13.05.2020

Orientamento

Coronavirus: sondaggi su stress e soddisfazione

Un sondaggio condotto dall'Università di Zurigo presso 600 persone dimostra che, malgrado la crisi sanitaria, molti lavoratori in Svizzera e Germania sono più soddisfatti, riescono a rilassarsi meglio e sono maggiormente coinvolti nella loro vita professionale rispetto a quanto rilevato nel 2019. Fanno però eccezione gli impiegati che devono occuparsi di figli piccoli parallelamente al lavoro. L'indagine effettuata invece dall'Ateneo di Basilea presso circa 10'000 partecipanti a livello nazionale giunge a conclusioni diverse. Dallo studio risulta che circa il 50% delle persone interpellate si sentono più stressate nel contesto di confinamento rispetto a prima della crisi. I risultati non tengono conto di determinati fattori (sesso, età, formazione, ecc.). Praticare attività fisica, dedicare più tempo a un hobby e non informarsi esageratamente sull'attualità legata al coronavirus possono evitare un aumento dello stress.