Formazione professionale superiore e continua

21.10.2020

Coronavirus: obbligo della mascherina nelle aule degli enti di formazione continua privati

Da lunedì 19 ottobre in tutta la Svizzera sono in vigore misure più severe per rallentare il diffondersi del coronavirus. La misura più importante è l'obbligo generalizzato di indossare le mascherine nei luoghi chiusi accessibili al pubblico. Come confermato dall'Ufficio federale della sanità pubblica, su richiesta della FSEA, l'obbligo di indossare le mascherine vale anche per le persone presenti nelle aule dei corsi degli enti di formazione continua privati, con poche eccezioni.
Ulteriori informazioni

21.10.2020

Coronavirus: gli operatori della formazione continua prevedono un forte calo del fatturato

Le misure adottate dalla Confederazione per contenere la pandemia di coronavirus hanno avuto ripercussioni anche nel settore della formazione. Durante il divieto dell'insegnamento in presenza (da metà marzo a inizio giugno), solo poco meno della metà dell'offerta formativa ha potuto avere luogo. Gli operatori della formazione si aspettano un calo significativo del fatturato entro la fine dell'anno. Questo è quanto emerge da un sondaggio condotto dalla FSEA. Per tutto il 2020 si prevede che un quarto dei corsi offerti non potrà essere svolto. La maggior parte degli operatori pronostica un crollo della domanda e un calo del fatturato medio del 30%. D'altra parte, la pandemia ha però accelerato la digitalizzazione nella formazione continua: a seguito della crisi sanitaria, l'85% degli istituti di formazione continua ha infatti adeguato la propria offerta all'uso delle tecnologie digitali.

21.10.2020
21.10.2020

VS: formazione SSS in cure infermieristiche dispensata in lingua francese

Da marzo 2021 la Scuola specializzata superiore di Monthey (VS) proporrà un ciclo di formazione SSS in cure infermieristiche. Questo corso è già offerto a Visp (VS; lezioni in tedesco) e presso la sede di Saint-Imier (BE; lezioni in francese). L'introduzione del programma alla sede di Monthey mira a rafforzare l'offerta di formazione nel settore sanitario, a promuovere le pari opportunità tra i giovani delle due regioni linguistiche del Cantone e a evitare che potenziali candidati partano per Saint-Imier.

30.09.2020
30.09.2020
30.09.2020

Studio: informazioni sulla formazione professionale continua insufficienti

Sono molti i titolari di un AFC a non intraprendere una formazione professionale continua perché non trovano informazioni esaurienti in proposito. Lo dimostra il rapporto "Informationsstand und Entscheidungsprozess zu weiterführenden Ausbildungen", pubblicato dal Politecnico federale di Zurigo (ETH) e concernente la situazione formativa dei giovani adulti dopo la formazione professionale. Secondo gli autori, questo esito dovrebbe preoccupare politici della formazione e orientatori di carriera, tanto più se si pensa che molti titolari di un AFC non sanno nemmeno a quale formazione potrebbero accedere qualora decidessero di farlo. In questo modo è soprattutto la formazione professionale superiore a perdere nuovi iscritti.

30.09.2020

ZH: programma di promozione delle competenze di base per gli adulti

Nel 2021 il Canton Zurigo introdurrà un programma finalizzato a promuovere l'acquisizione delle competenze di base da parte degli adulti. A tale scopo il Consiglio di Stato chiede al Gran Consiglio un credito di 14,8 milioni di franchi. Nel Canton Zurigo sono circa 140'000 gli adulti con difficoltà di lettura, scrittura, calcolo e nell'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.
Comunicato stampa

16.09.2020

LU: promozione delle competenze di base mediante buoni di formazione

Per promuovere le competenze di base, il Canton Lucerna offre buoni di formazione del valore di 500 franchi. Un buono di questo valore dà la possibilità di iscriversi a un corso di lettura, scrittura, calcolo o computer. L'offerta è valida sino a fine anno, per un massimo di 1000 buoni donati. Nel quadro delle competenze di base, il Consiglio di Stato lucernese ha deciso di stanziare ogni anno 350'000 franchi (fino al 2022); la Confederazione contribuisce con un ulteriore 50%. In Svizzera – oltre che nel Canton Lucerna – i buoni di formazione sono offerti solo nel Canton Ginevra.

16.09.2020

Germania: opportunità per manodopera senza titolo professionale

In Germania oltre l'80% delle imprese sono disposte ad assumere manodopera senza titolo professionale, se la situazione lo richiede. Ciò è riconducibile soprattutto all'elevato grado di specializzazione in molte aziende e alla carenza di personale specializzato. Per mettere in evidenza e sviluppare le capacità della forza lavoro non qualificata, sarebbe tuttavia necessario offrire qualifiche parziali. Questi i risultati di uno studio della fondazione Bertelsmann.