Newsletter del 26.06.2013

Notizie di attualità del 26.06.2013

Formazione professionale di base

26.06.2013

Barometro dei posti di tirocinio aprile 2013

La situazione sul mercato dei posti di tirocinio ad aprile 2013 si è presentata perlopiù stabile. Questo è quanto emerge dalle stime del barometro dei posti di tirocinio creato su mandato della SEFRI. Il 15 aprile 2013, giorno di riferimento, circa 78'000 giovani (2012: 80'500) erano interessati a un posto di tirocinio. Le aziende interpellate dichiaravano un’offerta di 81'500 posti di tirocinio (2012: 80'000). I risultati dell’indagine segnalano che quest’anno i posti di tirocinio vengono assegnati un po’ più tardi rispetto all’anno scorso.

26.06.2013

Newsletter QUALITÀ della SEFRI: formazione degli specialisti

La formazione degli specialisti nella formazione professionale è un fattore importante per la qualità della formazione professionale. Gli operatori della formazione e i loro utenti, nella decima edizione della Newsletter QUALITÀ, illustrano in quale misura la formazione dei formatori, dei periti d’esame e degli specialisti della formazione professionale influisca sullo sviluppo della qualità nella formazione professionale di base. Inoltre un articolo presenta i risultati di uno studio sulle ragioni per cui i professionisti intraprendono la via dell’insegnamento.

26.06.2013

Ordinanze: indagine conoscitiva

La SEFRI ha aperto l’indagine conoscitiva sulla revisione totale delle ordinanze sulle formazioni professionali di base e sui relativi piani di formazione di parrucchiere AFC e informatico AFC. Le indagini conoscitive si concluderanno il 30 agosto e il 4 settembre 2013. I documenti possono essere scaricati qui.

26.06.2013

Oml: nuova app per pittori e gessatori in formazione

Come una delle prime associazioni professionali l’Associazione svizzera imprenditori pittori e gessatori mette a disposizioni delle persone in formazione una app gratuita per facilitare l’apprendimento. L’app (tedesco) può essere scaricata dal sito dell’ASIPG e utilizzata con i comuni smartphone. L’app ha trasportato in formato digitale l’idea delle schedine domanda-risposta; le domande sono basate sul piano di formazione. Durante l’uso dell’app viene automaticamente misurato il progresso d’apprendimento e illustrato a quali domande è stata data una risposta corretta e dove bisogna ancora approfondire l’argomento. L’app dovrebbe aiutare anche a pianificare le lezioni scolastiche e i corsi interaziendali.
ASIPG-formazione professionale (tedesco)

26.06.2013

Oml: sondaggio sulle piattaforme digitali dell'apprendimento

La scuola professionale Richemont (settore panettiere-pasticcere-confettiere) per la prima volta ha effettuato un sondaggio presso gli allievi sull’utilizzo e la popolarità delle nuove piattaforme learndoc e e-study (francese/tedesco). I risultati dell’inchiesta rilevano che l’importanza professionale del computer è valutata piuttosto bassa dal 53% degli intervistati.

26.06.2013

BS: Selezione delle persone in formazione

L’edizione di giugno dell’opuscolo informativo dell’Ufficio cantonale della formazione professionale di Basilea-Città, tratta l’esempio del modello formativo di un’azienda, informazioni sul collocamento delle persone in formazione e il tema dei lavori pericolosi. Al centro della Basler Berufsbildungsinfo Nr. 30 vi è un articolo sulla selezione delle persone da formare scritto dalla direttrice della vigilanza. Questo tema è stato trattato anche da altri uffici cantonali, in particolare dal Canton Berna nella sua Lettre sur la formation professionelle, ma anche dai Cantoni Zurigo e Lucerna.

26.06.2013

ZH: disposizioni sull'assegnazione della professione alle scuole professionali

Il Consiglio dell’educazione ha rilasciato delle disposizioni concernenti l’assegnazione della professione alle scuole professionali. Le disposizioni relative alla valutazione di una decisione di assegnazione comprendono principi della politica formativa ed economica e criteri per la valutazione della qualità dell’insegnamento, della raggiungibilità della sede scolastica o dell’infrastruttura disponibile. Le scuole sono state coinvolte nella procedura decisionale. La caratteristica fondamentale di un centro di competenza professionale è la focalizzazione su un settore e il raggruppamento di settori o di professioni affini.

