Newsletter del 14.08.2013

Notizie di attualità del 14.08.2013

Formazione professionale di base

14.08.2013

Piattaforma online per la Documentazione per la formazione professionale di base

La piattaforma oml.formazioneprof.ch propone vari documenti in base ai quali le organizzazioni del mondo del lavoro (oml) possono allestire una "Documentazione per la formazione professionale di base" per le persone in formazione nel loro settore. La documentazione dell'apprendimento rappresenta il cuore della piattaforma. I documenti di riferimento e i modelli, gli esempi, i download e i link possono semplicemente essere riprese e adattati alle necessità settoriali, indipendentemente dal fatto se si sta creando una versione cartacea o online. La piattaforma del CSFO è stata sviluppata in collaborazione con la SEFRI e le oml. I vari testi sono stati approvati da un gruppo d'accompagnamento composto dai rappresentati dei partner della formazione professionale.

14.08.2013

Rapporto sulla compensazione degli svantaggi per persone con handicap nella formazione professonale

Il rapporto "Compensazione degli svantaggi per persone con handicap nella formazione professionale" rappresenta una base di lavoro per gli specialisti e gli uffici che si occupano dell'applicazione dei provvedimenti di compensazione durante la formazione e le procedure di qualificazione. Oltre a importanti informazioni generali, il rapporto comprende delle proposte su come compensare gli svantaggi di dieci tipi di handicap diversi. Con l'acquisto del rapporto pubblicato in un'edizione trilingue, si ottiene una licenza singola per l'uso della versione e-Book. Si tratta di un pdf accessibile per persone con handicap visivo.

14.08.2013
14.08.2013

Ordinanza emanata: montatore d'isolamenti

Il 15 giugno 2013 la SEFRI ha emanato l'ordinanza sulla formazione professionale di base di montatore d'isolamenti, essa entrerà in vigore il 1° gennaio 2014. Le disposizioni trattano la procedura di qualificazione; i certificati e i titoli saranno validi a partire dal 1° gennaio 2017. I documenti elettronici saranno reperibili nell'elenco delle professioni a partire dalle prossime settimane. Il piano di formazione sarà disponibile sul sito dell'associazione professionale isolsuisse.

14.08.2013

Studio sulla transizione scuola-mondo del lavoro

Lo studio "La transition de l'école au monde du travail: phénomènes de participation et de construction identitaire en formation professionnelle initiale dans une perspective interactionnelle et longitudinale" analizza il modo in cui i giovani vivono il periodo di transizione scuola-mondo del lavoro, durante la formazione professionale. Barbara Duc, nella sua tesi scritta all'univeristà di Ginevra, si concentra in particolare sui processi di apprendimento e della costruzione dell'identità dei giovani durante la formazione professionale. La tesi mira a identificare i fattori che aiutano o ostacolano i giovani in formazione.
Ulteriori informazioni

14.08.2013

BS: nuovo direttore delle scuole medie superiori e della formazione professionale

Dal 1° agosto 2014 Ulrich Maier riprenderà la direzione della nuova sezione Mittelschulen und Berufsbildung (scuole medie superiori e formazione professionale). Maier sarà alle dirette dipendenze del direttore del dipartimento; nelle sue competenze rientreranno il livello secondario II e il livello terziario B. Tra i suoi compiti vi sono anche la pianificazione della formazione e la preparazione politica del livello secondario II, l'orientamento professionale, la promozione dei posti di formazione, la vigilanza e le offerte transitorie. Dal 2006 Ulrich Maier (49) è direttore del liceo di Muttenz, ora, nel corso dell'anno, riprenderà le funzioni di Christoph Marbach, che andrà in pensione fine anno.

