Newsletter del 15.05.2013

Notizie di attualità del 15.05.2013

Formazione professionale di base

15.05.2013

Condizioni di formazione e soddisfazione nella formazione professionale di base

Nell’edizione di maggio di "Infos aus der Weiterbildung", pubblicato dall’Istituto universitario federale per la formazione professionale, si fa riferimento a uno studio concernente le pari opportunità dei giovani nel mercato dei posti di formazione. I risultati dimostrano che i giovani immigrati di sesso maschile valutano le loro condizioni di formazione aziendali, quanto ad autonomia, carico di lavoro e sostegno sociale, peggiori rispetto alle donne immigrate e ai giovani svizzeri. Questo si riflette anche sulla soddisfazione nella formazione. Le cause sono in parte riconducibili al collocamento molto diverso sul dei giovani mercato dei posti di formazione.

15.05.2013

Cantoni e radio al servizio della formazione professionale

Oggi, mercoledì 15 maggio 2013, 15 Cantoni e il Principato del Liechtenstein organizzano, in collaborazione con 25 stazioni radiofoniche private e regionali, la quinta giornata intercantonale dell’apprendistato. All’insegna del motto "Formazione professionale come opportunità", i Cantoni partecipanti vogliono sensibilizzare al tema della formazione professionale. I temi principali sono le possibilità offerte dalla maturità professionale, le professioni MINT e la carenza di personale specializzato nei vari settori. Quest’anno per la prima volta partecipa anche il Canton Ticino con Rete Tre che dedicherà l’intera giornata al fatto che non si finisce mai di imparare.

15.05.2013

Scomparso Peter Müller-Grieshaber

A inizio maggio è venuto a mancare Peter Müller-Grieshaber (1944-2013). Per molti anni redattore e autore di articoli per la newsletter bbaktuell (oggi Panorama.attualità) e il periodico Panorama, Müller-Grieshaber ha dedicato tutta la sua vita alla formazione professionale di base e alla formazione continua, sia in qualità di docente e direttore di scuola professionale sia come dipendente dell’Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia UFFT. Ha inoltre dato il suo contributo a innumerevoli progetti sulla formazione professionale condotti dalla DBK e la CSFP. Ricordiamo Peter Müller-Grieshaber con gratitudine.

15.05.2013

GE: rapporto sul 27esimo Forum Vision 3

Il rapporto sul 27esimo Forum Vision 3 è ora disponibile sottoforma di newsletter sulla pagina dedicata a Forum Vision 3 del sito web dell’Ufficio dell’orientamento, della formazione professionale e continua del Canton Ginevra (OFPC). Dedicato alla problematica dei giovani in difficoltà, il forum, tenutosi lo scorso 16 aprile a Ginevra, ha riunito oltre 220 persone.

Formazione professionale superiore e continua

15.05.2013

Regolamenti d’esame in consultazione

Le organizzazioni competenti hanno presentato alla Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione un disegno di modifica di regolamento concernente l’esame di professione di agente di polizia con attestato professionale federale.
Foglio federale del 7 maggio 2013

15.05.2013

Sovvenzionamento degli esami del livello terziario B

Le nuove direttive concernenti il sovvenzionamento degli esami di professione e gli esami professionali superiori entrano in vigore retroattivamente il 1° gennaio 2013. Le modifiche principali sono: copertura fino al 60% da parte della Confederazione per i costi d’esame, aumento al 40% del contributo alle riserve e versamento anticipato corrispondente al 50% delle sovvenzioni assegnate. Le nuove direttive sono disponibili sul sito web della SEFRI.

15.05.2013

Il disegno di legge federale sulla formazione continua trasmesso al Parlamento

Il Consiglio federale ha approvato il messaggio e il disegno di legge relativi alla formazione continua e li ha trasmessi al Parlamento per deliberazione. La legge attua il mandato costituzionale in materia di formazione continua, che colloca in seno allo spazio formativo svizzero e di cui fissa i principi. Essa mira a innalzare la qualità delle offerte di formazione continua e a rafforzare l’apprendimento permanente mediante norme che disciplinano e promuovono le competenze di base degli adulti.
Comunicato stampa

15.05.2013

FSEA: trasparenza nella formazione continua

Il dibattito sulla trasparenza nella giungla della formazione continua tiene banco da diversi anni, tenendo occupate le menti di partecipanti, operatori e politici. La Federazione svizzera per la formazione continua (FSEA) ha consacrato la sua giornata politica annuale a questo tema e alla comparabilità dei titoli di formazione continua. Sono all’incirca 80 gli attori che il 7 maggio scorso hanno partecipato a una manifestazione tenutasi il palazzo dei congressi di Bienne per seguire la presentazione delle diverse soluzioni e infine per discuterle.
Documentazione dell'assemblea (francese)

Formazione generale e scuole universitarie

15.05.2013

In rialzo il numero di studenti presso le scuole universitarie Svizzere

L’anno scorso le scuole universitarie svizzere hanno registrato un aumento del numero di studenti del 2,8% rispetto all’anno precedente. Presso le scuole universitarie professionali il numero degli studenti è aumentato del 6,3%. Nel semestre autunnale 2012/13 220'000 studenti erano immatricolati presso le scuole universitarie svizzere. Il 62% frequentava l’università, mentre il 38% una scuola universitaria professionale. Queste e altre cifre sono state pubblicate dall’UST (francese/tedesco).

