Formazione generale e scuole universitarie

21.10.2020

UST: sempre più donne all'università

Sempre più donne intraprendono studi di livello terziario. L'UST ha calcolato che nel 2019 le donne rappresentavano il 53,6% delle nuove iscrizioni alle università e ai politecnici federali, contro il 38,7% del 1980. Un forte aumento della percentuale di donne si osserva in particolare nei settori di studio del diritto (+29,1 punti percentuali per arrivare al 64,2%), della medicina e della farmacia (+26,5 punti percentuali per arrivare al 67,3%), delle scienze tecniche (+20,1 punti percentuali per arrivare al 31,0%), delle scienze esatte e delle scienze naturali (+18,3 punti percentuali per arrivare al 43,3%). Un numero nettamente maggiore di giovani donne oggigiorno decide di studiare in campi che un tempo erano scelti principalmente da giovani uomini.

21.10.2020
21.10.2020

SG: nuovi cicli di studio SUP

A partire dal semestre autunnale 2021/2022, la Scuola universitaria professionale della Svizzera orientale (FHO) ampia la sua offerta da 14 a 16 cicli di studio bachelor. San Gallo propone il Bachelor of Science in fisioterapia e il bachelor in management e diritto, nell'ambito del quale gli studenti possono scegliere fra tre indirizzi di approfondimento: risorse umane, informatica e diritto, o diritto pubblico. L'offerta di informatica della FHO è stata estesa anche alla sede di San Gallo, mentre informatica di gestione ed economia aziendale possono essere frequentate anche a Rapperswil-Jona.

30.09.2020

L'esodo degli studenti dalle regioni periferiche e di montagna

Per gli studenti che vivono nelle regioni periferiche e di montagna l'inizio degli studi significa doversi trasferire in una città universitaria. L'economista della formazione Stefan Wolter constata, in un rapporto della SRF, che oltre la metà degli studenti che lasciano il Cantone non vi fa ritorno una volta terminati gli studi. Ciò rappresenterebbe un investimento in perdita per quei Cantoni che sostengono i propri giovani nel loro percorso accademico in altre regioni del Paese facendosi interamente carico delle spese di studio, quando infine le imposte vengono versate altrove.

30.09.2020

Un mercato del lavoro avverso per i laureati

Chi deve cercare impiego in fase di recessione si trova in una posizione di svantaggio anche sul lungo termine. Stando a uno studio del Politecnico federale di Zurigo (ETH), situazioni simili a inizio carriera possono spesso tradursi in bassi salari e in un'elevata probabilità di rimanere disoccupati anche molto tempo dopo la fine della recessione. Numerose aziende hanno disposto un blocco delle assunzioni o ritirano i posti già messi a concorso. Di conseguenza – per fare un esempio – il numero di persone in cerca di lavoro nel Canton Lucerna con un titolo di livello terziario è aumentato del 30% rispetto agli anni precedenti. "Questo è probabilmente il motivo per cui i titolari di un bachelor SUP decidono di continuare gli studi intraprendendo un programma di master", afferma il rettore della Scuola universitaria professionale di Lucerna (HSLU) Markus Hodel nella Luzerner Zeitung del 21 settembre 2020.

30.09.2020

Borse d'eccellenza della Confederazione: videoritratto di un beneficiario

Deepak Kumar Ravi fa parte dei 400 diplomati stranieri che ogni anno ricevono una borsa d'eccellenza della Confederazione per studiare in una scuola universitaria svizzera. Grazie a queste borse, la Confederazione promuove gli scambi e la cooperazione scientifica tra la Svizzera e altri 180 paesi. Attraverso un videoritratto (francese/tedesco) la SEFRI presenta il percorso di un giovane scienziato indiano che, nell'ambito delle sue ricerche al Politecnico federale di Zurigo (ETH), mette a punto un metodo di calcolo per valutare il rischio di ricaduta nei pazienti e nelle persone anziane.

30.09.2020

Mobilità europea: petizione per la piena adesione a Erasmus+ a partire dal 2021

In una petizione presentata alla Cancelleria federale, diverse associazioni giovanili reclamano la piena adesione della Svizzera al programma europeo di mobilità Erasmus+. Lanciata dall'Unione degli studenti svizzeri in collaborazione con la Federazione svizzera delle attività giovanili, la petizione ha raccolto oltre 10'000 firme. Tra le loro argomentazioni (francese/tedesco), le associazioni domandano al Consiglio federale di riprendere i negoziati per l'adesione al programma Erasmus+ 2021-2027.
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)

16.09.2020

UST: tasso di disoccupazione tra i laureati

Secondo una pubblicazione (francese/tedesco) dell'UST, nel 2018 il tasso di disoccupazione tra i diplomati delle università e dei politecnici un anno dopo l'ottenimento del titolo si poneva al 4,0%, mentre quello dei diplomati delle scuole universitarie professionali al 3,6%. Per quanto concerne il primo gruppo, il tasso di disoccupazione più elevato riguarda i diplomati delle scienze umane e sociali (5,8%), mentre quello più basso i laureati di medicina e farmacia (1,4%). Per quanto attiene al secondo gruppo, il tasso più alto registrato è quello relativo al settore del design (8,6%), seguito da quello dell'agricoltura e dell'economia forestale (6,9%), quindi dal settore di musica, teatro e altre arti (6,3%). Le quote inferiori sono state registrate tra i diplomati del settore sanitario (1,3%) e tra quelli delle alte scuole pedagogiche (0,6%).

16.09.2020

Giornate informative delle scuole universitarie

Sul suo sito Internet, swissuniversities fornisce una panoramica (francese/tedesco) delle date in cui si svolgeranno le giornate informative delle scuole universitarie. A causa della situazione legata al coronavirus, i programmi hanno subito delle modifiche e diversi eventi si terranno online.

16.09.2020

GR: bachelor in Computational and Data Science

Dal semestre autunnale 2021 la Scuola universitaria professionale dei Grigioni (FHGR) darà avvio al bachelor in Computational and Data Science. Gli studenti iscritti al nuovo programma impareranno a generare conoscenza sulla base di dati o a sostituire gli esperimenti in laboratorio e sul campo con simulazioni nell'ambito delle scienze naturali e dell'ingegneria. Questa formazione permette di acquisire competenze nei campi delle scienze dei dati assistite da computer, dell'informatica e delle scienze naturali applicate.