale. Circa il 30% dei maturandi prevede di conseguire un'ulteriore formazione a livello terziario una volta terminata la formazione di base. Questi dati sono stati rilevati dallo studio STEP che ha coinvolto giovani del secondario I (STEP I) e del secondario II (STEP II).
Ulteriori informazioni

25.09.2013

ZG: attrattività della formazione di base per le imprese

Nel 2013, la "Charta Berufschance Zug" si è occupata dell'attrattività della formazione professionale di base per le imprese. Una specifica inchiesta ha interessato 370 imprese del Canton Zugo. Solo la metà di esse forma dei giovani in azienda. Per oltre il 90% delle aziende formatrici, l'obiettivo principale è quello di poter assicurarsi il ricambio generazionale interno. Altre ragioni per la formazione sono legate all’immagine, ma vi sono anche quelle prettamente economiche, poiché le persone in formazione contribuiscono all'utile aziendale.

25.09.2013

Germania: centro per la cooperazione internazionale sulla formazione professionale

L'Istituto federale tedesco per la formazione professionale BIBB ha predisposto un servizio di cooperazione internazionale sulla formazione professionale. Al centro dell'attenzione vi sono paesi come Spagna, Italia, Grecia, Portogallo, Lettonia e Slovacchia. Si aggiungono pure Russia, India, Cina e Sudafrica e sono pure previste attività con istituzioni di stati specifici del gruppo G-20. I principali compiti del servizio del BIBB sono: cooperazione bilaterale e sostegno specialistico nel campo della formazione professionale; promozione e avvio di reti e progetti pilota; consulenza e transfer dei risultati verso l'opinione pubblica (specializzata).
Ulteriori informazioni

Formazione professionale superiore e continua

25.09.2013

News SEFRI: finanziamento della formazione professionale superiore

L'edizione di settembre delle News SEFRI contiene un contributo sul finanziamento della formazione professionale superiore. Al momento sono approfonditi due modelli per il finanziamento futuro dei corsi di preparazione agli esami federali di professione e agli esami federali professionali superiori. Di interesse sono pure i contributi sul nuovo approccio per la procedura di qualificazione e sul programma federale per le pari opportunità nelle scuole universitarie professionali.

25.09.2013

Inchiesta presso i titolari di un diploma di scuola specializzata superiore SSS

Per l’Inchiesta salari 2013/2014 dell’ODEC (associazione svizzera dei diplomati e delle diplomante delle scuole specializzate superiori) sono stati intervistati 2000 titolari di un diploma SSS. Subito dopo il conseguimento del diploma essi guadagnano in media CHF 82'600; dieci anni dopo il salario medio ammonta invece a CHF 104'700. Le possibilità di guadagno variano fortemente da settore a settore professionale. I salari più alti sono recepiti dai diplomanti nel settore bancario/assicurativo e nel commercio.
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)

25.09.2013

Formazione generale e scuole universitarie

25.09.2013

Pubblicati i ranking universitari

Recentemente sono state pubblicate due classifiche internazionali delle università. Nel "QS World University Ranking" tra i primi 100 istituti compaiono l'ETH di Zurigo e l'EPF di Losanna, così come le Università di Ginevra e Zurigo. Il ranking del "Schanghai Jiao Tong" premia tra i primi cento istituti l'ETH di Zurigo e le Università di Zurigo, Ginevra e Basilea. Sul sito universityrankings.ch, coordinato dalla SEFRI e dalla CRUS, i dati di queste classifiche possono essere vagliati secondo diversi criteri.

25.09.2013

Frequenza record alle ASP romande

351 persone iniziano la formazione di bachelor per l'insegnamento primario presso l'Alta scuola pedagogica (HEP) del Canton Vaud, contro le 219 dell'anno scorso. Tenendo conto di tutti i cicli di studi, l’istituto quest'anno accoglie più di 2000 studenti. Con 470 studenti in formazione iniziale, di cui 168 nuovi iscritti, anche la HEP di Friborgo raggiunge un record di frequenza. In particolare, il suo ciclo di studi bilingue, unico in Svizzera, attira sempre più studenti.
Comunicato stampa FR