14.08.2013

NE: i tablet nella formazione dei futuri cuochi

L'uso delle nuove tecnologie figura anche nella formazione dei futuri cuochi che conseguono la formazione presso l'"Ecole des arts et métiers du Centre professionnel du Littoral" a Neuchâtel.  A partire dall'anno scolastico 2013/14 le persone in formazione potranno infatti scaricare alcuni contenuti della formazione sui tablet.  
Descrizione del progetto

14.08.2013

SG/AR/AI: rete di aziende formatrici

La rete di aziende formatrici che comprende i Cantoni San Gallo e i due Semicantoni di Appenzello è la rete più grande della regione, essa crea e mantiene dei posti di formazione per gli impiegati di commercio. Al momento la rete comprende 20 aziende formatrici; a giugno hanno ottenuto il titolo di formazione sette persone in formazione, e altre ette iniziano la formazione uest'estate.  
Ulteriori informazioni

14.08.2013

ZG: formazione professionale in inglese

Il Canton Zugo, sede di mole imprese internazionali, ha introdotto un ciclo di formazione professionale in inglese. Per far sì che le aziende in futuro possano formare i propri lavoratori senza dover reclutare persone provenienti da scuole universitarie o dall'estero si vuole creare un ciclo di formazione professionale in cui l'inglese sia la maggiore lingua di lavoro e scolastica. Le aziende attive a livello mondiale in questo modo potrebbero occupare una maggiore fetta di collaboratori provenienti dal sistema svizzero della formazione di base e continua. Visto che l'esperienza di Zugo potrà essere un punto di riferimento e portare a risultati interessanti anche per altri Cantoni, il progetto è sostenuto dalla SEFRI.
Comunicato stampa

14.08.2013

Germania: formazioni professionali di base nuove e rimodernizzate

A partire dal 1° d'agosto 2013 sono entrate in vigore due nuove ordinanze (la denominazione delle professioni è stata mantenuta in lingua originale visto che la traduzione non potrebbe essere che approssimativa): Fachkraft für Metalltechnik e Stanz- und Umformmechaniker/-in. Inoltre 11 ordinanze sono state completamente rimodernizzate: Fertigungsmechaniker/-in; Fluggerätelektroniker/-in; Fluggerätmechaniker/-in; Kfz-Mechatroniker/-in; Klempner/-in; Mediengestalter/-in Digital und Print; Milchwirtschaftliche/-r Laborant/-in; Orthopädietechnik-Mechaniker/-in; Pflanzentechnologe/-in; Weintechnologe/-in; Werkstoffprüfer/-in.
Con l’inizio del nuovo anno di formazione il numero delle professioni da imparare è calato da 345 a 331 a causa della riorganizzazione dei vari settori.
Comunicato stampa

Formazione professionale superiore e continua

14.08.2013

Ottenimento retroattivo del titolo SUP (OTR)

La SEFRI sta elaborando un disegno per la regolamentazione dell'ottenimento retroattivo del titolo di scuola universitaria professionale (OTR) nelle cure infermieristiche. Il disegno si orienta alla comparabilità delle competenze. La regolamentazione dell'ORT può essere giustificata nel caso del personale di cura che dopo aver conseguito un titolo del sistema precedente ha acquisito ulteriori competenze a livello delle scuole specializzate superiori, paragonabili a quelle di un diploma bachelor SUP. L'indagine conoscitiva si aprirà nel mese di agosto 2013.

14.08.2013

Microcensimento formazione e formazione continua

Gran parte degli svizzeri sono soddisfatti delle proprie opportunità di formazione continua. Infatti il 63% dei lavoratori tra i 25 e i 64 anni hanno potuto seguire la formazione continua desiderata o non intendevano seguirne. Nei casi che la richiesta di formazione continua non è stata accordata, spesso si tratta di persone che non hanno alcuna formazione postobbligatoria. Questi e altri risultati si trovano nella nuova pubblicazione dell'Ufficio federale di Statistica Mikrozensus Aus- und Weiterbildung.