26.06.2013

Germania: formazione a tempo parziale per giovani genitori

Molti dei giovani senza formazione professionale accudiscono un bambino. Il 47% di tutte le giovani madri e il 31% di tutti i giovani padri tra i 16 e i 24 anni non hanno conseguito nessuna formazione. Con una formazione a tempo parziale sarebbe possibile conciliare la famiglia e la formazione. Nonostante questo tipo di formazione sia stabilito dalla legge, esso resta praticamente sconosciuto. Nel quadro del programma Jobstarter del ministero per la formazione e la ricerca, ora s’intende migliorare l’informazione, la consulenza e facilitare l’accesso. A questo si accosta un trend positivo nella quota dei titoli conseguiti nella formazione professionale, come dimostra un’analisi svolta dall’istituto tedesco per la formazione professionale.

Formazione professionale superiore e continua

26.06.2013

Regolamenti in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato alla SEFRI i disegni seguenti:
- modifica del regolamento concernente l’esame di professione di capo progetto pittura con attestato professionale federale ramo decorazione e creazione;
- regolamento concernente l’esame professionale superiore di analista finanziario e amministratore di patrimoni diplomato;
- regolamento concernente l’esame professionale superiore di esperto diplomato in finanza e investimenti;
- modifica di regolamento concernente l’esame professionale superiore di maestro pittore.
Foglio federale del 25 giugno 2013

26.06.2013

Buone prospettive per le nuove leve del settore automobilistico

Dal 15 al 16 giugno 2013, in occasione di un’incontro che ha avuto luogo nel Giura bernese, 500 persone in formazione presso le officine meccaniche svizzere hanno avuto la possibilità di farsi un’idea del loro futuro professionale. Durante il "FutureDay" l’Unione professionale svizzera dell’automobile ha presentato loro le possibilità di formazione continua del settore (attestati e diplomi federali) e i cicli di studio in tecnica automobilistica presso la scuola universitaria professionale bernese.
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)

Formazione generale e scuole universitarie

26.06.2013

Philippe Gnaegi nuovo presidente del Consiglio dello IUFFP

Il Consiglio federale ha nominato Philippe Gnaegi alla carica di presidente del Consiglio dell’Istituto universitario federale per la formazione professionale (IUFFP). Gnaegi subentra a Ruth Gisi che lascia il posto a fine giugno 2013. Dal 2009 al 2013 Philippe Gnaegi ha ricoperto la carica di consigliere di Stato e di direttore del Dipartimento dell'istruzione, della cultura e dello sport del Canton Neuchâtel. È stato insegnante alla scuola di commercio, alla scuola universitaria professionale e nelle università di Neuchâtel e di Friburgo; dal 2001 al 2009 ha diretto il Lycée Jean Piaget/École de Commerce di Neuchâtel. Philippe Gnaegi assumerà la nuova funzione di presidente del Consiglio dello IUFFP a metà agosto 2013.
Comunicato stampa

26.06.2013
26.06.2013
26.06.2013

GE: l'alta scuola della gestione si allarga

La prima pietra del nuovo edificio della "Haute école de gestion (HEG)" di Ginevra è stata posata. L’edificio, che sarà inaugurato nell’autunno 2015, permetterà di accogliere 1200 studenti e offrirà alla scuola universitaria la possibilità di rispondere alle nuove missioni di ricerca applicata e di sviluppo, di perfezionamento professionale e di servizio. Con gli effettivi in costante crescita, la HEG oggi accoglie più di 1000 studenti in formazione di base e 450 persone in formazione continua. La sede della scuola dovrebbe inoltre diventare uno dei poli d’eccellenza della collaborazione tra la "Haute école spécialisée de Suisse occidentale-Genève" e l’Università di Ginevra.  
Comunicato stampa

Orientamento

26.06.2013

CSFO Edizioni: disponibile il catalogo 13|14

È disponibile il catalogo 13|14 delle Edizioni CSFO. Anche quest’anno il catalogo presenta numerose novità e prodotti aggiornati. Tutti gli articoli, compreso il catalogo, sono disponibili nello shop del CSFO.
Sondaggio: ci interessa il suo parere! Per migliorare il catalogo le Edizioni CSFO hanno creato un questionario. Partecipate al nostro sondaggio e compilate il questionario elettronico!