15.05.2013

Una maturità per tutte le scuole universitarie

La Conferenza delle direttrici e dei direttori dei licei svizzeri vuole una maturità che continui ad aprire tutte le porte alle università e alle scuole politecniche. Inoltre, in occasione del centenario, ha pubblicato un libro che dimostra il nocciolo comune di tutte le regioni linguistiche e culturali, al cuore della formazione liceale, che riunisce tutti i membri della conferenza.
Comunicato stampa (francese/tedesco)

15.05.2013

Criticate le classifiche delle università

Le classifiche aumentano e la loro influenza crescente non riguarda solamente le università, ma anche la politica pubblica. L’Associazioni delle università europee (EUA) che rappresenta 850 scuole universitarie di 47 paesi, ha appena pubblicato il suo secondo rapporto, disponibile in inglese "Global university rankings and their impact II". Il rapporto descrive i metodi impiegati ed evidenzia la carenza di oggettività e alcuni effetti sgradevoli di queste classifiche.

15.05.2013

ZH: più trasparenza nel contratto di sponsoring all’università

L’UBS sostiene l’Università di Zurigo con 100 milioni di franchi per la creazione dell’"International Center of Economics in Society". Le parti contraenti però non hanno voluto esprimersi sui contenuti del contratto. L’accesso agli atti richiesto da parte di due testate (WOZ, Zeit) è stato negato. Ora la commissione di ricorso ha deciso che il contratto deve essere reso pubblico almeno in parte. Secondo NZZ.ch l’Università di Zurigo ha accettato la sentenza.

15.05.2013

Germania: progressi negli studi duali

Nel 2012 la banca dati dell’istituto tedesco per la formazione professionale ha rilevato 64'000 posti di studio per la prima formazione. Questo significa che il numero dei giovani adulti che iniziano gli studi frequentando la formazione sia in azienda che presso una scuola universitaria (professionale), rispettivamente presso una "Berufsakademie" è aumentato del 7,5%.
Comunicato stampa

Orientamento

15.05.2013

Formazione continua CSFO: aumentato il numero dei partecipanti

Nell’anno 2012 circa 1800 professionisti del campo dell’orientamento professionale, universitario e di carriera hanno approfittato dell’offerta di formazione continua del CSFO. Rispetto all’anno precedente sono aumentati sia i giorni di seminario per persona che il numero totale dei partecipanti. Questo è quanto si può leggere sul sito del CSFO.

15.05.2013

BE: le soluzioni transitorie più accessibili saranno potenziate

Il Canton Berna vuole aumentare le soluzioni transitorie più accessibili, rispettivamente vuole diminuire i requisiti necessari per alcune soluzioni transitorie già esistenti. Tali modifiche non comportano costi supplementari. Per poter finanziare un maggior numero di posti nelle soluzioni transitorie più accessibili saranno tagliati dei posti di nelle soluzioni transitorie con maggiori requisiti. Questo è uno dei risultati del progetto "Koordination Brückenangebote im Kanton Bern" (KoBra).

Mercato del lavoro

15.05.2013

Mercato del lavoro stabile

Lo sviluppo dell’occupazione in Svizzera nei prossimi mesi non dovrebbe subire mutamenti. Questo è quanto risulta dall’indicatore dell’occupazione dell’ufficio della ricerca congiunturale del politecnico di Zurigo KOF. Secondo il comunicato stampa (tedesco) la situazione beneficia dell’influenza positiva da parte di assicurazioni, imprese edili e altre aziende di servizio. Anche nel commercio al dettaglio la situazione è leggermente migliorata. L’indicatore dell’occupazione KOF si basa sui dati delle aziende relativi alla politica d’assunzione a breve termine. Questo indicatore permette quindi una stima tempestiva della situazione sul mercato del lavoro.

15.05.2013

Aumento salariale e del potere d'acquisto

Nell’ultimo anno il potere d’acquisto in Svizzera è aumentato dell’1,5%. Questo valore rileva un tasso d’inflazione in ribasso dello 0,7% e un aumento dei salari nominali dello 0,8%. Secondo un comunicato stampa dell’UST i salari sono aumentati in quasi tutti i settori. Tra il 2008 e il 2012 nel settore terziario si è rilevato un aumento del salario reale medio dell’1%, e nel settore secondario un rialzo medio dello 0,8%.

15.05.2013

Più trasparenza nei salari

Secondo l’economista losannese Samuel Bendahan, ogni dipendente dovrebbe conoscere il che salario viene pagato per ogni singola funzione all’interno dell’azienda.  La mancanza di trasparenza salariale secondo lui è uno dei fattori principali per la distribuzione molto diseguale dei salari. In un intervista con swissinfo.ch, Bendahan spiega che la rottura del tabù del salario costringerebbe i responsabili a rendere noti i criteri per i singoli salari. Secondo Bendahan sono soprattutto i quadri superiori ad approfittare della segretezza.