14.08.2013

Regolamenti in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno sottoposto alla SEFRI i disegni dei  regolamenti concernenti: l' esame di professione di tecnico di scavo archeologico con attestato federale e l'esame professionale superiore di ICT-Manager diplomato.
Foglio federale del 2 luglio e del 16 luglio 2013

Formazione generale e scuole universitarie

14.08.2013

Abilità di studio dei titolari di una maturità professionale

Sul sito della Conferenza svizzera degli uffici della formazione professionale, sono stati presentati i primi risultati del progetto "Valutazione delle abilità di studio dei diplomati con maturità professionale presso le scuole universitarie professionali". Nella prima parte del progetto sono stati valutati gli ultimi 10 anni, seguendo, tra l'altro, lo sviluppo della maturità professionale nei vari indirizzi e nei vari tipi (parallela alla formazione, dopo la formazione di base) e nei vari Cantoni. Inoltre, è stato analizzato l'andamento degli studi presso le scuole universitarie degli studenti che si sono iscritti nel 2005 (tasso di successo e di interruzione degli stuti). In vista del rilevamento dell'anno 2012, nella terza parte del progetto, sono stati intervistati i responsabili dei cicli di studio bachelor per ottenere una valutazione esterna relativa all'abilità di studio dei titolari di una maturità professionale.

14.08.2013

Le alternative agli studi in medicina

Chi non viene ammesso agli studi in medicina potrebbe forse essere interessato ad altri lavori nel settore sanitario? Questa è la questione analizzata dall’alta scuola di scienze applicate zurighese ZHAW su mandato dell’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP. Dall’intervista di 1400 candidati agli studi in medicina emerge che solo il 41% percento dei candidati conosce l’offerta di formazione SUP nel settore sanitario e che il 18% avrebbe desiderato avere altre informazioni in merito.

14.08.2013

Collaborazione internazionale: formazione e mercato del lavoro

Il Centro dell’informazione, della consulenza e della formazione per le professioni nella collaborazione internazionale "cinfo" ha pubblicato un articolo sull’aiuto umanitario (francese/tedesco). L’articolo descrive in breve le attività concrete e i requisiti richiesti dai collaboratori internazionali e comprende un’elenco di cicli di formazione importanti. Un rapporto (francese/tedesco) più approfondito informa sulla situazione del mercato del lavoro nel campo della collaborazione internazionale.

14.08.2013

Nuove pubblicazioni dell'Ufficio federale di statistica

L’UST ha pubblicato i seguenti documenti: Maturità e passaggio alle scuole universitarie 2012 (francese/tedesco); Dalla scuola universitaria alla vita lavorativa (tedesco), primi risultati dei diplomati 2011; Diplomati delle scuole universitarie sul mercato del lavoro (tedesco), primi risultati dei diplomati 2011. I tre rapporti possono essere scaricati gratuitamente.

14.08.2013

BE: nuova cattedra con finanziamento esterno

L’Università di Berna ha creato una cattedra per "Staat und Markt" (Stato e mercato). La BKW SA, l’assicurazione edile Berna (GVB), la FFS SA e la Securitas SA finanzieranno la cattedra, inserita nel Public Management dell’Università di Berna, per i prossimi quattro anni. Il comunicato dichiara che la cattedra mantiene la propria indipendenza e che è stata garantita la libertà didattica, di ricerca e di pubblicazione con un contratto stipulato con le varie parti.

14.08.2013

GE: la maturità liceale delle scuole private sarà presto riconosciuta

Le scuole private ginevrine, in futuro potranno richiedere il riconoscimento cantonale e federale dei titoli di maturità da loro rilasciati. Per facilitare il riconoscimento è stato creato un progetto di formazione per gli insegnanti di quelle scuole che desiderano adempire i requisiti richiesti. Tale offerta è il risultato di una collaborazione del Dipartimento della formazione, la cultura e lo sport e l'Istituto universitario per la formazione degli insegnanti e dell'Associazione delle scuole private di Ginevra.
Comunicato stampa

Orientamento

14.08.2013

Novità sulla banca dati eDoc

La banca dati eDoc raccoglie informazioni sulla formazione provenienti da varie fonti e permette di accedere rapidamente a informazioni aggiornate. Oltre alle informazioni sulla formazione professionale di base, gli esami di professione e gli esami professionali superiori da subito vi si troveranno anche informazioni sulle scuole specializzate superiori e le scuole universitarie professionali. "eDoc" è coordinata dal CSFO e durante la fase di allestimento è accessibile solo ai professionisti degli uffici cantonali di orientamento professionale, universitario e di carriera.

