Integrazione professionale

21.10.2020

OBS IUFFP: rapporto "Al primo impiego durante la recessione"

Secondo un rapporto dell'Osservatorio svizzero per la formazione professionale (OBS IUFFP), l'attuale calo del PIL e l'aumento della disoccupazione rendono più difficile l'accesso a chi, conclusa la formazione, si affaccia per la prima volta sul mercato del lavoro. Sul breve termine, chi dà avvio alla propria carriera rimane sempre più spesso disoccupato o deve accettare un lavoro che non corrisponde alla formazione conseguita. Questa situazione può avere conseguenze sul lungo termine: scarsa esperienza professionale, conoscenze che col tempo vengono svalorizzate, ecc. In periodi di recessione vi è il rischio che disoccupazione e attività non corrispondenti alla formazione abbiano un impatto negativo duraturo sulla carriera delle persone interessate.

21.10.2020

Sindrome da esaurimento professionale – Come reagiscono i datori di lavoro?

In una sentenza del 16 dicembre 2019, il Tribunale amministrativo federale ha dato ragione a un dipendente che, dopo un burnout, aveva querelato il suo datore di lavoro per essere venuto meno al suo obbligo di tutela. Contestualmente, l'OMS ha precisato la definizione di "burnout" nell'11a revisione della Classificazione internazionale delle malattie (ICD-11). In un articolo (tedesco) apparso su hrtoday.ch, Thomas Pfiffner, direttore dell'Ufficio AI del Canton Grigioni, menziona il conflitto con cui sono confrontati i datori di lavoro. Da un lato, questi devono intervenire subito ai primi segnali di disagio sgravando i dipendenti da determinati compiti o limitando le ore di lavoro, dall'altro, molti impiegati non vogliono essere aiutati in tal senso per timore di essere criticati o perché non si considerano malati.

30.09.2020

SECO: avanzamento dei progetti legati alla modernizzazione dell'AD

Nella newsletter di settembre, il Campo di prestazioni Mercato del lavoro / Assicurazione contro la disoccupazione della SECO propone diversi articoli dedicati alla modernizzazione dell'AD. La pianificazione del progetto "SIPADfuturo" è stata rivista a causa della pandemia. In compenso, l'unità di realizzazione "Attività persona in cerca d'impiego" (seconda su cinque) è stata resa operativa per gli organi d'esecuzione nei tempi previsti.

30.09.2020

USS: mozioni cantonali per meglio proteggere gli stagisti

Sono molti i giovani costretti a seguire uno stage per poter intraprendere una formazione professionale, accedere a una scuola universitaria professionale o entrare nel mondo del lavoro. Il Consiglio federale ritiene che non sia necessaria una normativa a livello nazionale e delega ai Cantoni la responsabilità di regolamentare questa pratica non sempre corretta. Per porre in evidenza la pressione che si accompagna a questo argomento, l'Unione sindacale svizzera (USS; francese/tedesco) ha lanciato una serie di mozioni in una quindicina di Cantoni. Questi ultimi sono dunque chiamati a verificare le condizioni in base alle quali si svolgono gli stage, a documentarle e a intervenire in caso di infrazione o abuso.

30.09.2020

TG: corsi di integrazione per migranti anziani

Il Consiglio di Stato turgoviese ha approvato il progetto pilota "Niederschwellige Integrationsausbildung" (Formazione di integrazione a basso livello di esigenze) per una durata di tre anni scolastici. L'obiettivo del programma è consentire ai migranti di entrare nel mercato del lavoro. Sono previsti quattro giorni di formazione pratica in un'azienda del Canton Turgovia e un giorno di teoria in una scuola professionale, per una durata complessiva di due anni. La formazione di integrazione a basso livello di esigenze si rivolge ai migranti con più di 18 anni che, ad esempio, già dispongono di una lunga esperienza professionale maturata nel proprio paese d'origine o che non sono adatti ai corsi di integrazione 1 e 2 – che prevedono quattro giorni di scuola la settimana – vuoi perché non sono abituati alla scuola, vuoi perché sono già sotto pressione a causa di situazioni sociali difficili, oppure perché hanno superato i 34 anni di età.

