Formazione generale e scuole universitarie

12.02.2020

UST: la maggior parte degli studenti rimane nella propria regione linguistica

Solo il 3% degli studenti germanofoni e il 5% di quelli francofoni iniziano gli studi presso una scuola universitaria al di fuori della loro regione linguistica. Molto più alta è la percentuale degli studenti italofoni che ammonta all'84% per le università e raggiunge un terzo per le scuole universitarie professionali. Inoltre nell'anno scolastico 2018/2019 il 34% degli studenti che iniziavano un master presso le scuole universitarie professionali, e il 28% di coloro che lo iniziavano presso un'università proveniva dall'estero. Per quel che riguarda i dottorandi la percentuale ammontava a 57%. Questo è quanto emerge dalla pubblicazione (francese/tedesco) dell'UST.

12.02.2020

Dati sull'esito scolastico liceale

Stando al Tagesanzeiger sono stati resi pubblici i dati sull'esito scolastico dei maturandi di 19 licei svizzeri. Il Consiglio federale respinge una pubblicazione centrale di tutti questi dati dicendo che una tale classifica dei licei paragonerebbe l'imparagonabile e che la quota di successo e di abbandono non direbbe abbastanza sulla qualità di un istituto scolastico. La valutazione e la pubblicazione di tali dati rimane quindi in mano ai Cantoni.

12.02.2020

CIIP: dossier sull'educazione digitale

Nel novembre 2018 la Conferenza intercantonale dell'istruzione pubblica della Svizzera romanda e del Ticino (CIIP) ha adottato un piano d'azione a favore dell'educazione digitale inserendola nel suo programma di attività quadriennale. L'educazione digitale è anche il soggetto di un dossier nel bulletin (francese) di gennaio della CIIP. I vari contributi illustrano le sfide che, vista la grande diffusione delle nuove tecnologie, le scuole devono affrontare al momento della scelta degli strumenti, della trasmissione delle nozioni informatiche e del loro uso adeguato.

12.02.2020

Scuola universitaria professionale a distanza: bachelor online in economia aziendale

A partire dall'autunno 2020 gli esami e le ore di presenza per il BSc in economia aziendale presso la Fernfachhochschule Schweiz potranno essere conseguiti interamente online: invece di recarsi in loco per le ore di presenza, gli studenti parteciperanno ai corsi in maniera virtuale interagendo con la classe attraverso chat audio e video. Questo modello è già stato collaudato con il MSc e in futuro sarà applicato anche alla formazione continua come EMBA o CAS in psicologia del personale.
Ulteriori informazioni (tedesco)

12.02.2020

SH: primi studenti presso l'Institute of Technology di Sciaffusa

Stando a un articolo della NZZ, i primi undici studenti si sarebbero immatricolati presso l'università privata "Schaffhausen Institute of Technology" (SIT). Questi studenti però non si troverebbero ancora a Sciaffusa ma presso un'università partner all'estero. Secondo il fondatore Sergei Beloussow entro dieci anni dovrebbero arrivare a Sciaffusa 2500 studenti per conseguire un ciclo di studi master in fisica o in scienze informatiche. L'istituto è sostenuto dal Cantone con tre milioni di franchi.

29.01.2020

HES-SO: bachelor in informatica e sistemi di comunicazione

Dal semestre autunnale 2020, la Scuola universitaria professionale della Svizzera occidentale (HES-SO) proporrà un bachelor in informatica e sistemi di comunicazione. Il programma sostituisce i tre cicli di studio attuali: informatica, telecomunicazioni e tecnologie dell'informazione. Dopo un tronco comune, a partire dal secondo anno gli studenti si potranno specializzare in tecnica dei dati, programmazione, reti e sistemi, sicurezza informatica o sistemi informatici incorporati. Le SUP dei Cantoni Friburgo, Ginevra e Vaud (a Yverdon-les-Bains) e la Haute Ecole Arc (a Neuchâtel e a Delémont) si associano per offrire il programma integrale o parziale di queste specializzazioni.
Comunicato stampa e Documentazione per la stampa

29.01.2020

TI: introduzione dell'obbligo formativo fino ai 18 anni

Dopo Ginevra, il Ticino è il secondo Cantone a introdurre la formazione obbligatoria fino alla maggiore età. Il Consiglio di Stato ticinese ha approvato il progetto "Obiettivo 95%", ovvero una modifica della legge della scuola atta a consolidare e rafforzare le misure esistenti per prevenire l'abbandono della formazione. Con questo progetto s'intende assicurare che tutti i giovani residenti ottengano un titolo postobbligatorio e che, a medio-lungo termine, la quota dei 25enni in possesso di un diploma del livello secondario II raggiunga un tasso del 95%. L'obiettivo è stato stabilito dalla CDPE e dalla Confederazione. "Obiettivo 95%" completa il progetto "Più duale", presentato lo scorso mese di novembre.
Comunicato stampa
laRegione
Corriere del Ticino

29.01.2020

TI: Bachelor of Science in Data Science and Artificial Intelligence

Nel mese di settembre 2020, la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) darà avvio al nuovo Bachelor of Science in Data Science and Artificial Intelligence. Obiettivo del programma: sviluppare la capacità di utilizzare tecniche, metodi e algoritmi della scienza dei dati e d'intelligenza artificiale, con particolare attenzione all'apprendimento automatico nonché alla gestione, all'analisi e all'utilizzo di grandi quantità di dati (big data). Sono sempre di più i settori che richiedono questo tipo di competenze. I corsi si tengono in inglese (alcuni sono dispensati in italiano). È inoltre previsto un modulo di lingua e cultura italiane per studenti non italofoni.
Comunicato stampa

29.01.2020

VD: master universitario in scienze dello spettacolo

Dal semestre autunnale 2020, l'Università di Losanna offrirà un master in scienze dello spettacolo. Il corso permette agli studenti di lettere di seguire un percorso completo in questo campo grazie a un programma di specializzazione in drammaturgia e storia del teatro, e a un programma di consolidamento. La formazione si propone di trasmettere conoscenze teoriche e storiche sulla recitazione, sviluppare capacità descrittive e critiche, e sperimentare la mediazione, la ricerca applicata e la pratica riflessiva.
Ulteriori informazioni

15.01.2020

Valutazione del ciclo di studio bachelor con pratica integrata nelle SUP

Nel 2014 il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) ha lanciato il ciclo di studio bachelor con pratica integrata (PiBS) in quanto progetto pilota di durata limitata. Il programma si propone quale misura per contrastare la carenza di personale qualificato nei settori MINT. Grazie a questo provvedimento, i titolari di una maturità liceale o professionale con un indirizzo non affine al campo di studio scelto possono accedere direttamente a una scuola universitaria professionale (SUP). Tra il 2015 e il 2019 i PiBS sono stati proposti a 171 studenti in quattro SUP. Questi programmi hanno una durata di quattro anni anziché tre. Dalla valutazione finale emergono risultati positivi. Il Consiglio delle scuole universitarie propone al DEFR e al Consiglio federale di prolungare il progetto pilota fino al semestre autunnale 2025 (incluso) e di procedere a un'analisi finale nel 2023.
Ulteriori informazioni (francese/tedesco)