14.08.2013

Festival della formazione, con il nuovo "bus del consiglio"

Il festival della formazione ha l’obiettivo di motivare le persone di qualsiasi età e di qualsiasi provenienza a intraprendere una formazione. Quest’anno, per la prima volta, nel quadro delle manifestazioni il "bus del consiglio" andrà da regione a regione. Gli orientatori e i coach locali saranno si troveranno all’interno del bus dove offriranno brevi consulenze e risponderanno alle domande relative alla formazione continua. Il festival della formazione si terrà il 20-21 settembre 2013. Quest’anno è il suo decimo aniversario. Il coordinamento nazionale del festival è in mano alla Federazione svizzera per la formazione continua FSEA.

14.08.2013

BE: la transizione I ha funzionato quasi per tutti

Il 1° giugno, il 94,5% degli allievi che hanno terminato le scuole dell’obbligo avevano già trovato una formazione postobligatoria (formazione professionale di base, scuola media superiore o soluzione transitoria). Questo è quanto emerge da un’inchiesta dell’ufficio cantonale dell’orientamento professionale e di carriera delle scuole germanofone. Lo sviluppo positivo degli ultimi anni continua dunque il suo corso. Vista la situazione favorevole sul mercato dei posti di formazione, nei prossimi anni si vuole continuare a promuovere il passaggio diretto dalla scuola alla formazione professionale di base o a una scuola media superiore.
Comunicato stampa

14.08.2013

JU: percorso dei diplomi giurassiani

La maggior parte dei titolari di un diploma universitario o universitario professioanle risiede in zona urbana. Molti dei titolari tornano al Cantone d'origine, una volta finiti gli studi. Il 40% dei giurassiani che hanno conseguito un titolo universitario e il 51% di coloro che hanno conseguito un titolo universitario professionale tra il 2000 e il 2010, vivono nel Canton Giura. Secondo un'inchiesta di Patrick Rérat (Università di Neuchâtel), il motivo per cambiare domicilio si basa soprattutto sulle possibilità professionali, sui legami sociali e le condizioni di vita; le questioni finanziarie non hanno un ruolo importante. "Après le diplôme. Les parcours migratoires au sortir des hautes écoles" è stato pubblicato da "Edition Alphil".

14.08.2013

SG: introduce il certificato finale alla fine delle scuole dell'obbligo

A partire dall’estate 2015 gli allievi del Canton San Gallo, alla fine delle scuole dell’obbligo otterranno un certificato finale. Questo certificato sarà un supplemento al libretto scolastico che attesta il rispetto dell’obbligo scolastico. Il libretto e il certificato, insieme al profilo delle prestazioni stabilito dal dispositivo di valutazione "Stellwerk" e alla documentazione di un progetto individuale, andranno a costituire un portfolio finale. In questo modo si vuole favorire la transizione I.
Comunicato stampa

Mercato del lavoro

14.08.2013

Aumento della disoccupazione

In luglio i disoccupati erano 128'516, ovvero lo 0,1% in più rispetto al mese precedente. Rispetto a luglio 2012 l'aumento è di 12'222 unità, ovvero più 10,5%. Il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 3%, rispetto al 2,7% dell'anno precedente. La disoccupazione ha conosciuto uno sviluppo diverso da Cantone a Cantone. Nei Cantoni di San Gallo, Sciaffusa e Giura è aumentata dello 0,2% rispetto a giugno 2013, mentre nel Canton Grigioni e nel Vallese è diminuita della stessa percentuale. Il Canton Ginevra (5,4%) e il Canton Neuchâtel (5,1%) registrano il tasso maggiore. La SECO nel comunicato stampa dichiara che per il 2013 si prevede una media del 3,3%.