30.09.2020

VD: quadro di riferimento per le misure di transizione destinate ai giovani

Insertion Vaud ha elaborato un quadro di riferimento per le misure di inserimento sociale di transizione (MIS T) destinate ai giovani adulti che non hanno portato a termine il tirocinio, che beneficiano dell'aiuto sociale e che sono alla ricerca di una formazione. Il quadro di riferimento permette di descrivere e valorizzare le caratteristiche delle MIS T. Affinché i responsabili dei servizi di inserimento socioprofessionale possano condividere le buone pratiche e contribuire allo sviluppo di questo dispositivo, è stata creata una commissione ad hoc. Il quadro di riferimento MIS T è disponibile online e sotto forma di opuscolo. Un volantino (francese/tedesco) sintetizza infine il modo di procedere.
Ulteriori informazioni

16.09.2020

SOS: attività per persone in cerca di impiego

Nei Cantoni ZH, SH, GE e TI, il Soccorso operaio svizzero (SOS) sostiene i lavoratori indipendenti e le persone in cerca di impiego non ancora iscritte all'URC, con colloqui di valutazione della situazione, con la preparazione di una buona candidatura e molto altro. Lo scorso mese di luglio, SAH Schaffhausen e SOS Ticino hanno creato un "laboratorio per le candidature"; sono inoltre offerti corsi di informatica. La sede di Ginevra propone ai lavoratori indipendenti offerte di consulenza specifiche. SOS è anche partner della SECO nello sviluppo di misure volte a ridurre la disoccupazione giovanile. In questo contesto ha sviluppato il programma di consulenza CT2 per giovani diplomati del livello secondario II e offre servizi di job coaching gratuiti nei Cantoni BS, SH, TI e ZH. In Vallese e a Ginevra, i giovani sono introdotti a una formazione professionale nel quadro dei progetti "job&co" e "horizons".

16.09.2020

VS: progetto pilota per il reinserimento professionale degli over 50

Il progetto pilota "50+actif", introdotto in Vallese, ha l'obiettivo di agevolare il reinserimento professionale degli over 50. Questo programma di accompagnamento si propone di mettere gli ultracinquantenni nelle condizioni di trovare rapidamente un impiego – in tre o quattro mesi – grazie a un servizio di coaching personalizzato, al sostegno di un mentore e a un "gruppo mail", responsabile per l'invio dei profili dei candidati, sia per la ricerca di un posto di stage, sia per la ricerca di un impiego. Per ora le prestazioni – gratuite – del progetto "50+actif" sono rivolte unicamente ai vallesani del versante romando che, quand'anche non siano iscritti alla disoccupazione, non beneficino di prestazioni dell'assicurazione invalidità né dell'aiuto sociale, sono alla ricerca di un lavoro.
Comunicato stampa

02.09.2020

Migrazione: grande diversità e processi di integrazione diseguali

Le persone immigrate in Svizzera presentano notevoli differenze in termini di livello di formazione, situazione professionale, età, statuto migratorio e paese d'origine. Inoltre l'integrazione nel mercato del lavoro avviene rapidamente ma non integralmente, mentre il reddito e la sostanza delle economie domestiche con passato migratorio sono inferiori. Gran parte delle persone immigrate lascia nuovamente la Svizzera in un secondo momento. È quanto risulta dalla prima edizione della serie di pubblicazioni Panorama della società svizzera (francese/tedesco/inglese) a cura dell'UST e delle Università di Neuchâtel e Friburgo.
Ulteriori informazioni

02.09.2020

Un barometro per misurare l'inclusione e la diversità nelle aziende

In settembre la società bernese MindStep presenterà ufficialmente un barometro per misurare l'inclusione e la diversità nelle aziende. Lo strumento, il cui sviluppo ha beneficiato del sostegno dell'Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità, consiste in un questionario per i dipendenti sul tema dell'inclusione professionale delle persone disabili. Il barometro è stato sviluppato dall'Università di San Gallo nel quadro di un partenariato di ricerca avviato sul medesimo tema con una serie di società. Dal 2021 sarà a disposizione di tutte le aziende.
Ulteriori informazioni