15.05.2013

Il Consiglio degli Stati vuole alzare i salari minimi

La Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati ha richiesto un rapporto al Consiglio federale relativo a come potrebbe essere migliorata la situazione dei lavoratori in Svizzera con  un salario molto basso. Con questa decisione la Commissione si oppone al governo che nel messaggio relativo all’iniziativa sui salari minimi aveva contestato i sindacati negando la necessità di agire. In Svizzera  430'000 persone occupate guadagnano meno di 4000 franchi al mese. Delle persone toccate da questa situazione 140'000 hanno conseguito una formazione professionale di base.
Comunicato stampa

15.05.2013

Aumentano le risorse per la lotta contro la discriminazione salariale

L’Ufficio federale per l’uguaglianza fra donna e uomo (UFU) a partire dalla fine del 2013 disporrà di maggiori risorse umane. In questo modo il Consiglio federale reagisce a diversi interventi parlamentari che criticano gli scarsi controlli relativi alla discriminazione salariale effettuati nel quadro degli acquisti pubblici. Oltre al potenziamento del personale saranno intensificati i lavori d’informazione e di formazione continua. Il comunicato stampa dell’UFU menziona la recente inchiesta dell’UST sulla struttura dei salari che per il 2010 dimostra un tasso di discriminazione salariale dell’8,7%, ovvero a un lucro cessante di 7,7 miliardi di franchi.

15.05.2013

L’immigrazione grava sull’assicurazione contro la disoccupazione

I cittadini UE che lavorano in Svizzera, con i loro contributi coprono circa l’80% della somma che viene versata ai cittadini UE in disoccupazione. Questo è quanto emerge, secondo un rapporto del quotidiano zurighese Tages-Anzeiger, dalle nuove statistiche tratte dalle cifre degli anni 2008 e 2009. Le differenze tra i vari paesi di provenienza sono però notevoli. Secondo il rapporto gli italiani finanzierebbero solo il 60% dei contributi versati ai loro connazionali e i portoghesi addirittura solo il 50%. Gli immigrati tedeschi invece coprono perfino il 150% dei contributi versati ai loro connazionali.

15.05.2013

Misure d’accompagnamento: controlli più mirati

Nel 2012 le commissioni tripartite e paritetiche hanno controllato le condizioni salariali e di lavoro di 152'000 persone presso 39'000 imprese, di cui 6'700 lavoratori indipendenti. Rispetto all’anno precedente i controlli sono aumentati dell’8%, e superano nettamente le esigenze poste dall’Ordinanza sui lavoratori distaccati. Circa a un terzo delle imprese sospettate di violazioni contro i salari minimi viene inflitta una pena convenzionale da parte della commissione. Nei settori senza CCL d’obbligatorietà generale le commissioni tripartite hanno riscontrato salari inferiori a quelli usuali presso l’11% delle imprese con lavoratori distaccati e presso il 10% delle imprese svizzere.
Comunicato stampa

Integrazione professionale

15.05.2013

OIL: oltre a 70 milioni di giovani disoccupati

Nell’anno corrente a livello mondiale i giovani disoccupati sono 73,4 milioni. Ciò corrisponde a un tasso di disoccupazione del 12,6% - quota simile a quella raggiunta durante il culmine della crisi economica mondiale nel 2008. La stima del Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) è addirittura superata dalla realtà. Nel comunicato stampa infatti l’OIL dichiara che molti giovani hanno ormai abbandonato la ricerca di lavoro. Il tasso di disoccupazione giovanile maggiore, del 28,3%, è stato rilevato nel Medio Oriente, i tassi minori sono rilevati nell’Asia orientale (9,5%) e meridionale (9,3%).

Varie

15.05.2013

Uno stage pratico, una formazione

I beneficiari delle rendite dell’assicurazione vecchiaia e superstiti/assicurazione invalidità che hanno figli minorenni hanno il diritto a una rendita per i figli. Se i figli sono ancora in formazione, una volta raggiunta la maggior età, la rendita sarà versata fino alla fine della formazione e al massimo fino ai 25 anni. Ma cosa succede se una persona, finita la formazione, fa uno stage pratico di un anno nella stessa azienda? Secondo una sentenza del Tribunale federale pubblicata il 7 marzo 2013, questo tipo di inserimento nel mondo del lavoro deve essere considerato quale formazione. La persona in questione ha quindi diritto alla rendita per i figli anche durante questo periodo.
ACF 8C_682/2012

15.05.2013

Isabelle Chassot, nominata direttrice dell’Ufficio federale della cultura

Il Consiglio federale ha nominato Isabelle Chassot direttrice dell’Ufficio federale della cultura a partire dal 1° novembre 2013. La Consigliera di Stato friborghese quarantottenne è a capo del Dipartimento della pubblica istruzione, della cultura e dello sport del Canton Friborgo dal 2002, e dal 2006 presiede la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione CDPE.
Comunicato stampa