14.08.2013

KOF: le aziende impiegano meno personale

Il terzo trimestre del 2013 ha visto un leggero calo del mercato del lavoro rispetto al trimestre precedente. Secondo l'indicatore KOF del politecnico di Zurigo, molte aziende non prevedono più un aumento degli impiegati. Nell'industria, nei trasporti, nelle banche e nella ristorazione si parla addirittura di una diminuzione. D'altro canto le assicurazioni, il commercio al dettaglio e alcuni ambiti dei servizi potrebbero assumere ulteriori lavoratori. Nel settore edile, il numero degli impiegati è stagnante a un livello piuttosto alto.

14.08.2013

Leggero miglioramento dei salari dei CCL

Secondo le ultime rilevazioni dell’Ufficio federale di statistica, le parti sociali firmatarie dei principali contratti collettivi di lavoro (CCL) hanno concordato per il 2013 un aumento nominale dei salari effettivi dello 0,7%, di cui lo 0,3% a titolo collettivo e lo 0,4% a titolo individuale. I salari minimi sono aumentati dello 0,6%. Le trattative salariali hanno interessato quasi un milione di persone. I salari effettivi sono aumentati dello 0,3% nel settore secondario e dell’1% nel terziario. Le sezioni economiche nelle quali si osservano gli adeguamenti più elevati sono: Attività amministrative e di servizi di supporto (+1,7%) e Sanità e assistenza sociale (+1,2%).
Comunicato stampa

14.08.2013

RIFOS: più persone attive in Svizzera

Il numero delle persone attive in Svizzera, nel 2012 è salito dell’1,1% raggiungento i 4,815 milioni di unità. Il numero delle donne attive è aumentato dell’ 1,4%, il numero degli uomini, dello 0,9%. Il numero dei lavoratori stranieri ha visto un maggiore aumento (3,2%) rispetto a quello dei lavoratori svizzeri (0,3%). Il rilievo sulle forze di lavoro in Svizzera (RIFOS) dimostra, inoltre, che nello stesso periodo il numero di persone attive nell’Unione europea è diminuito dello 0,4%.

14.08.2013

La registrazione del tempo di lavoro non ha ottenuto il consenso

Il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) ha rinunciato a sottoporre al Consiglio federale nella sua forma attuale il progetto sulla registrazione del tempo di lavoro posto in consultazione a fine 2012. Ci si aspetta espressamente che l'obbligo di registrazione e di documentazione per i dipendenti in posizioni dirigenziali e le persone con un più ampio grado di autonomia in particolari funzioni sia reso più flessibile. Ma riguardo alle modalità, i partner sociali non hanno trovato un’intesa. Si critica in particolare che fissando un unico limite salariale, non si tiene conto dele forti differenze delle strutture salariali dei settori enonomici.
Comunicato stampa

14.08.2013

OCSE: la disoccupazione resta alta

Nei paesi dell’OCSE la disoccupazione manterrà un tasso alto anche nel 2014. Soprattutto per i giovani e le persone poco qualificate continuerà ad essere difficile trovare un'impiego. Attualmente si prevede che alla fine dell’anno prossimo nei 34 paesi dell’OCSE vi saranno 48 milioni di disoccupati, 16 milioni in più rispetto al periodo precedente alla crisi economica. All’interno di questi paesi si rilevano però sensibili differenze: mentre in Germania si prevede che il tasso di disoccupazione scenderà al 4,7%, nel resto dell’Europa il tasso resterà uguale o tenderà ad aumentare.
Comunicato stampa

Integrazione professionale

14.08.2013

Nessuna legge quadro sull'aiuto sociale

A giugno, il Consiglio degli Stati ha rifiutato la mozione "Legge quadro sull’aiuto sociale" con 27 voti contrari e 12 favorevoli, mentre il settembre scorso il Consiglio nazionale l’aveva approvata con 107 voti favorevoli e 53 contrari. La mozione ha riscontrato simpatia, ma nessun consenso, ha dichiarato Alain Berset di fronte al Consiglio degli Stati. La Conferenza svizzera delle istituzioni dell’azione sociale (COSAS) deplora la decisione presa, visto che in questo modo si rimanda la creazione di una base legale per l’armonizzazione dell’aiuto sociale a livello nazionale.

