30.01.2019

Integrazione professionale

COSAS: la riduzione dell'aiuto sociale compromette la garanzia del fabbisogno vitale

Oggi il fabbisogno di base nell'ambito dell'aiuto sociale copre a malapena il minimo esistenziale. È quanto risulta da un'analisi eseguita su incarico della Conferenza svizzera delle istituzioni dell'azione sociale (COSAS). Ulteriori riduzioni comprometterebbero la garanzia del fabbisogno vitale e, con essa, le possibilità di reinserirsi nel mercato del lavoro. Attualmente, alcuni Cantoni stanno compiendo sforzi per diminuire in modo sostanziale soluzioni di aiuto sociale largamente armonizzate a livello nazionale. La COSAS afferma che il motivo dello studio si spiega con il fatto che finora le decisioni politiche concernenti la riduzione del fabbisogno di base sono state prese in assenza di un'analisi tecnica e senza considerare le conseguenze per i diretti interessati.
Comunicato stampa (francese/tedesco)