26.06.2013

orientamento.ch: definiti design e guida dell'utente

I dettagli e la funzionalità dell’immagine del nuovo portale orientamento.ch sono definiti, così come la concezione grafica. Il concetto dei colori e l'integrazione di miOriento sono in corso di completamento. Una presentazione a beneficio della Conferenza svizzera delle direttrici e dei direttori dell'orientamento professionale, universitario e di carriera offre una panoramica sull'avanzamento dei lavori. Sono in particolare previste delle landing pages (pagine d'accoglienza) per gli otto principali gruppi target.

26.06.2013

Scelte professionali stabili nel 2012

Secondo la statistica 2012 dei contratti di tirocinio sottoscritti, la situazione è globalmente stabile. Per gli attestati federali di capacità, la classifica non è praticamente cambiata rispetto al 2011 e 2010, e le medesime professioni appaiono nella Top Ten. Quanto ai certificati di formazione pratica, la professione di addetto alle cure sociosanitarie CFP è passata dall'ottavo al secondo rango e quella di giardiniere CFP ha raggiunto il nono posto.
Formazione professionale di base AFC 2012
Formazione professionale di base CFP 012

26.06.2013

Giornata nazionale Nuovo Futuro

Il 14 novembre 2013, le ragazze e i ragazzi dal 5° al 7° anno scolastico potranno accompagnare i loro genitori al lavoro e scoprire mestieri e progetti di vita poco noti ampliando così le loro possibilità di scelta per il futuro. Molti progetti complementari offrono la possibilità alle ragazze di avvicinarsi ai rami dell’edilizia, della tecnica e dell'informatica, così come i ragazzi saranno confrontati con mestieri nell’ambito delle cure, della prima infanzia e dell'insegnamento.
Newsletter / Sito Nuovo Futuro

26.06.2013

ZG: "Rent a Boss" avvicina i giovani al mondo dell'economia

"Rent a Boss" è un progetto della Giovane camera economica e dell'Unione delle arti e mestieri del Canton Zugo, proposto alla scuola secondaria a partire dall'anno scolastico 2013-14. L'obiettivo è di fare conoscere ai giovani il mondo dell'economia. Un cosiddetto "boss" entra in classe e parla ai ragazzi del mondo del lavoro.
Ulteriori informazioni

26.06.2013

ZH: aggiornata l'agenda dell'orientamento

La ricerca di un posto di tirocinio e l'assunzione di persone in formazione devono cominciare durante il terzo anno del secondario. È questa la raccomandazione del Dipartimento dell'istruzione pubblica del Canton Zurigo e della Società zurighese per la gestione del personale. La ragione è data dalla constatazione che, da qualche anno, le aziende formatrici attribuiscono i posti di tirocinio troppo presto. Secondo i promotori dell’iniziativa, questo passo compromette una scelta professionale solida e rischia di comportare interruzioni nella formazione professionale.
Comunicato stampa

Mercato del lavoro

26.06.2013

Si apre la forbice dei redditi da lavoro

L’anno scorso i quadri dirigenti a tempo pieno in media hanno guadagnato 120'900 franchi, per quanto le donne abbiano ricevuto una media di 101'800 franchi e gli uomini 129'400. La differenza tra i salari menzionati e quelli dei lavoratori non qualificati è notevole. I lavoratori non qualificati, infatti, lavorando a tempo pieno hanno raggiunto un reddito medio di 58'500 franchi. Anche le professioni dei servizi e della vendita con i loro 61'100 franchi di media si ritrovano in fondo alla classifica. Questo è quanto emerge dai dati Reddito da lavoro 2012 pubblicati dall’UST.