14.08.2013

Le prestazioni sociali sono aumentate anche nel 2011

Le prestazioni sociali legate al bisogno, secondo un comunicato stampa dell’UST, nel 2011 sono aumentate del 5,9% raggiungendo la somma di 12,3 miliardi di franchi. L’anno precedente l’aumento comportava ancora l’8,1%. Il 70% è riconducibile alla riduzione dei premi delle casse malati e alle prestazioni complementari dell’AVS e dell’AI. Hanno inoltre continuato ad aumentare le spese per l’aiuto sociale.

14.08.2013

Ottimizzare l'integrazione degli immigrati

Secondo uno studio dell’OCSE aggiornato recentemente, l’integrazione degli stranieri in Svizzera funziona bene. Vi è comunque del potenziale di miglioramento nell’integrazione dei giovani arrivati grazie al ricongiungimento familiare, nel caso di donne poco qualificate e delle persone accolte per motivi umanitari. Questo è quanto emerge da un articolo di Adrian Gerber, capo Divisione dell’integrazione dell’Ufficio federale della migrazione pubblicato nell’ultimo numero di La vie économique/Die Volkswirtschaft. Gerber segnala che il Consiglio federale e i governi cantonali vogliono affrontare le carenze in modo coordinato per promuovere e richiedere l’integrazione in modo più distintivo.

14.08.2013

SUVA: progetto pilota per disoccupati vittime d'infortunio

I disoccupati, dopo aver subito un infortunio, hanno un periodo d’incapacità lavorativa che supera di una volta e mezza quella di chi lavora. In collaborazione con la Segreteria di Stato dell’economia, la SUVA ha lanciato il progetto pilota AID (assicurazione infortuni per disoccupati), che mira a un reinserimento più rapido nel mondo del lavoro. Nel comunicato stampa la SUVA dichiara che non è stato possibile abbassare sensibilmente le indennità giornaliere per i disoccupati infortunati, ha però riscontrato un maggiore successo la misura relativa all’attività fisica. Inoltre i collaboratori degli URC hanno potuto essere sensibilizzati alle problematiche specifiche di questi candidati.

14.08.2013

FR: lotta contro la disoccupazione di lunga durata

Nel Canton Friborgo, una persona su dieci in cerca d’impiego finisce a carico dell'assistenza sociale. La commissione incaricata di analizzare le prospettive della politica in relazione alla disoccupazione di lunga durata propone nuove linee direttive strategiche per affrontare questa tendenza inquietante. La commissione mette al centro la prevenzione, il riconoscimento tempestivo, lo sviluppo di misure atte a promuovere l'iniziativa, l'accompagnamento dei più deboli e soluzioni alternative per l'integrazione professionale, come poli di integrazione e il sostegno dell'occupazione di persone poco qualificate.

Varie

14.08.2013

Qualifiche professionali: nuova procedura di dichiarazione per chi proviene dall'UE/AELS

Il Consiglio federale ha messo in vigore a partire dal 1° settembre 2013, la nuova procedura per la dichiarazione e la verifica delle qualifiche professionali per chi presta servizi e proviene dall'UE/AELS. La nuova procedura di dichiarazione rende possibile il  controllo più rapido ed efficiente delle qualifiche professionali dei cittadini UE/AELS che prestano i propri servizi in Svizzera come lavoratori indipendenti per un periodo massimo di 90 giorni per anno civile. L'esercizio di un'attività di servizio dei cittadini svizzeri sul mercato UE/AELS sarà a sua volta semplificato.