25.09.2013

Aumento degli effettivi alla HES-SO

La scuola universitaria professionale della Svizzera occidentale (HES-SO) registra una crescita del 5%, con più di 17'000 studenti immatricolati nei 44 cicli di studio bachelor e 1'600 studenti nei corsi di master. L'aumento è particolarmente forte nei settori della salute (+10%) e dell'economia e dei servizi (+6%). Luciana Vaccaro, nuova rettrice in carica dal 1° ottobre, dedicherà i primi tre mesi d'attività all'organizzazione del nuovo rettorato che entrerà in funzione nel 2014.
Comunicato stampa

25.09.2013

Esami uniformi per i licei della Svizzera nordoccidentale

Almeno ogni tre anni, tutti i licei della Svizzera Nordoccidentale (Cantoni AG, BL, BS e SO) terranno medesimi esami per le singole materie. La commissione intergovernativa ha fissato le linee guida del principio che ha gli obiettivi di rafforzare lo sviluppo dell'insegnamento a livello di medio superiore (in quei Cantoni, "Mittelschulen") e di permettere l'accesso senza esami alle università.
Comunicato stampa

25.09.2013

LU: privatizzazione parziale nella legge sui sussidi alla formazione

Il 1° aprile 2014, entrerà in vigore nel Canton Lucerna la nuova Legge sui sussidi alla formazione (Stipendiengesetz). Essa prevede tra l'altro la possibilità di ricorrere a prestiti da privati. Il Cantone collaborerà a tal proposito con l'associazione studienaktie.org. La nuova legge stabilisce pure la necessità di collegare i sussidi alla formazione all'orientamento di carriera. In questo modo sarà garantito che l'erogazione di un sussidio avverrà in base a un obiettivo formativo.

Orientamento

25.09.2013

Piano di studi 21 in consultazione

Le direttrici e i direttori dell’educazione pubblica dei 21 Cantoni della Svizzera tedesca hanno posto in consultazione il Lehrplan 21. Principali destinatari della consultazione sono i Cantoni e le organizzazioni la cui attività ha a che fare con la scuola pubblica. La consultazione del progetto, che tocca tra l'altro anche il settore dell'orientamento professionale, si protrarrà fino alla fine del 2013.

25.09.2013

FNS: le lezioni private servono a poco

Più o meno un sesto degli allievi svizzero tedeschi frequentano lezioni private di sostegno allo studio. La matematica ne è la materia più direttamente interessata. Contrariamente all'opinione di coloro che beneficiano delle lezioni private, gli effetti delle lezioni sulle note sono relativamente scarsi. A questa constatazione è giunto il recente studio del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica FNS.
Comunicato stampa (francese)

25.09.2013

Giovani ben informati sul mondo del lavoro

"Economia e amministrazione" è nuovamente il settore preferito dagli scolari svizzeri. Questo è quanto risulta dall’inchiesta di quest’anno effettuata da Multicheck SA  in collaborazione con l’istituto di ricerca gfs-zürich. Per l’inchiesta sono stati intervistati 12'000 giovani tra i 13 e i 17 anni. Lo stage d’orientamento e d’osservazione è il fattore che aiuta maggiormente a definire la scelta professionale.  
Comunicato stampa (tedesco)

25.09.2013

UNIA: conferito il "premio della vergogna" alla Multicheck SA

Molti giovani alla ricerca di un posto di tirocinio affrontano un test attitudinale presso Multicheck SA su richiesta delle imprese. La società Multicheck, in tal modo ci guadagna molto, benché il test non risponda alle norme scientifiche. È per questo che la gioventù di Unia ha consegnato questa mattina un "premio della vergogna" sotto forma di zerbino alla società Multicheck SA di Berna. Il cosiddetto "Apprentice Simply Ignored-Award" sarà conferito ogni anno.
Comunicato stampa

25.09.2013

BE: coaching di studenti a livello di medio superiore

Il progetto tedesco di mentoring "Rock your life!" sarà importato in Svizzera. A Berna è stata infatti fondata la prima associazione locale. Il progetto bernese ha l'obiettivo di guidare 20 coppie di coaching. Studentesse e studenti frequentano un corso relativo al progetto e accompagnano una o un giovane nella sua ricerca di un posto di lavoro. Il progetto gode del finanziamento di privati.