26.06.2013

Bilancio positivo per la libera circolazione delle persone

L’amministrazione federale illustra un quadro positivo per quel che concerne le conseguenze della libera circolazione delle persone. L’accordo tra la Svizzera e l’UE ha agevolato le imprese svizzere nel reclutamento di personale specializzato nei paesi UE/AELS. Il mercato svizzero del lavoro ha dimostrato una buona capacità di assorbire questa forza di lavoro e gli effetti negativi sugli stipendi e del crowding out sono rimasti contenuti. Mentre negli ultimi due anni è aumentata l’immigrazione dai paesi del sud e dell’est europeo, l’immigrazione proveniente dalla Germania è fortemente diminuita. Secondo uno studio della SECO nel 2012 sono immigrate 73'000 persone più di quelle che nello stesso anno sono emigrate dal nostro paese. L’Unione sindacale svizzera chiede che vengano estesi i contratti collettivi di lavoro per prevenire un eventuale dumping salariale. La libera circolazione delle persone è inoltre il tema di questo mese della rivista "La Vie économique"/"Die Volkswirtschaft".

26.06.2013

Nuovo CCL per l'industria grafica e MEM

Il 1° luglio 2013 entrerà in vigore un nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL). La settimana lavorativa di 40 ore sarà mantenuta, tuttavia il datore di lavoro avrà la possibilità di aumentarla a 42 ore in accordo con il personale. Secondo l’Associazione svizzera per la comunicazione visiva (Viscom) i salari minimi sono aumentati di 200 franchi, portando a 3800 franchi i salari per il personale non qualificato e 4200 franchi per chi si ritrova al primo impiego dopo la formazione. Sempre il 1° luglio entrerà il vigore un nuovo contratto collettivo in cui rientrano 560 aziende dell’industria meccanica, elettronica e metallurgica, che, dopo 75 anni, per la prima volta prevede dei salari minimi per persone non qualificate che vanno dai 3300 ai 3850 franchi, a dipendenza della regione. Questo, secondo UNIA, rappresenta un grande successo, perché con il nuovo CCL, il più significativo della storia svizzera (grazie alla pressione dell’iniziativa sui salari minimi), i datori di lavoro organizzati sotto Swissmem hanno dovuto abbandonare l’opposizione ai salari minimi, concetto che, per il contesto politico che ha imposto una soluzione al problema salariale, è stato pure accettato dai rappresentanti dei lavoratori di Impiegati Svizzera, inizialmente contrari.

26.06.2013

Nove occupati su dieci sono pendolari

Due milioni di persone occupate nel 2011 raggiungevano il posto di lavoro con un mezzo di trasporto individuale e motorizzato, 1,1 milioni hanno fatto uso dei trasporti pubblici e 600'000 vi si recavano a piedi o in bici. L’UST ha censito in questo modo 3,7 milioni di pendolari, ovvero l’89% degli occupati. Mentre il tasso di pendolari è rimasto praticamente uguale al 2000, la durata del tragitto è però aumentata passando da una media di 23 minuti a una media di 30. Il tragitto di sola andata per un decimo dei pendolari supera la durata di un’ora.

26.06.2013

Le aziende preferite dei giovani

Nel 2012, Nestlé, Google, ABB, Novartis ma anche l’Amministrazione federale figurarono tra i datori di lavoro preferiti tra gli studenti e i giovani professionisti in Svizzera. I risultati dell’inchiesta svolta da Universum presso 2684 studenti e giovani professionisti, si basano su 7391 valutazioni di datori di lavoro. Se da un lato le banche perdono attrattività tra i giovani, dall’altro le imprese di consulenza in management e strategia sono sempre più quotate. In generale, secondo lo studio, le imprese pubbliche stanno guadagnando punti presso i lavoratori.