25.09.2013

GE: "Cap Formations", un nuovo dispositivo per i giovani in difficoltà

Inaugurato il 16 settembre, "Cap Formations" accoglie giovani dai 15 ai 25 anni senza titolo a livello secondario II che hanno sciolto il contratto di tirocinio. Con questo sportello unico, l'Ufficio cantonale del lavoro e l'Ufficio per l'orientamento, la formazione professionale e continua di Ginevra rafforzano la loro collaborazione. Questo dispositivo interistituzionale aiuta i giovani senza formazione professionale di base a ottenere una qualifica professionale, attraverso l'analisi del loro percorso formativo e proposte di misure di sostegno adeguate e garantite nel tempo. Il dispositivo risponde anche ai requisiti previsti dalla nuova costituzione che introduce l'obbligo di formarsi fino a 18 anni.
Ulteriori informazioni

Mercato del lavoro

25.09.2013

Un occupato su due cambia posto di lavoro

L’anno scorso il passaggio da un'azienda a un'altra ha toccato il 50% degli occupati. La quota di cambiamento media mondiale si attesta al 47%, leggermente inferiore a quella registrata nel nostro paese. Solo nove altri stati conoscono un mercato del lavoro più volatile di quello elvetico. Sono questi i dati contenuti nello studio di Kelly Services. Tra i principali motivi di questi cambiamenti sono il migliore Work-Life-Balance, le attività più interessanti e le opportunità di sviluppo personale.
Articolo della NZZ

25.09.2013

Troppo personale negli ospedali svizzeri

Benché i costi ospedalieri siano calati con l'introduzione dei contributi forfettari, gli ospedali svizzeri devono migliorare la loro redditività. A questa valutazione giunge lo studio (tedesco) della ditta di consulenza PricewaterhouseCoopers. Gli elevati costi degli istituti ospedalieri svizzeri, valutati su scala europea, sarebbero spiegati in larga misura dall'impiego di molto più personale rispetto a quello di istituti di cura dei paesi limitrofi. Con un contenimento del 20 - 30% dell'effettivo, compensato da una maggiore efficienza, sarebbe possibile mantenere le medesime prestazioni e pari qualità.
Comunicato stampa (francese / tedesco)

25.09.2013

Stranieri attivi nella fondazione d'imprese

In Svizzera, quattro su dieci imprese sono fondate da stranieri. Se nel 2000, i fondatori d'imprese stranieri raggiungevano il tasso del 22%, nel corrente anno il loro numero è quasi raddoppiato (40%). Nel medesimo arco di tempo, il numero di stranieri residenti in Svizzera è passato dal 20 al 23%. Queste cifre, pubblicate dalla Berner Zeitung, sono rilevate dallo studio del servizio d'informazioni economiche Bisnode D&B.

Integrazione professionale

25.09.2013

L'iniziativa personale è più importante del sostegno degli URC

Si è constatato che le persone cadute in disoccupazione e alla ricerca di un nuovo impiego, cominciano ad essere più flessibili rispetto alle loro aspettative ed esigenze, a partire dal sesto mese di disoccupazione. I disoccupati danno maggior peso alle competenze dei consulenti degli URC, ma contemporaneamente essi danno anche più valore all'iniziativa personale. Su mandato della SECO, i ricercatori ginevrini Pierre Kempeneers e Tamea Wolf hanno studiato l'influsso della consulenza degli URC sulle aspettative e sull'atteggiamento delle persone alla ricerca di un impiego. Essi giungono alla conclusione che gli URC dovrebbero puntare maggiormente sulla funzione di accompagnamento e di motivazione dei disoccupati.
L'articolo su "La Vie économique"/"Die Volkswirtschaft"

25.09.2013

Reti sociali: un prezioso atout nella ricerca del lavoro

Quando il disoccupato, per la ricerca di un nuovo impiego, si rivolge a un’ampia rete sociale, l'acquisizione di un nuovo poto di lavoro è più rapida. Le persone di contatto che appartengono al medesimo gruppo professionale sono le più efficaci. Questo è quanto conferma la ricerca condotta da Rafael Lalive, Giuliano Bonoli e Daniel Oesch. Nel contributo pubblicato su "La Vie économique"/"Die Volkswirtschaft", i tre professori losannesi sostengono che il 31% dei disoccupati che hanno trovato un posto di lavoro nei primi 11 mesi, hanno potuto beneficiare delle loro reti sociali. Addirittura il 45% degli intervistati ammettono che il loro ultimo impiego era stato acquisito grazie alla loro rete di conoscenze. Lo studio è stato svolto all'inizio del 2012 nel Canton Vaud.

25.09.2013

Durata della disoccupazione e salario del nuovo impiego

C'è una relazione diretta tra la durata del periodo di disoccupazione e il livello salariale del nuovo impiego: quando il periodo senza lavoro non supera i tre mesi, non sono da prevedere diminuzioni di reddito tra l'impiego precedente e quello nuovo. Nel caso di un periodo di disoccupazione che va dai 4 ai 6 mesi, la perdita salariale è dell'1,8%, mentre sale al 5,4% quando la ricerca di un nuovo lavoro dura da 7 a 12 mesi. Il divario si accentua (-22%) quando la disoccupazione persiste da uno a due anni. Questi dati statistici sono l’essenza dello studio commissionato dalla SECO al servizio di ricerca Ecoplan.
L'articolo su "La Vie économique"/"Die Volkswirtschaft"

25.09.2013

Coop offre 70 posti di lavoro a persone disabili

In seguito a un'esperienza pilota di dieci anni in Vallese, Coop Svizzera romanda ha lanciato, in partenariato con fondazioni a favore delle persone portatrici di handicap, il progetto "Coop Intégration Handicap". Ognuno dei nove negozi partner accoglierà fino a otto disabili. La loro immersione nell'ambiente della succursale e nell'attività di produzione è garantita da capi reparto, scelti e formati come conduttori di laboratorio sociopedagogico. Questi ultimi operano direttamente con il personale per facilitare l'integrazione dei disabili. All'inizio del 2014, il numero di persone disabili impegnate raggiungerà quota 70 in tutta la Svizzera romanda.

25.09.2013

GE: successo del label "1+ per tutti"

In un anno, il label "1+ per tutti" è stato attribuito a 61 datori di lavoro ginevrini. Esso contraddistingue imprese che hanno assunto uno o più disoccupati a lungo termine o alla fine del diritto alla disoccupazione. Più di cento persone hanno così potuto staccare un contratto di durata indeterminata a pari competenze. Il label permette all'impresa di valorizzare il suo impegno a favore dell'occupazione ed affermare la sua responsabilità sociale.
Comunicato stampa

Varie

25.09.2013

Piattaforma sulla libera circolazione delle persone

La ricerca d'informazioni sul tema della libera circolazione delle persone Svizzera – UE, nelle pagine dell’amministrazione federale, è stata resa più facile grazie al nuovo portale internet. Il portale presenta una raccolta di link che dà accesso ai rispettivi dipartimenti, uffici, direzioni e segreterie di Stato.

25.09.2013

Pedagogia specializzata: compensazione degli svantaggi

L'edizione 9/2013 della rivista per la pedagogia specializzata tratta il tema della compensazione degli svantaggi proponendo i seguenti argomenti: la scuola inclusiva; dislessia – strumento di analisi e aiuti all'applicazione; accedere al liceo senza svantaggi; compensazione degli svantaggi durante gli esami per allievi affetti da autismo. La rivista rimanda  pure a contributi e script online del Congresso svizzero 2013 di pedagogia specializzata. Questo evento biennale è organizzato dal Centro svizzero di pedagogia specializzata.

25.09.2013

VD: mansionario per i docenti

Il Dipartimento della formazione, della gioventù e della cultura ha adottato i dieci cahiers des charges delle dieci funzioni d'insegnamento del sistema di formazione vodese. Questi mansionari, che sono stati esaminati e discussi da sindacati e associazioni, saranno trasmessi a ogni istituto e distribuiti ai 12'000 docenti del Canton Vaud. Ognuno riceverà la copia personale per la firma.
Comunicato stampa

25.09.2013

Studio dell'OCSE sulla formazione

Lo studio "Formazione in un colpo d'occhio" offre una panoramica sulle prestazioni del sistema formativo nei 34 paesi dell'OCSE e in una serie di paesi che non sono membri dell'OCSE. Lo studio spiega come è finanziato il sistema dell'educazione, indica i percorsi formativi più richiesti nei singoli stati e illustra come le dinamiche formative influenzano i diversi ambiti della società. I risultati principali sono presentati nel sito dell'OCSE (francese), riassunti pure nel sito tedesco.