26.06.2013

Anno record per il ramo interinale

Mentre in Svizzera i servizi di collocamento sono riusciti a mettere sotto contratto quasi 300'000 persone (il +3,1% rispetto all'anno précédente), il volume di lavoro degli interinali è diminuito del 3,1%. Lo asserisce l'associazione Swissstaffing. A conti fatti, la massa salariale ha raggiunto 4,4 miliardi di franchi, cioè lo 0,9% in più rispetto al 2011. Il mercato svizzero di collocamento di impiegati a tempo parziale è uno dei più redditizi al mondo, poiché permette di collocare manodopera ben qualificata. Ne risultano così significativi margini di utile.

Integrazione professionale

26.06.2013

Lenti progressi nella parità dei sessi

La parità di diritti è iscritta nella Costituzione federale e include anche il diritto a un salario uguale per un lavoro di uguale valore. Eppure, le donne ogni mese, in media guadagnano 677 franchi in meno rispetto agli uomini. Il nuovo opuscolo "Verso la parità salariale" dell’Ufficio federale per l’uguaglianza fra donna e uomo illustra come la differenza nel settore privato stia pian piano diminuendo. Ma facendo i calcoli con un salario a tempo pieno, le donne guadagnerebbero ancora sensibilmente meno rispetto agli uomini.

26.06.2013

Risultati positivi per il servizio pubblico di collocamento

La durata media di riscossione delle indennità giornaliere è diminuita di 24 giorni rispetto al 2011, scendendo a un totale di 147 giorni. Inoltre gli URC hanno potuto registrare una leggera diminuzione dei disoccupati di lunga durata che dal 15% sono scesi al 14%. La diminuzione è stata più netta per il tasso delle persone che hanno esaurito il diritto all’indennità, sceso al 18,5% (rispetto al 21% del 2011). A fine 2012, i 129 URC occupavano 2622 unità di lavoro, il che corrisponde al 5% circa o a 142 unità in meno rispetto all’anno precedente.
Comunicato stampa

26.06.2013

Depressione e lavoro

Secondo un comunicato dell’Osservatorio svizzero della salute, il 16% degli Svizzeri hanno dichiarato di soffrire di sintomi depressivi. Le persone con depressioni lievi hanno più spesso problemi sul lavoro, guadagnano di meno e spesso soffrono di disturbi somatici. Il 60% si lamenta per mal di schiena e il 50% per disturbi del sonno. Il fatto che la depressione lieve spesso non viene curata comporta un alto costo sociale sotto forma di bassa produttività, di assenza dal lavoro e di ulteriori cure di depressioni gravi. Inoltre si nota che i trattamenti ambulatori e l’ospedalizzazione sono più brevi tra i pazienti depressi che hanno un lavoro, rispetto agli altri senza lavoro.

26.06.2013

Smacco per la revisione dell'AI

Il risanamento dell'assicurazione invalidità (AI) è fallito. Dopo due anni di dibattiti, il Consiglio nazionale ha definitivamente sepolto la revisione 6b. In particolare, il freno all'indebitamento, che voleva introdurre il Consiglio federale, ha costituito un ostacolo insormontabile per un'alleanza composta da UDC, PS e Verdi. Il meccanismo prevedeva che il Consiglio federale aumentasse il tasso di contributo, congelando l'adattamento delle entrate al rincaro in caso di calo dei mezzi dell’AI al di sotto di una soglia specifica.

26.06.2013

AD: gli alti redditi devono versare di più

È entrato in vigore il principio del percento di solidarietà che verrà prelevato sui redditi annuali superiori a 315'000 franchi per accelerare l'annullamento dei debiti dell'assicurazione contro la disoccupazione (AD). Dopo il Consiglio nazionale, il Consiglio degli Stati ha accettato una modifica di legge corrispondente. Il debito dell’AD raggiunge quasi 5 miliardi di franchi.

26.06.2013

Germania: più occupati grazie alle riforme Hartz

Le riforme Hartz hanno contribuito a ribaltare la situazione sul mercato del lavoro: le imprese propongono più impieghi, i disoccupati trovano più rapidamente un lavoro e un maggior numero di persone lavora e versando i contributi alla assicurazione sociale rispetto al passato. Il funzionamento del mercato del lavoro è migliorato: è quanto hanno rilevato i ricercatori dell'Istituto tedesco per la ricerca sul mercato del lavoro e le professioni (Institut für Arbeitsmarkt- und Berufsforschung) in un recente studio. Tuttavia, ci sono anche alcuni punti negativi, per esempio rispetto a salario e sicurezza del posto di lavoro.

Varie

26.06.2013

Jacques-André Maire nuovo presidente del gruppo parlamentare per la formazione professionale

Dopo dieci anni a capo del gruppo parlamentare per la formazione professionale, il Consigliere di Stato Peter Bieri ha ceduto la sua funziona di presidente al Consigliere nazionale Jacques-André Maire. Il Consigliere nazionale Peter Schilliger ricoprirà il compito di vicepresidente. I compiti di segreteria saranno rivestiti dal presidente centrale della BCH-FPS, Jörg Teusch. Il gruppo parlamentare, che al momento conta più di cento membri, continuerà il suo lavoro di promozione della formazione professionale in collaborazione con la SEFRI. Inoltre, ogni anno organizza quattro riunioni che permettono ai membri del Parlamento di tenersi aggiornati sulle evoluzioni in corso nella formazione professionale.

26.06.2013

Inventario delle formazioni cantonali

L’UFS ha pubblicato un inventario delle formazioni cantonali per l’anno 2012. Si tratta di una guida sulla ripartizione della spesa pubblica dell’educazione. La pubblicazione cita le formazioni pubbliche e private sovvenzionate in ogni singolo Cantone per garantire la comparabilità delle spese dell’educazione sia a livello nazionale che intercantonale. Questa pubblicazione (francese/tedesco) si occupa soprattutto delle spese concernenti la formazione professionale di base, superiore e la ricerca.

26.06.2013

Rivista specializzata per la pedagogia curativa: integrazione scolastica

L’attuale numero francese (N° 2/2013) della Revue suisse de pédagogie spécialisée porta il titolo "Réflexions sur l'intégration scolaire". Il dossier sviluppato da vari autori propone in particolare un articolo sulla formazione professionale di base biennale con certificato federale di formazione pratica (CFP) e una riflessione sui ragazzi con grandi potenziali. Anche l’edizione tedesca (N° 6/2013) parla di integrazione scolastica.

26.06.2013

Un portale per le domande alle autorità

Il portale ch.ch è stato completamente ripensato e rilanciato. ch.ch raccoglie le informazioni relative alle autorità federali, cantonali e comunali in modo innovativo e tenendo conto delle necessità della popolazione. Anche i temi della formazione, del lavoro e dell’orientamento sono trattati dettagliatamente.

26.06.2013

FR: 420'000 franchi di aiuto alla promozione del plurilinguismo

Per l’applicazione della Legge federale sulle lingue nazionali e la comprensione tra le comunità linguistiche, la Confederazione ogni anno accorda degli aiuti finanziari ai Cantoni plurilingui (Berna, Friborgo, Grigioni e Vallese) destinati a promuovere il plurilinguismo. Per il 2013, l’aiuto al Canton Friborgo aumenterà fino a raggiungere 420'000 franchi. La Confederazione ha tenuto conto di 21 dei 24 progetti depositati dal Cantone; il contributo federale permetterà in particolare di rinforzare il bilinguismo nel quadro dell’insegnamento secondario di livello II, nelle scuole universitarie professionali e all’Università di Friborgo.   
Comunicato stampa

26.06.2013

Germania: conferenza sull'integrazione dei disabili

Nel 2009, la Germania ha ratificato la convenzione delle Nazioni Unite relativa ai diritti dei disabili. Nel contempo, essa si è impegnata a garantire un sistema educativo integrativo a tutti i livelli. In questo contesto, la conferenza nazionale "Inklusion gestalten" si è tenuta il 17 e 18 giugno 2013. Più di 400 partecipanti nei campi delle scienze, della politica e della formazione hanno discusso sulla concezione della formazione professionale comune di persone disabili e non disabili, come pure dello sviluppo della formazione e del perfezionamento degli insegnanti.
Documentazione